Il liceo Foto Cristina Scarasciullo" />
Il liceo "da Vinci" si ferma a riflettere in occasione della giornata mondiale contro la violenza sulle donne. Foto Cristina Scarasciullo
Scuola

Cambiare si può: la notte bianca del "da Vinci" contro la violenza sulle donne

Gli studenti hanno declinato il tema del femminicidio in diversi ambiti

Le ragazze e i ragazzi del liceo "Leonardo da Vinci", in occasione della Giornata Mondiale contro la violenza sulle donne, hanno aderito alla serie di eventi promossi da Amnesty Internetional e dalla FIDAPA con il patrocinio del comune di Bisceglie, con lo scopo di sensibilizzare sempre di più l'opinione pubblica sul tema della violenza domestica. La notte bianca dal titolo Cambiare si può ha dato il via alla maratona, che si concluderà mercoledì 28 novembre presso l'auditorium del "Giacinto Dell'Olio".

Gli studenti, guidati dai propri docenti, hanno approfondito la tematica del femminicidio attraverso letture tematiche ed esibizioni di varia natura che nel pomeriggio di sabato 24 novembre hanno animato le aule dell'istituto di via cala dell'arciprete. Dalla lettura del quinto canto dell'Inferno di Dante al Simposio di Platone, dalle Metamorfosi di Ovidio alla Carmen di Bizet (coreografia della professoressa Ventrice): ciascuna classe ha analizzato un argomento così tristemente quotidiano in modo profondamente emozionante per giungere alla conclusione che un cambiamento è possibile.
33 fotoLa Giornata mondiale contro la violenza sulle donne al liceo "da Vinci"Cristina Scarasciullo
DSC JPGDSC JPGDSC JPGDSC JPGDSC JPGDSC JPGDSC JPGDSC JPGDSC JPGDSC JPGDSC JPGDSC JPGDSC JPGDSC JPGDSC JPGDSC JPGDSC JPGDSC JPGDSC JPGDSC JPGDSC JPGDSC JPGDSC JPGDSC JPGDSC JPGDSC JPGDSC JPGDSC JPGDSC JPGDSC JPGDSC JPGDSC JPGDSC JPG
  • femminicidio
  • liceo da Vinci Bisceglie
Altri contenuti a tema
Una domenica fra sport e spensieratezza al "Gustavo Ventura" Una domenica fra sport e spensieratezza al "Gustavo Ventura" Partita tra le rappresentative del liceo "Da Vinci" e dell'istituto "Dell'Olio"
Incontro con l'autore albanese Agim Mato al liceo "da Vinci" Incontro con l'autore albanese Agim Mato al liceo "da Vinci" Una testimonianza di vita vissuta che ha catturato l'attenzione dei presenti
Dalle parole ai fatti: gli studenti del liceo "da Vinci" ripuliscono spiaggia e quartiere Dalle parole ai fatti: gli studenti del liceo "da Vinci" ripuliscono spiaggia e quartiere Partecipazione massiccia all'iniziativa ecologica lanciata nelle scorse ore
La comunità del liceo "Leonardo da Vinci" promuove una pulizia straordinaria di spiagge e quartiere La comunità del liceo "Leonardo da Vinci" promuove una pulizia straordinaria di spiagge e quartiere Iniziativa delle studentesse e degli studenti sabato 16 marzo a partire da mezzogiorno
Confabulare-Libri fuori dagli scaffali al liceo "Leonardo da Vinci" Confabulare-Libri fuori dagli scaffali al liceo "Leonardo da Vinci" Lunedì 11 marzo l'iniziativa "Adotta l'autore a scuola" con l'autrice Paola Zannoner
Le vicende di Lucrezia Borgia raccontate al liceo "da Vinci" Le vicende di Lucrezia Borgia raccontate al liceo "da Vinci" Terzo evento del calendario di appuntamenti in occasione dei 500 anni dalla morte della Duchessa
Gli allievi del liceo coreutico di Bisceglie in scena a Foggia giovedì 22 novembre Gli allievi del liceo coreutico di Bisceglie in scena a Foggia giovedì 22 novembre Si esibiranno nell'ambito della mostra RO-MAT TransumAND promossa dall'Accademia Nazionale di Danza
Gli studenti del "da Vinci" in scena contro la violenza sulle donne Gli studenti del "da Vinci" in scena contro la violenza sulle donne Sabato 24 novembre presso l'istituto di via cala dell'Arciprete uno spettacolo realizzato dagli studenti sul tema del femminicidio
© 2001-2019 BisceglieViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BisceglieViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.