Le parti impegnate nel rinnovo del contratto
Le parti impegnate nel rinnovo del contratto
Economia e lavoro

Consorzi di vigilanza campestre, rinnovato il contratto dei dipendenti

I sindacati Fai, Flai e Uila: «Un passo importante per le guardie campestri»

Le organizzazioni sindacali Fai Cisl, Flai Cgil e Uila Uil hanno sottoscritto il testo definitivo di rinnovo del contratto collettivo di lavoro dei dipendenti dei consorzi di vigilanza campestre dei territori della Bat e dell'Area Metropolitana di Bari. L'accordo, firmato mercoledì, è seguito all'intesa trovata dai sindacati con la Federazione dei consorzi di vigilanza campestre «che rafforza i diritti e le tutele delle guardie campestri» come hanno osservato i segretari provinciali Fiore (Fai), Buongiorno (Uila), Lepore e Riglietti (Flai).

«Grazie all'incremento economico pattuito si riconosce il valore e l'importanza del lavoro svolto dalle guardie campestri in un settore, quello agricolo che, nella Bat e nel barese continua a confermarsi tra le realtà economiche più dinamiche della Puglia».

L'incremento economico del salario è pari al 4% a tutti i livelli e sarà erogato in tre tranche: la prima dal 1 settembre 2021, la seconda dal 1 gennaio 2022 e la terza il 1 maggio 2022.
È stata prevista anche una indennità di vacanza contrattuale che sarà erogata in unica tranche nella mensilità di settembre 2021.

I punti salienti del rinnovo riguardano: il sostegno alla genitorialità con l'introduzione di permessi straordinari retribuiti, l'aumento dell'indennità di reperibilità, sono state previste per l'espletamento del servizio un'ulteriore fornitura alle guardie di due paia di scarpe antinfortunistica, l'aumento delle ore di permesso per frequentare corsi di studi, l'aumento delle ore di permessi sindacali retribuiti per il rappresentante dei lavoratori della sicurezza per lo svolgimento delle proprie funzioni, un maggior numero di ore per lo svolgimento di assemblee sindacale retribuite, è stato previsto anche l'aumento dei massimali della polizza assicurativa stipulate dai singoli Consorzi.

«Riteniamo di avere svolto congiuntamente un importante lavoro nei confronti delle Istituzioni territoriali, ravvisando da tempo, la necessità di rilanciare la sfida per il rinnovo del contratto collettivo di lavoro in una dinamica nuova, che auspichiamo possa portarci rapidamente all'allocazione del nostro patrimonio negoziale nel contesto del quadro di riferimento contrattuale nazionale dell'agricoltura, in cui i Consorzi di Vigilanza Campestre storicamente sono inquadrati per la loro specificità» hanno concluso i refereni territoriali di UIla Uil, Fai Cisl e Flai Cgil.
  • cisl
  • uil
  • Flai Cgil
  • Guardie Campestri
Altri contenuti a tema
Scuola, docenti precari e presidi part-time: Uil lancia l'allarme Scuola, docenti precari e presidi part-time: Uil lancia l'allarme «Com'è possibile affrontare con serenità il nuovo anno?»
«Prendiamo le distanze da chi lede l'immagine del pronto soccorso e dell'ospedale di Bisceglie» «Prendiamo le distanze da chi lede l'immagine del pronto soccorso e dell'ospedale di Bisceglie» Nota congiunta di quattro sigle sindacali
Scuola, indetto sciopero nazionale: i dettagli Scuola, indetto sciopero nazionale: i dettagli Lunedì si potranno registrare dei disagi negli istituti biscegliesi
Iniziativa unitaria di Cgil, Cisl e Uil per il Primo Maggio nella Bat Iniziativa unitaria di Cgil, Cisl e Uil per il Primo Maggio nella Bat L'appuntamento al Parco dell'Umanità di Barletta
Calano gli occupati in agricoltura nella Bat Calano gli occupati in agricoltura nella Bat Gli iscritti ai registri sono 577 in meno nel 2021 rispetto all'anno precedente. Riglietti (Flai Cgil): «I conti non tornano»
Confronto tra sindacati e Asl Bt sugli incarichi dirigenziali Confronto tra sindacati e Asl Bt sugli incarichi dirigenziali Cgil, Cisl e Uil hanno indetto lo stato di agitazione. La replica dell'azienda sanitaria
Provincia, dipendenti in stato di agitazione Provincia, dipendenti in stato di agitazione Le rivendicazioni dei sindacati. Trascorsi 15 giorni senza risposte potrà essere proclamato uno sciopero
"Diritti in marineria", si parte da Barletta. Presto un incontro a Bisceglie "Diritti in marineria", si parte da Barletta. Presto un incontro a Bisceglie L'iniziativa di informazione della Flai Cgil Bat rivolta agli addetti del settore pesca
© 2001-2022 BisceglieViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BisceglieViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.