Serata tributo a Lucio Dalla. <span>Foto Antonella Salerno</span>
Serata tributo a Lucio Dalla. Foto Antonella Salerno
Spettacoli

Garibaldi gremito per il tributo a Lucio Dalla

Tre band locali per l'omaggio al compianto artista bolognese

«Caro amico ti scrivo». Chi non conosce i primi versi de "L'anno che verrà", una delle più belle e famose canzoni di Lucio Dalla?

"La sera dei miracoli". È stata intitolata così la performance svoltasi presso il Teatro Garibaldi. Un omaggio alla memoria del cantautore bolognese, organizzato col patrocinio del comune di Bisceglie, rappresentato dal vicesindaco e assessore alla cultura Vittorio Fata, dal Centro musica contemporanea della Fondazione "Biagio Abbate". Ad esibirsi tre gruppi locali che hanno allietato i presenti: "Ondasonora", "Teorema" e Giuseppe De Candia con la sua band. A Lucio Dalla è stata dedicata anche una mostra fotografica curata da Domenico Tattoli, che potrà essere ammirata presso il foyer del teatro.

È stato lo scrittore, poeta e drammaturgo Natale Buonarota, accompagnato sul palco dalla figlia Serena e dal tastierista Sergio Cangelli, ad aprire la serata con una composizione elaborata sui testi de "Le rondini" e "Caruso", brani dell'indimenticato artista emiliano. L'evento è stato presentato da Marilena Farinola.

I "Teorema" (voce Franco Simone, chitarra Vito D'Ambrosio, basso Michele Sallustio, tastiere Giuseppe Papagni, batteria Giacomo Mastrapasqua, percussioni Gianni Pansini) hanno eseguito "Futura", "Balla balla ballerino", "Meri Luis", "Stella di mare" e "L'anno che verrà". Non ci è voluto molto per scaldare il numeroso pubblico presente. Gli "Ondasonora", band piuttosto numerosa, hanno interpretato "Chissà se lo sai", "Canzone", "4/3/1943", "Vita" e "Cosa sarà": le quattro voci (Franco Rana, Francesca Gangai, Lucy Pedone e Valerio Belsito) sono state supportate da Leo Sangilli (chitarra), Nico Di Molfetta (basso), Alessandro Leo (batteria) oltre che dalle giovani e valenti violiniste Ilaria Di Molfetta e Lucrezia Petruzzella. L'originale esecuzione di "Se io fossi un angelo" (preannunciata dalla stessa voce di Lucio Dalla), "Piazza Grande", "Lunedì" e "Ciao" i pezzi scelti da Giuseppe De Candia, che ha coinvolto la platea con l'ausilio di Fabio Di Liddo (tastiere), Girolamo Pedone (batteria) ed Edoardo Papagni (chitarra).

Gran finale in allegria con le tre band contemporaneamente sul palcoscenico per "Attenti al lupo". Serata perfettamente riuscita, sottolineata dagli scroscianti applausi del pubblico. In fondo, «È stata questa la novità».
  • Teatro Garibaldi
  • giuseppe de candia
  • Fondazione Biagio Abbate
  • Centro di musica contemporanea Biagio Abbate
  • Lucio Dalla
  • Ondasonora
Altri contenuti a tema
Meritati consensi per il concerto "Le chiavi dell'alba" diretto dal maestro Benedetto Grillo Meritati consensi per il concerto "Le chiavi dell'alba" diretto dal maestro Benedetto Grillo Grandi applausi dal numeroso pubblico per l'Orchestra della Provincia Bat
"La traviata", grande concerto in programma al Teatro Mediterraneo "La traviata", grande concerto in programma al Teatro Mediterraneo A esibirsi l'orchestra giovanile della provincia Bat e l'Alter Chorus
"Scrivimi per sbaglio", on line lo short film girato a Bisceglie "Scrivimi per sbaglio", on line lo short film girato a Bisceglie Il cortometraggio di Giuseppe de Candia ora visibile da tutti in modo gratuito
"Scrivimi per sbaglio", la prima proiezione è un successone "Scrivimi per sbaglio", la prima proiezione è un successone Un progetto vincente del biscegliese Giuseppe de Candia fra temi trattati e spazio dedicato a giovanissimi attori del territorio
"Scrivimi per sbaglio", svelata la data della proiezione "Scrivimi per sbaglio", svelata la data della proiezione Lo short film del regista e direttore biscegliese Giuseppe de Candia approda al Politeama
L'associazione Passio Domini promuove una conferenza-concerto L'associazione Passio Domini promuove una conferenza-concerto Un'iniziativa per avvicinarsi alle festività pasquali
Fuori il trailer di "Scrivimi per sbaglio", primo lavoro cinematografico del biscegliese De Candia Fuori il trailer di "Scrivimi per sbaglio", primo lavoro cinematografico del biscegliese De Candia Amore e colpi di scena in un film sulle sorprese del destino
Sistema Garibaldi lascia il teatro comunale con un messaggio di pace ma qualcuno rimuove gli striscioni Sistema Garibaldi lascia il teatro comunale con un messaggio di pace ma qualcuno rimuove gli striscioni «È comune nella nostra storia essere allontanati perché considerati scomodi»
© 2001-2022 BisceglieViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BisceglieViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.