Laura Di Pilato
Laura Di Pilato
Politica

Laura Di Pilato: «Che fine ha fatto il consiglio provinciale?»

L'esponente di Fronte Democratico: «Tutto tace. L'ultima riunione si è tenuta il 27 dicembre»

Il rilievo, a prescindere da qualsiasi opinione sull'utilità dell'ente, sembra opportuno. Laura Di Pilato, consigliere provinciale di Fronte Democratico, non ha dubbi: «Stiamo perdendo di vista la provincia, presieduta dal sindaco di Andria Nicola Giorgino. L'ultima riunione di consiglio si è tenuta il 27 dicembre 2018. Oggi, dopo numerosi solleciti anche della maggioranza a indire il consiglio provinciale, il presidente è sordo, come è sordo quando gli vengono chieste le dimissioni dalla carica di primo cittadino. Giorgino dovrebbe ricordarsi che, secondo regolamento, quando dei consiglieri chiedono che si convochi un consiglio provinciale, è tenuta a farlo» ha affermato.

«Evidentemente i punti che al presidente interessavano sono stati approvati (ma non dai consiglieri di Fronte democratico), ovvero quelli relativi per lo più ai debiti fuori bilancio. Ora invece ci sono ordini del giorno urgenti, ovvero la sede dell'Ipsia di Andria, per la quale la provincia sborsa ben 215 mila euro al mese. Somme che sono assolutamente ingiuste ed ingiustificate, tenendo presente che ci sono scuole che cadono a pezzi, come l'istituto "Giacinto Dell'Olio" di Bisceglie, la cui situazione grida vendetta. Se quei 215 mila euro al mese venissero spesi per ogni singolo istituto si sistemerebbero tante cose» ha aggiunto.

«Abbiamo presentato tempestivamente l'ordine del giorno a sostegno dell'agricoltura, ma evidentemente al presidente interessa farsi solo intervistare e non prendere seri provvedimenti. Abbiamo presentato un ordine del giorno a sostegno dell'apertura dell'ex strada regionale 6,ora strada provinciale 3, ferma a Minervino Murge, ma ancora tutto tace: per il presidente, Minervino Murge è importante solo per fare la campagna elettorale.

Abbiamo presentato un ordine del giorno sulla discarica ex fratelli Acquaviva di Andria affinché si annulli la delibera regionale, ma nulla: solo silenzio! Sappia, signor presidente della provincia Bat e sindaco di Andria, che la provincia esiste e respira non per i suoi desiderata ma per i problemi della gente che ci vive» ha concluso Laura Di Pilato.

Presidente, convochi il consiglio provinciale e non faccia anche qui il despota!»
  • Bat
  • Laura Di Pilato
  • Fronte Democratico
  • consiglio provinciale
Altri contenuti a tema
Sportello Ebap per l'artigianato nella Bat Sportello Ebap per l'artigianato nella Bat Spazio per lavoratori e imprese nato da una convenzione con il Future center di Barletta
Sabato l'assemblea provinciale della Lega Sabato l'assemblea provinciale della Lega L'appuntamento nella sala Attimonelli di Andria
Bat, triste primato nazionale per furti di autovetture Bat, triste primato nazionale per furti di autovetture Diffusi i dati relativi al tasso di criminalità nelle varie province italiane
Consiglio provinciale itinerante, una riunione anche a Bisceglie Consiglio provinciale itinerante, una riunione anche a Bisceglie L'idea del presidente Lodispoto
Flessione dell’export provinciale nel primo semestre del 2019 Flessione dell’export provinciale nel primo semestre del 2019 Dinamica troppo legata a beni a basso contenuto tecnologico. L’internazionalizzazione dell’economia della Bat è ancora insufficiente
Segnalata la presenza di cimici asiatiche nella Bat Segnalata la presenza di cimici asiatiche nella Bat Invasione di insetti alieni a causa dei cambiamenti climatici
Ferragosto, soffia il maestrale sulle coste della Bat Ferragosto, soffia il maestrale sulle coste della Bat Primo abbassamento delle temperature a partire da mercoledì
Emergenza emigrazione e calo demografico nella Bat Emergenza emigrazione e calo demografico nella Bat L'analisi sulle anticipazioni del rapporto Svimez 2019
© 2001-2020 BisceglieViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BisceglieViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.