Ottavio Narracci
Ottavio Narracci
Cronaca

L'ex direttore generale dell'Asl Bt Narracci agli arresti domiciliari

È coinvolto in un'indagine sulle attività della Procura di Lecce insieme a magistrati e primari. L'accusa è di corruzione in atti giudiziari

È finito agli arresti domiciliari con l'accusa di corruzione in atti giudiziari Ottavio Narracci, già direttore generale dell'Asl Bat. L'alto dirigente è coinvolto nell'inchiesta avviata dalla Procura di Lecce a carico del pubblico ministero salentino Emilio Arnesano e di altre persone.

L'indagine, partita da un provvedimento di dissequestro a carico di Arnesano e in seguito trasferita alla Procura di Potenza, avrebbe messo in luce una serie di episodi corruttivi con il coinvolgimento attivo di diverse figure di spicco del settore giudiziario e sanitario. In particolar modo, sul fronte Asl, il pubblico ministero si sarebbe impegnato a far assolvere Narracci in un procedimento penale per peculato.

Secondo quanto si è appreso dai fascicoli, il giudice «avrebbe ottenuto in cambio soggiorni gratuiti, imbarcazioni a prezzi di saldo e trattamenti di favore da parte dei dirigenti della Asl nella prenotazione di visite mediche, nella prenotazione di interventi per familiari, nelle visite a proprie amiche e così via».

È finito in carcere, oltre Arnesano, anche il dirigente dell'Asl Lecce Carlo Siciliano mentre sono stati posti ai domiciliari Giorgio Trianni e Giuseppe Rollo, rispettivamente primari dei reparti di neurologia e ortopedia dell'ospedale "Vito Fazzi" di Lecce, oltre a Narracci e all'avvocato Benedetta Martina. I provvedimenti sono stati eseguiti giovedì mattina dai militari del Nucleo di polizia economico-finanziaria della Guardia di Finanza di Lecce.
  • Asl Bt
  • Ottavio Narracci
Altri contenuti a tema
Liste d'attesa, Delle Donne rassicura: «Garantiremo il diritto all'erogazione nei tempi giusti» Liste d'attesa, Delle Donne rassicura: «Garantiremo il diritto all'erogazione nei tempi giusti» Il direttore generale dell'Asl Bt: ​«Consapevoli delle difficoltà ma la nostra attenzione è massima»
Presentata la quarta edizione del rapporto tumori Asl Bt Presentata la quarta edizione del rapporto tumori Asl Bt Il direttore generale Delle Donne e il direttore sanitario Campanile hanno reso noto il lavoro svolto dall'unità operativa complessa di epidemiologia e statistica
Il 16 aprile la presentazione del quarto rapporto tumori Asl Bt Il 16 aprile la presentazione del quarto rapporto tumori Asl Bt L'analisi è stata sviluppata su un arco temporale molto ampio (2006-2014)
Le attività e i servizi del Centro autismo territoriale dell'Asl Bt Le attività e i servizi del Centro autismo territoriale dell'Asl Bt Rapporto dell'azienda in occasione della Giornata mondiale sulla consapevolezza dell'autismo
Il direttore generale dell'Asl Bt in visita all'ospedale Il direttore generale dell'Asl Bt in visita all'ospedale Delle Donne: «Nuovo reparto medicina, conclusi i lavori in geriatria. In programmazione gli interventi sul pronto soccorso»
Ruggieri insiste: «Pretestuoso tentare di mascherare la manifestazione no vax» Ruggieri insiste: «Pretestuoso tentare di mascherare la manifestazione no vax» «Tutti i genitori hanno avuto tempo di intraprendere le vaccinazioni fin dal 2017»
Un incontro sulle prospettive di miglioramento della sanità nel territorio Un incontro sulle prospettive di miglioramento della sanità nel territorio Si discuterà dei nuovi presidi territoriali di assistenza che affiancheranno gli ospedali di primo e secondo livello
Ricognizione del consigliere regionale Mennea nelle strutture sanitarie della Bat Ricognizione del consigliere regionale Mennea nelle strutture sanitarie della Bat L'esponente del Partito Democratico ha tratto indicazioni utili per contribuire alla definizione della politica sanitaria del territorio
© 2001-2019 BisceglieViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BisceglieViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.