Fiori
Fiori
Territorio

Festa della mamma, Coldiretti: «Fiori in regalo da oltre 2 pugliesi su 3»

«Sul nostro territorio il settore florovivaistico vale 160 milioni di euro»

Stravincono i fiori nelle scelte di regalo per la festa della mamma, con oltre due pugliesi su tre (71%) che preferiscono un omaggio floreale o una pianta, mentre solo una minoranza si orienta su cioccolatini e dolciumi (3%), su gioielli (3%) o capi di abbigliamento (2%), anche se è presente anche un 21% che non acquista nulla. È quanto emerge da un'indagine effettuata nelle ultime ore dalla Coldiretti, in occasione della ricorrenza dedicata a tutte le mamme: «Tra i regali più gettonati prevalgono quest'anno le azalee, i lilium, le begonie e i gerani, oltre alle immancabili rose».

L'associazione del territorio ha spiegato: «Il florovivaismo made in Puglia vale 160 milioni di euro ma è stretto d'assedio da piante e fiori stranieri con le importazioni balzate del 35% nell'ultimo anno, toccando il massimo di sempre. Il settore florovivaistico in Puglia è leader in Italia con il distretto in provincia di Lecce di Taviano e Leverano che si estende anche ai comuni limitrofi di Alliste, Maglie, Melissano, Nardò, Porto Cesareo, Racale e Ugento e quello della provincia di Bari, con al centro della produzione e degli scambi Terlizzi, Canosa, Bisceglie, Molfetta, Ruvo di Puglia e Giovinazzo, e altre realtà aziendali sparse nel resto della regione».

«Acquistare fiori italiani salva anche il lavoro e i vivai nazionali, costretti a fare i conti con i nuovi rialzi energetici legati alle tensioni internazionali dopo l'aumento del 67% dei costi di produzione che ha messo in ginocchio il settore nel 2022. Il consiglio è, dunque, di acquistare fiori e piante assicurandosi dell'origine nazionale meglio direttamente dal produttore o nei mercati contadini di Campagna Amica per essere sicuri di mettere nel vaso un prodotto italiano al 100%, che sostiene i territori e rispetta l'ambiente e l'occupazione» ha concluso la Coldiretti.
  • coldiretti puglia
  • Festa della mamma
  • Puglia
  • Coldiretti
  • mamme
Altri contenuti a tema
Da oggi attivo in tutta la Puglia il numero unico di emergenza europeo Da oggi attivo in tutta la Puglia il numero unico di emergenza europeo I cittadini potranno comporre direttamente e unicamente il 112 in caso di necessità
Coldiretti Puglia, dimezzata la produzione di ciliegie ferrovia Coldiretti Puglia, dimezzata la produzione di ciliegie ferrovia Calo di quasi il 60% rispetto al 2023 per via del caldo anomalo della primavera
Parte in Puglia il 112, numero unico di emergenza europeo Parte in Puglia il 112, numero unico di emergenza europeo Si comincia dalle province di Bari e Brindisi. Sarà esteso in tutta la regione entro il 28 maggio
Cambiamenti climatici: in Puglia 56 eventi estremi nel 2023, Coldiretti lancia l'allarme Cambiamenti climatici: in Puglia 56 eventi estremi nel 2023, Coldiretti lancia l'allarme Danni ingenti causati da tempeste di vento, tornado, nubifragi e grandinate. L'agricoltura pugliese è in crisi a causa dei cambiamenti climatici sempre più evidenti
Coldiretti Puglia, il caldo brucia frutta e verdura: danni fino al 90% Coldiretti Puglia, il caldo brucia frutta e verdura: danni fino al 90% L'allarme lanciato dall'associazione di categoria
Coldiretti: «Calo delle produzioni: in Puglia produrre il grano costa 300 euro in più ad ettaro» Coldiretti: «Calo delle produzioni: in Puglia produrre il grano costa 300 euro in più ad ettaro» La denuncia dell'associazione degli agricoltori
Puglia, persi 3 frutti su 4 Puglia, persi 3 frutti su 4 21mila ettari da recuperare secondo Coldiretti
Crolla il prezzo del grano, sale quello della pasta Crolla il prezzo del grano, sale quello della pasta Coldiretti: «La situazione rischia di innescare un nuovo cortocircuito sul settore agricolo»
© 2001-2024 BisceglieViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BisceglieViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.