avv. Alessandro Delle Donne
avv. Alessandro Delle Donne
Cronaca

Medico e infermieri aggrediti a Capodanno, l'Asl Bt annuncia esposto in Procura

Delle Donne: «Quello che è successo è inaccettabile»

L'Asl Bt ha annunciato l'intenzione di presentare un esposto alla Procura della Repubblica di Trani a proposito dell'episodio in cui sono stati coinvolti, loro malgrado, un medico e due infermieri in servizio al pronto soccorso dell'ospedale civile "Vittorio Emanuele II" di Bisceglie la notte di Capodanno.

«Depositeremo un esposto in Procura e tuteleremo le posizioni dei dipendenti aggrediti. Quello che è successo è inaccettabile» ha commentato Alessandro Delle Donne, Direttore Generale Asl Bt, che ha ricostruito l'accaduto: «Alle 4:00 del mattino del 1 gennaio l'ambulanza del 118 ha accompagnato al pronto soccorso il signor P. con una intossicazione acuta da alcool. Nel corso dell'intervento sul paziente - secondo quanto raccontato da medico e infermieri - sono giunti in ospedale alcuni conoscenti del signor P. che, nonostante le loro rassicurazioni, hanno cominciato ad aggredire dapprima verbalmente e poi fisicamente i due infermieri».

La testimonianza raccolta da Delle Donne è proseguita: «Inveivano contro la struttura ospedaliera con espressioni molto forti che richiamavano la necessità di chiudere l'ospedale dopo la chiusura di Trani e poi hanno aggiunto aggressioni fisiche. E non solo. Subito dopo essersi sentito meglio, il signor P. ha aggredito il medico di turno.
Nell'immediatezza, così come stabilito dai protocolli di sicurezza, sono stati allertati i Carabinieri che sono intervenuti in soli quattro minuti e il servizio di guardiania presente presso la portineria del presidio ospedaliero».

I due infermieri e il medico di turno hanno esposto denuncia sia all'Inail che ai Carabinieri: i due infermieri hanno ricevuto una prognosi di 13 e 10 giorni mentre per il medico la prognosi è stata di 4 giorni.

«Nel corso del 2018 abbiamo dimezzato il numero delle aggressioni presso le nostre strutture rispetto all'anno precedente» ha affermato Danny Sivo, responsabile sicurezza e sorveglianza sanitaria della Asl Bt. «Sono state seguite correttamente le procedure di sicurezza e sia la guardiania che i Carabinieri sono interventi in tempi rapidissimi, ma spiace constatare dalle dichiarazioni rese a verbale dai sanitari aggrediti, un clima di tensione e di recriminazione con rimandi alle scelte organizzative degli ultimi mesi».

Delle Donne ha rimarcato: «Gesti inqualificabili di violenza nei confronti di operatori che fanno solo il loro dovere meritano una risposta forte da parte delle istituzioni. Non è possibile subire attacchi verbali e fisici mentre si sta cercando di aiutare chi è in difficoltà. Quanto accaduto non va assolutamente sottovalutato. Ribadisco la scelta di fare un esposto in Procura perché è giusto che chi ha commesso un reato venga punito e per mostrare concretamente la nostra vicinanza al personale che ha subito l'aggressione.

In questi gesti è possibile leggere le conseguenze di un livore accesso e di un clima denigratorio nei confronti del nostro operato» ha aggiunto il Direttore Generale. «Uno degli aggressori, così come dichiarato da chi ha subito la violenza, ha urlato: "Prima avete chiuso l'ospedale di Trani e ora vi faremo chiudere anche Bisceglie". Tutto questo è inammissibile e va controbilanciato con forza. Tra Trani e Bisceglie sono state fatte delle scelte organizzative a livello regionale a cui stiamo dando seguito e stiamo lavorando, numeri alla mano, nel realizzare uno dei presidi territoriali di assistenza più all'avanguardia della regione Puglia. La violenza non ha giustificazioni mai, ma a maggior ragione quando a subirla sono operatori sanitari va contrastata con fermezza e determinazione» ha concluso.
  • Asl Bt
  • Procura di Trani
  • ospedale Bisceglie
  • Alessandro Delle Donne
Altri contenuti a tema
Risale il tasso di occupazione delle terapie intensive Risale il tasso di occupazione delle terapie intensive 97 casi positivi nella Bat nelle ultime ore ma nessun decesso
Fials Bat insiste sul potenziamento dell'organico del Dipartimento di prevenzione Fials Bat insiste sul potenziamento dell'organico del Dipartimento di prevenzione Somma: «Urgente un piano straordinario di assunzioni»
Covid, verso i 2000 ricoverati negli ospedali pugliesi Covid, verso i 2000 ricoverati negli ospedali pugliesi Si riduce la pressione sulle terapie intensive
Superati i 50mila casi positivi in Puglia dall'inizio dell'emergenza Superati i 50mila casi positivi in Puglia dall'inizio dell'emergenza Tasso di occupazione delle terapie intensive al 42%. 15 decessi nella Bat nelle ultime ore
Fials: «Nuove mascherine professionali, l'Asl ha accolto le nostre segnalazioni» Fials: «Nuove mascherine professionali, l'Asl ha accolto le nostre segnalazioni» Somma e Di Liddo: «Tutelare la salute e la sicurezza negli ambienti di lavoro deve restare una priorità»
1 L'Asl Bt replica alla Fials: «Inaccettabili le accuse di ritardi e mancanza di organizzazione» L'Asl Bt replica alla Fials: «Inaccettabili le accuse di ritardi e mancanza di organizzazione» Delle Donne: «Incredibile che in una fase di lavoro incessante su tutti i fronti si continui ad attaccare in questo modo»
95 nuovi ricoverati e 52 decessi nelle ultime 24 ore 95 nuovi ricoverati e 52 decessi nelle ultime 24 ore Quasi 50mila casi di positività in Puglia dall'inizio dell'emergenza
Cgil: «Le assunzioni di oss e infermieri siano stabili e durature» Cgil: «Le assunzioni di oss e infermieri siano stabili e durature» Obiettivo dell'organizzazione sindacale è il superamento del precariato
© 2001-2020 BisceglieViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BisceglieViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.