Consiglio comunale
Consiglio comunale
Politica

Le opposizioni: «Il consiglio si tenga in aula»

Sette consiglieri di minoranza chiedono che la discussione si svolga a Palazzo San Domenico

Sette consiglieri comunali di minoranza (Amendolagine, Capurso, Napoletano, Preziosa, Russo, Sasso e Spina) hanno protocollato al presidente della massima assise cittadina Gianni Casella e per conoscenza al sindaco Angelantonio Angarano oltre che agli altri componenti dell'assemblea una richiesta finalizzata allo svolgimento della riunione in programma lunedì 25 maggio (con inizio alle ore 16) in presenza nell'aula consiliare di Palazzo San Domenico anziché in videoconferenza come da convocazione (link all'articolo).

Secondo quanto riportato nell'istanza, l'articolo 73 del Decreto Legge 18/2020 non dispone l'obbligatorietà dello svolgimento in videoconferenza. Gli esponenti delle opposizioni (con la sola eccezione di Vittorio Fata, unico a non figurare tra i firmatari) hanno rimarcato la richiesta di convocazione del consiglio presentata martedì 19 maggio, con l'obiettivo di discutere il piano di lottizzazione della maglia 165, punto già calendarizzato nella riunione del 12 marzo e mai discusso, neppure in seconda convocazione il 16 marzo scorso «andata deserta per la mancanza della maggioranza e del numero legale».

Le minoranze hanno sottolineato, peraltro, come proprio in sala consiliare, nei giorni scorsi, si sia svolto un incontro coi rappresentanti delle attività produttive e posto l'accento sul fatto che le attività del parlamento e delle relative commissioni, oltre che dei consigli comunali di alcune città vicine (come Molfetta) si svolgano in aula, pur nel rispetto delle misure di sicurezza previste.

Secondo i sette firmatari «è palese che il consiglio possa essere convocato e svolgersi a Palazzo San Domenico, consentendo un dibattito e una visione più efficaci». In alternativa è stato proposto uno spostamento in altri immobili di proprietà comunale, come per esempio l'auditorium Santa Croce, una palestra scolastica o addirittura il PalaDolmen, «che garantiscano, per la loro ampiezza, le misure di distanziamento sociale».
  • Consiglio Comunale
  • consiglio comunale Bisceglie
Altri contenuti a tema
Piero Innocenti: «Mastelli anche a chi non paga la Tari» Piero Innocenti: «Mastelli anche a chi non paga la Tari» La proposta del consigliere comunale di maggioranza
Ospedale, Angarano: «Previsto ulteriore potenziamento» Ospedale, Angarano: «Previsto ulteriore potenziamento» Il Sindaco conferma quanto emerso durante il confronto in consiglio comunale con la partecipazione del Direttore generale Delle Donne
Maglia 165, i 5 Stelle: «Risposte contraddittorie alla nostra interrogazione» Maglia 165, i 5 Stelle: «Risposte contraddittorie alla nostra interrogazione» «Angarano & company sempre più schizofrenici politicamente»
1 Le opposizioni: «Volevamo l'annullamento della Tari per l'anno 2020» Le opposizioni: «Volevamo l'annullamento della Tari per l'anno 2020» «I biscegliesi saranno costretti a pagare due rate insieme. Un grande gesto di Angarano di aiutare chi è in difficoltà»
Consiglio comunale, il differimento Tari passa col voto contrario dell'opposizione tranne Fata Consiglio comunale, il differimento Tari passa col voto contrario dell'opposizione tranne Fata Angarano deluso dal comportamento delle minoranze: «Pagina nera in un momento già delicato»
Spina: «È dal 2017 che non si realizza un'opera pubblica a Bisceglie» Spina: «È dal 2017 che non si realizza un'opera pubblica a Bisceglie» Il consigliere di minoranza si scaglia ancora contro l'amministrazione
Consiglio comunale, l'amministrazione ritira il punto sul piano triennale delle opere pubbliche Consiglio comunale, l'amministrazione ritira il punto sul piano triennale delle opere pubbliche Decisione comunicata dal sindaco Angelantonio Angarano
Spina: «Piano delle opere pubbliche con un anno e mezzo di ritardo» Spina: «Piano delle opere pubbliche con un anno e mezzo di ritardo» L'ex sindaco preannuncia battaglia nel consiglio comunale in videoconferenza di lunedì
© 2001-2020 BisceglieViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BisceglieViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.