Operatrice sanitaria
Operatrice sanitaria
Economia e lavoro

Oss in scadenza, corsa contro il tempo per le stabilizzazioni

Cgil Bat chiede una proroga «almeno al 31 marzo al fine di non generare precariato su precariato»

Intervento della Cgil Bat sulla vicenda degli operatori socio sanitari in servizio nelle strutture dell'Asl Bt (compreso il Covid hospital "Vittorio Emanuele II" di Bisceglie) i cui contratti sono in scadenza il prossimo 31 gennaio.

«Si intende avviare un percorso finalizzato alla loro stabilizzazione o almeno alla proroga del loro rapporto di lavoro?» hanno chiesto dalla segreteria provinciale, dal coordinamento sanità e aziendale Asl Bt della Funzione pubblica Cgil Bat rivolgendosi alle istituzioni sanitarie regionali e alla Direzione generale dell'azienda sanitaria.

Ileana Remini - segretaria generale della Fp Cgil Bat -, Rosa Matera - segretaria provinciale di categoria -, Luigi Marzano e Michele Gorgoglione del coordinamento sanità e aziendale Asl Bt della Fp Cgil Bat hanno sottolineato la necessità di una soluzione in tempi rapidissimi «anche alla luce delle recenti indicazioni strategiche e operative fornite dal Dipartimento salute regionale alle singole Asl pugliesi con invito rivolto alle Direzioni Generali, nel rispetto della loro autonomia gestionale, a valutare la possibilità di prorogare di tutti i contratti degli Oss in scadenza a fine gennaio fino al 31 marzo 2021 al fine di completare una serie di procedure e verifiche, anche in seno alla III Commissione regionale sanità, utili a favorire il superamento del precariato e garantire continuità socio assistenziale nel corso dell'emergenza Covid.

Tutto ciò nel rispetto dei Piani di fabbisogno, attingendo dalla graduatoria dei vincitori del concorsone unico regionale Oss degli Ospedali riuniti di Foggia e favorendo una rapida ricognizione del personale in possesso dei requisiti previsti dalla Legge Madia (recente Decreto Milleproroghe) così da favorire il superamento del precariato con la sottoscrizione di contratti stabili a tempo indeterminato» hanno spiegato.

La Fp Cgil Bat ritiene quindi «utile e necessario invitare la Direzione Generale Asl Bat, guidata da Alessandro Delle Donne, a voler seguire le indicazioni operative regionali, al pari di quanto già fatto dall'Asl di Lecce e prorogare tutti i contratti in scadenza al 31 marzo 2021, al fine di non generare precariato su precariato come purtroppo sta accadendo mediante la sottoscrizione di contratti a tempo determinato per soli quattro mesi di altri Oss in sostituzione di personale già formato e assunto per l'emergenza Covid sin dalla prima ondata pandemica presso i reparti Covid della Asl Bt e in considerazione dell'aumento dei contagi in questa seconda ondata epidemica rispetto alle reali necessità socio-assistenziali».
  • sanità
  • ospedale Bisceglie
  • Cgil Bat
  • sanità Puglia
Altri contenuti a tema
Più guariti che nuovi casi nelle ultime ore in Puglia Più guariti che nuovi casi nelle ultime ore in Puglia Sono ancora oltre duemila i ricoverati negli ospedali
Covid, leggera salita del numero degli attualmente positivi a Bisceglie Covid, leggera salita del numero degli attualmente positivi a Bisceglie 8368 biscegliesi hanno già ricevuto almeno la prima dose vaccinale
Quasi 2200 positivi al Covid ricoverati negli ospedali pugliesi Quasi 2200 positivi al Covid ricoverati negli ospedali pugliesi Di questi, 283 occupano posti nelle terapie intensive
Si riduce il numero degli attualmente positivi ma resta alta l'occupazione dei posti in terapia intensiva Si riduce il numero degli attualmente positivi ma resta alta l'occupazione dei posti in terapia intensiva 5410 decessi registrati dall'inizio dell'emergenza epidemiologica
La Puglia al bivio tra zona rossa e arancione La Puglia al bivio tra zona rossa e arancione Lopalco spera nel passaggio già dalla prossima settimana: «Indice Rt sotto l'1 e incidenza sotto i 250 casi ogni 100mila abitanti»
Covid, quasi 1300 guariti in Puglia nelle ultime 24 ore Covid, quasi 1300 guariti in Puglia nelle ultime 24 ore Tasso di positività ai test superiore al 10%. Registrati 39 decessi
«La sanità che funziona». Gratitudine al personale del Covid hospital di Bisceglie «La sanità che funziona». Gratitudine al personale del Covid hospital di Bisceglie L'imprenditore Pino Magno racconta l'esperienza del ricovero nella struttura biscegliese
Covid, 815 casi su oltre 6000 test in Puglia nelle ultime 24 ore Covid, 815 casi su oltre 6000 test in Puglia nelle ultime 24 ore Stabile il dato dei ricoverati, scendono gli attualmente positivi
© 2001-2021 BisceglieViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BisceglieViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.