Eirene Fest. <span>Foto Serena De Musso</span>
Eirene Fest. Foto Serena De Musso
Attualità

Parte a Bisceglie l’EireneFest, festival del libro per la pace e la non violenza

Già in mattinata alcuni studenti e studentesse del liceo hanno dialogato con gli organizzatori e le organizzatrici dell'evento

Avviati ufficialmente i lavori dell'Eirene fest con una cerimonia di inaugurazione. Bisceglie la prima città ad aprire le danze con l'iniziativa su scala locale seguita da Firenze e Valdarno. L'edizione nazionale a Roma, invece, partirà il 31 maggio per terminare il 2 giugno.

In mattinata gli studenti e le studentesse del liceo da Vinci hanno incontrato Antonio Mazzeo, Don Giovanni Ricchiuti, presidente di Pax Christi, Antonella Morga, Gabriella Falcicchio, Michele Lucivero, per una chiacchierata sul tema della nonviolenza intitolata "Dove va la scuola? Percorso di educazione alla pace".

Durante la cerimonia d'apertura svoltasi nella sala della bifora del castello Svevo-Angioino, dopo l'intervento introduttivo di padre Alex Zanotelli sulla nonviolenza le parole del sindaco Angelantonio Angarano sulla crescente indifferenza con cui ormai si assiste inermi a stragi umanitarie. L'invito è alla resistenza e al sostegno alla tenacia delle associazioni.

«I Governi devono tornare ad ascoltare la gente, che protesta, che inonda le piazze e che vuole la pace. La scuola in questo svolge un ruolo fondamentale, nella formazione dello spirito critico. La conoscenza è l'unico strumento che può permetterci di raggiungere la nonviolenza» ha dichiarato.

«Bisogna prendere le distanze dal pensiero che la guerra sia la soluzione dei conflitti. Se siamo in grado di immaginare una umanità che dialoghi attraverso la violenza, possiamo e dobbiamo educarci ad immaginare un'umanità che scelga la strada della nonviolenza» ha aggiunto Monsignor Giovanni Ricchiuti alla conclusione della cerimonia.

Un'occasione di riflessione e di dialogo ma soprattutto un invito all'azione: durante l'evento è stata infatti promossa la raccolta di firme intitolata "Art.4: stop alla tortura e ai trattamenti degradanti alle frontiere d'Europa" volta a richiedere ulteriori garanzie in tema di diritti umani fondamentali per persone migranti e richiedenti asilo tramite l'istituzione di meccanismi di monitoraggio (link alla petizione).

A seguire, la sala della bifora ha ospitato la presentazione della mostra "Le Bandiere della Pace" con un approfondimento a cura di Anpi Bisceglie sul tema "Donne e Resistenza - Dalla guerra alla difesa della Costituzione". Hanno partecipato alla conversazione Silvia Folchi, Presidente dell'Anpi Sezione di Siena e documentarista (da remoto), Giuseppe Chiodo, presidente della Sezione Anpi di Minervino, la presidente di Anpi Bisceglie, Rosalba d' Addato e Lucio Dabbicco, docente dell'Asso Pace di Bari.

«Alla cultura della guerra e alla martellante narrazione bellicistica possiamo rispondere dal basso, insieme, tessendo relazioni e connessioni su altre modalità di convivenza possibili, non violente e disarmate. A Bisceglie è nata così una bella rete di sogni possibili» ha commentato ai microfoni di Viva Rosa Siciliano, organizzatrice dell'Eirene Fest biscegliese assieme a Michele Lucivero, nonché componente dell'associazione Mosaico di Pace.
  • Amnesty International Bisceglie
  • Pax Christi Bisceglie
  • Rete dei diritti
  • Anpi Bisceglie
Altri contenuti a tema
Restituita alla cittadinanza la panchina gialla dei diritti umani Restituita alla cittadinanza la panchina gialla dei diritti umani Alla presenza di una nutrita folla di cittadini, il gruppo Amnesty International di Bisceglie e il sindaco hanno reinaugurato il presidio
Nuova vita alla panchina dei diritti umani per i 63 anni di Amnesty International Nuova vita alla panchina dei diritti umani per i 63 anni di Amnesty International Martedì 28 maggio la reinaugurazione in piazza San Francesco
Amnesty Bisceglie: «A 76 anni dalla Nakba si consuma una nuova catastrofe» Amnesty Bisceglie: «A 76 anni dalla Nakba si consuma una nuova catastrofe» La nota dell'associazione
Carlo Greppi presenta alle Segherie la storia dell’ “Uomo di poche parole” che salvò Primo Levi Carlo Greppi presenta alle Segherie la storia dell’ “Uomo di poche parole” che salvò Primo Levi Stasera 7 maggio alle 19 l’evento con ANPI Bisceglie
Conclusa la prima edizione dell'EireneFest: Bisceglie una comunità che sceglie di attivarsi - LE FOTO Conclusa la prima edizione dell'EireneFest: Bisceglie una comunità che sceglie di attivarsi - LE FOTO Sulle note del Cantiere Comune Mediterraneo è terminata la prima edizione del festival del libro per la pace e la nonviolenza
Eirenefest a Bisceglie: il programma completo Eirenefest a Bisceglie: il programma completo Tante le attività organizzate dal 3 al 5 maggio da diverse associazioni del territorio
Benedetta Tobagi racconta a Bisceglie le donne della Resistenza - INTERVISTA Benedetta Tobagi racconta a Bisceglie le donne della Resistenza - INTERVISTA Durante la presentazione patrocinata dall'Anpi, intervenuto anche il collettivo cittadino per le questioni di genere
Amnesty, il nuovo direttivo della Circoscrizione Puglia-Matera Amnesty, il nuovo direttivo della Circoscrizione Puglia-Matera Eletti anche i biscegliesi Raffaele Gabriele De Candia e Anna Serena de Musso ad affiancare Danilo Loconsole e Luigi Giancola
© 2001-2024 BisceglieViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BisceglieViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.