Operatori sanitari
Operatori sanitari
Attualità

Pioggia di assunzioni in sanità: previsti 2500 OSS e duemila tra medici e infermieri

Il primo concorso unico regionale da bandire sarà quello per l'assunzione infermieri

Il presidente della regione Puglia Michele Emiliano, ha incontrato giovedì, col direttore del dipartimento politiche della salute Vito Montanaro e il consigliere del presidente Domenico De Santis, insieme ai dirigenti dell'assessorato competenti, i sindacati sui temi della sanità.

«L'incontro - ha detto Emiliano - è stato estremamente importante per fare il punto con tutte le organizzazioni sindacali sullo stato di attuazione del programma in sanità.
Gli sforzi fatti nel corso degli ultimi anni ci consentiranno a breve di uscire dal piano operativo e l'affidabilità delle azioni della Puglia ci consentirà di fare finalmente migliaia di assunzioni di medici, infermieri e operatori sanitari.
Questo in più consentirà di ottenere da parte del ministero il via libera alla costruzione di due nuovi ospedali e altri saranno probabilmente autorizzati nei giorni a venire.
L'insieme di queste azioni è finalizzato all'abbattimento delle liste di attesa, perché ci si augura che con il nuovo personale si possa più velocemente rispondere alle domande dell'utenza».

«Giovedì - ha spiegato Montanaro - abbiamo incontrato tutte organizzazioni sindacali distribuite su tre tavoli, alle quali è stata presentata l'attività che il dipartimento intende svolgere nel corso dell'ultimo anno della consiliatura, sulla base degli obiettivi individuati dal presidente e dalla giunta regionale.
La durata dell'incarico del direttore di dipartimento ha reso necessaria la individuazione di obiettivi chiari e condivisi con le organizzazioni sindacali.

Questi sono essenzialmente: la chiusura definitiva del percorso che ci porterà fuori dal piano operativo per reimpossesarci della completa autonomia nella gestione strategica e organizzativa del sistema sanitario regionale, il piano di riordino ospedaliero che dovrà essere implementato entro il 31 dicembre 2020, il piano di riordino territoriale che dovrà seguire le sorti di quello ospedaliero, il piano delle assunzioni e il piano di abbattimento delle liste di attesa, anche attraverso la riorganizzazione dei sistemi di prenotazione.

Con riferimento al piano assunzionale, si prevede l'assunzione 2.500 OSS, oltre 1000 infermieri, circa 1000 medici.
Il primo concorso unico regionale da bandire sarà quello per l'assunzione infermieri, coordinato dalla Asl Bari insieme con il Policlinico e con l'Irccs De Bellis di Castellana, La procedura di assunzione degli OSS, a cura degli ospedali riuniti di Foggia, presumibilmente finirà entro l'anno».
  • Regione Puglia
  • sanità
  • concorsi
  • sanità Puglia
Altri contenuti a tema
«Così l'ospedale di Bisceglie mi ha salvato la vita» «Così l'ospedale di Bisceglie mi ha salvato la vita» La storia di una paziente
Curare è... curare anche i timori dell'anima Curare è... curare anche i timori dell'anima La riconoscenza di una cittadina biscegliese nei confronti del medico che l'ha seguita
1 21 milioni per lo sport dalla regione. La presentazione a Bisceglie in una sala gremita 21 milioni per lo sport dalla regione. La presentazione a Bisceglie in una sala gremita Parterre nutrito, interessato e di altissimo livello a Palazzo Tupputi
Zes adriatica, Bisceglie ci prova Zes adriatica, Bisceglie ci prova Rappresentanti del comune alla riunione con l'assessore regionale Borraccino
Angarano in Commissione sanità: «Eliminare la chiusura del punto nascita e scongiurare quella di cardiologia a Bisceglie» Angarano in Commissione sanità: «Eliminare la chiusura del punto nascita e scongiurare quella di cardiologia a Bisceglie» Il sindaco in audizione: «Il nostro ospedale è cerniera tra territori vasti»
5 Stelle: «Stanchi delle bugie di Emiliano sull'ospedale di Bisceglie» 5 Stelle: «Stanchi delle bugie di Emiliano sull'ospedale di Bisceglie» I consiglieri regionali Galante e Conca: «Il ministero non c'entra nulla»
Fials Bat: «Necessario riclassificare l'ospedale di Bisceglie al primo livello» Fials Bat: «Necessario riclassificare l'ospedale di Bisceglie al primo livello» «L'offerta sanitaria della provincia deve essere potenziata»
Il Movimento 5 Stelle: «Ecco la verità sull'ospedale di Bisceglie» Il Movimento 5 Stelle: «Ecco la verità sull'ospedale di Bisceglie» Interviste alle parlamentari Galizia e Piarulli e al consigliere regionale Di Bari
© 2001-2019 BisceglieViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BisceglieViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.