Operatore socio sanitario
Operatore socio sanitario
Economia e lavoro

Vertenza Oss Bat, l'Usppi esulta: «160 precari sono salvi»

Brescia: «Saranno ricollocati nei ranghi di Sanitaservice»

«Circa 160 operatori socio sanitari dell'Asl Bt "licenziati" lo scorso febbraio a causa della scadenza del contratto di lavoro saranno ricollocati nei ranghi di Sanitaservice». Lo ha annunciato il biscegliese Nicola Brescia, segretario regionale dell'Usppi, rimarcando con viva soddisfazione: «I precari sono salvi. Un bando per 50 unità (al momento) sarà reso pubblico nei prossimi giorni».

Il leader dell'organizzazione sindacale ha comentato l'esito del tavolo regionale riguardo la vertenza: «Era impensabile ottenere un simile risultato - hanno sostenuto Brescia e il segretario provinciale Usppi Sebastiano Azzaro - eppure d'intesa con il Commissario Straordinario Asl Bt Alessandro Delle Donne è stata trovata una soluzione storica, grazie soprattutto all'apporto della task force e al presidente Leo Caroli, che ringraziamo pubblicamente per il raggiungimento di un accordo epocale a tutela dei lavoratori precari».

Secondo quanto riferito dall'Usppi «i 160 operatori socio sanitari allontanati in febbraio confluiranno nell'ausiliariato, attraverso una domanda di partecipazione alla manifestazione d'interesse aziendale, nell'organico di Sanitaservice Asl/Bt, con contratto a tempo pieno per sei mesi che sarà poi trasformato a tempo indeterminato. Un'operazione lunga e difficile che ha trovato una sintesi a cui seguiranno atti definitivi dell'azienda sanitaria locale in periodi celeri, con esiti finali e prerogative occupazionali stabili per tutti entro e non oltre il mese di ottobre.
La platea interessata riguarda 160 lavoratori che potranno avere garantito un domani lavorativo certo e stabile».
  • Asl Bt
  • sanità
  • sanità Puglia
Altri contenuti a tema
Covid in Puglia, numeri stabili nelle ultime ore Covid in Puglia, numeri stabili nelle ultime ore Registrati 541 casi positivi
118, Ventola: «Fondamentale riconoscere Trani e Canosa come "zone carenti"» 118, Ventola: «Fondamentale riconoscere Trani e Canosa come "zone carenti"» Il consigliere regionale: «Bisogna garantire i servizi con più medici a bordo delle ambulanze e mantenere le postazioni fisse di Minervino e Spinazzola»
118, l'Asl Bt: «L'assetto delle postazioni resterà invariato» 118, l'Asl Bt: «L'assetto delle postazioni resterà invariato» L'esito del tavolo di confronto con i Sindaci dei dieci Comuni della Provincia
Covid in Puglia, 16 decessi rilevati nelle ultime ore Covid in Puglia, 16 decessi rilevati nelle ultime ore Stabile il dato dei ricoverati
Scomparsa Sinigaglia, le testimonianze di cordoglio dal territorio Scomparsa Sinigaglia, le testimonianze di cordoglio dal territorio Le parole di politici e rappresentanti delle istituzioni
Silvestris: «Non ci sono abbastanza parole per ringraziare Andrea Sinigaglia» Silvestris: «Non ci sono abbastanza parole per ringraziare Andrea Sinigaglia» «In prima linea durante il Covid, si è impegnato per garantire cure e servizi»
Morte Sinigaglia, l'Asl Bt: «Andrea c'era sempre e per tutti» Morte Sinigaglia, l'Asl Bt: «Andrea c'era sempre e per tutti» Nota dell'azienda sanitaria: «Le nostre lacrime sono per lui»
1 È morto il dottor Andrea Sinigaglia È morto il dottor Andrea Sinigaglia Già direttore medico dell'ospedale di Bisceglie, ora alla guida del "Bonomo" di Andria, è stato stroncato da un infarto
© 2001-2022 BisceglieViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BisceglieViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.