Orologio di Giorgio De Chirico
Orologio di Giorgio De Chirico
Memorie di un amore

Colloquio con l'assente

Le poesie di Liliana Salerno

Detesto la Tristezza,
longevo Amore,
ma non ho altro da donarti.
Vedi come le parole
nutrono i silenzi:
sono cent'anni,
che, impavidi salottieri
guardiamo le stelle
e ci domandiamo
come sarà il reale:
ogni volta che incontro un uomo,
questi mi porta a guardare il mare,
come se il mare sapesse
parlare d'altro che di Te.
Ed ogni volta il mare
che dovrebbe parlarmi di Lui
e di un Amore nascente,
non coinvolto con altro
che il presente,
invece, a dispetto dell'attimo,
che dovrei vivere, fuggente,
mi parla di Te,
e mi riporta indietro,
a storie d'uragani
e tempeste già vissute:
le letterarie tempeste
dei nostri sguardi silenti,
che hanno fatto ammutolire
il Tempo e gelare le Stelle.
Se fossi qui, sarebbe giorno,
ma il giorno nuovo,
promesso dalle Scritture:
quello che ha giustificato
le attese impossibili,
che ha reso ciechi
gli occhi della Sfinge
e sbuffato fuoco,
sulle pedine inconsapevoli
della Storia.
Se tutti i violini degli Ebrei,
potessero cantare in coro,
canterebbero,
con improvvisa gioia dionisiaca
del Nostro Amore,
sopravvissuto al Tempo;
non delle tristezze e degli orrori.
Tutti gli orrori del mondo,
quelli catalogati dalla Storia
che nulla nega
al dominio della Memoria,
né trovano riparo,
se la Tua luce offusca il mondo.
Tra Me e Te,
non ci sono né spazi,
né distanze,
e perfino quest'Assenza
che ci inganna,
che fa di Te
l'Uomo di un'altra Donna,
e di Me una voce straniera
non è che un Lapsus,
un incidente,
un disguido del reale,
non del tutto conscio del senso
delle Nostre esistenze.
Il capriccio del caso
ci allontana,
ma negli spazi senza limiti,
che tornano a Noi, Nostri,
se lo vogliamo.
Dunque, la Tua Assenza,
la fisica Assenza,
non rende vani
i Nostri soliloqui,
anzi, li solidifica,
come assurde certezze.
Per questo, di tanto Amore
mi è rimasto un Dono,
il solo che possa ancora,
in fede, testimone
del mio bene,
parlarti della mia ultima
dolcezza: la Tristezza.
  • Liliana Salerno
  • memorie di un amore
Memorie di un amore

Memorie di un amore

Le poesie di Liliana Salerno su BisceglieViva

Indice rubrica
Giornata della memoria 4 maggio 2021 Giornata della memoria
Un forse... 27 aprile 2021 Un forse...
Amore cieco 20 aprile 2021 Amore cieco
Le ceneri 13 aprile 2021 Le ceneri
Assenza 6 aprile 2021 Assenza
Colpo di fulmine 2 aprile 2021 Colpo di fulmine
San Valentino 30 giugno 2020 San Valentino
Altri contenuti a tema
Giornata della memoria Giornata della memoria La poesia di Liliana Salerno, dedicata a Marco Tempesta
Un forse... Un forse... Le poesie di Liliana Salerno
Amore cieco Amore cieco Le poesie di Liliana Salerno
Le ceneri Le ceneri Le poesie di Liliana Salerno
Assenza Assenza Le poesie di Liliana Salerno
Colpo di fulmine Colpo di fulmine Le poesie di Liliana Salerno
"Memorie di un amore", la poesia torna protagonista su BisceglieViva "Memorie di un amore", la poesia torna protagonista su BisceglieViva Riparte la seguitissima rubrica di Liliana Salerno, al lavoro su un nuovo progetto per i lettori
Piero ha un buco nella testa Piero ha un buco nella testa Rubrica a cura di Liliana Salerno
© 2001-2021 BisceglieViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BisceglieViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.