Pallone da basket (repertorio). <span>Foto Cristina Pellegrini</span>
Pallone da basket (repertorio). Foto Cristina Pellegrini
Basket

Lions Bisceglie-Roseto, il match program

Sfida affascinante per il giovane team di coach Fabbri al cospetto di una delle formazioni accreditate per il salto di categoria

Senza soluzione di continuità. Si gioca praticamente sempre, in questo torneo di Serie B Nazionale Old Wild West: un calendario fitto, specie nel mese di novembre, per le 18 protagoniste del girone B. I Lions Bisceglie, mercoledì 1° novembre, incroceranno la Pallacanestro Roseto, senza dubbio fra le compagini meglio attrezzate e considerate da tutti gli addetti ai lavori fra le pretendenti al salto di categoria. Un impegno complicato, uno scontro stuzzicante per la giovane squadra allenata da Enrico Fabbri, che guarda con amarezza ad una situazione di classifica decisamente bugiarda (2-4) rispetto a quanto proposto sul campo in queste prime sei giornate di campionato.

I NERAZZURRI

La battuta d'arresto maturata sul parquet di Jesi fa rabbia esattamente come la sconfitta di strettissima misura a Ravenna e in casa contro Fabriano. Alex Ouandie e compagni lavorano quotidianamente con enorme tenacia e professionalità: l'obiettivo prioritario è compiere in fretta quei passi necessari per dare concretezza a quanto si costruisce in allenamento e durante le partite. Un processo di crescita costante che il gruppo, la cui età media è molto bassa, intende velocizzare per non perdere ulteriori occasioni di fare risultato e scalare posizioni in graduatoria. Quanto alle condizioni fisiche del team, sono considerate complessivamente buone dallo staff medico. Manuel Saladini si è lasciato alle spalle le noie muscolari che lo hanno limitato la scorsa settimana. Le tante partite ravvicinate costituiscono un inevitabile stress per tutti i giocatori e sottraggono tempo allo studio degli avversari e alla preparazione tattica.

LE PAROLE DI COACH FABBRI

«C'è tanto lavoro, soprattutto individuale, da fare per colmare il gap di esperienza ma del resto lo sapevamo ed è importante restare tranquilli. Qualche sbavatura difensiva andrà eliminata perché permette agli avversari di mantenere le redini delle gare. Le sconfitte muoiono orfane e le vittorie hanno mille padri: dobbiamo saper leggere sia nel bicchiere mezzo pieno che in quello mezzo vuoto e riuscire a trasformare le buone prestazioni in un numero maggiore di vittorie. Roseto? Fortissima, allenata da un grande tecnico, costruita con un obiettivo chiaro. Noi dovremo giocare divertendoci, facendo ciò che sappiamo, consapevoli che se ci esprimiamo in un certo modo possiamo rendere la vita difficile a tutti».

GLI AVVERSARI

Roseto vuole l'A2. La società lo ha dimostrato allestendo un roster di altissimo lignaggio e affidandolo a coach Franco Gramenzi, 60 anni e dieci promozioni in carriera. Il nome più altisonante è senz'ombra di dubbio quello di Vangelis Mantzaris, 33 anni: il play-guardia greco è il giocatore con il miglior palmares dell'intera Serie B Nazionale, avendo conquistato (e da protagonista) per ben due volte l'Eurolega con la canotta dell'Olympiakos oltre a tre scudetti in patria e ad aver giocato per la nazionale ellenica due Mondiali e due Europei. Un ingaggio clamoroso che nobilita la categoria e rende perfettamente l'idea rispetto alle ambizioni del club abruzzese. L'esterno Marco Santiangeli è l'unico confermato. Il mercato ha portato un altro crack, l'ex Nardò Mitchell Poletti: top scorer con 14.7 punti di media, ha saltato gli ultimi tre incontri e non è chiaro se sarà in campo al PalaDolmen. Nuovo arrivato anche l'ucraino ed Dimitri Klyuchnyk, centro di ruolo l'anno scorso a Ozzano al quale si affianca il nativo del Camerun Georges Tamani. Sul perimetro agiscono l'ex Salerno Alessio Donadoni (10.7 punti per gara in questo scorcio iniziale di stagione) e il 23enne Vincenzo Guaiana, guardia che era in A2 a Trapani. Molto spazio (quasi 29 minuti di media) se l'è ritagliato anche il playmaker classe 2002 Giordano Durante.

ARBITRI E UFFICIALI DI CAMPO

Il match sarà arbitrato da Andrea Mammoli di Perugia e Marco Palazzo di Campobasso. Il tavolo degli ufficiali sarà composto da Federica Camisa di Brindisi (segnapunti), Valeria Di Serio (cronometrista) e Monica Piliego di Brindisi (addetto ai 24").

MODALITÀ DI INGRESSO

Il prezzo unico del tagliando per la singola gara interna della compagine biscegliese è fissato a 10 euro. Non sono previsti ridotti. L'ingresso al PalaDolmen è gratuito per i minori di 18 anni al giorno della partita, previa esibizione di un documento d'identità, e tutti i tesserati del settore giovanile. Gli abbonati godranno per l'intera la stagione dello sconto del 15% in tutti i ristoranti Old Wild West, title sponsor di Lega Nazionale Pallacanestro, mentre i possessori di biglietto, presentando il titolo in cassa, potranno usufruire della stessa riduzione sul prezzo della consumazione.

COPERTURA MEDIA

L'incontro sarà trasmesso in diretta streaming a partire dalle ore 17:45 sulla piattaforma OTT a pagamento Lnp pass (tutte le informazioni sui costi al sito https://lnppass.legapallacanestro.com). Telecronaca di Vito Troilo e Luca Ferrante, regìa di Andrea Di Molfetta, organizzazione a cura di Antonio Lopopolo.
Altri contenuti a tema
Lions Basket Bisceglie, il bilancio della stagione con il presidente Nicola Papagni Lions Basket Bisceglie, il bilancio della stagione con il presidente Nicola Papagni «Faremo tesoro delle esperienze di quest’annata per crescere ancora. Garantiremo sempre una pallacanestro di livello in città»
Domenica e lunedì al PalaDolmen la Final Four di Coppa Puglia Under 17 Eccellenza Domenica e lunedì al PalaDolmen la Final Four di Coppa Puglia Under 17 Eccellenza In campo i padroni di casa dei Lions Bisceglie, Molfetta Ballers, Action Now! Monopoli e New Basket Lecce
La Biotec Bisceglie fa sua anche gara 3 e guadagna la salvezza La Biotec Bisceglie fa sua anche gara 3 e guadagna la salvezza I nerazzurri piazzano il colpo decisivo e centrano l’agognato obiettivo
Biotec Bisceglie, match point salvezza Biotec Bisceglie, match point salvezza Nerazzurri sul parquet di Vicenza per gara3 del primo turno playout
La Biotec Bisceglie strappa anche gara2 dei playout e avvicina il traguardo salvezza La Biotec Bisceglie strappa anche gara2 dei playout e avvicina il traguardo salvezza Il team nerazzurro, privo di Rubinetti e Divac, piega Vicenza con una prestazione maiuscola. Necessaria un’altra vittoria per restare in B Nazionale
La Biotec Bisceglie fa sua gara1 dei playout La Biotec Bisceglie fa sua gara1 dei playout I nerazzurri superano Vicenza davanti ad un PalaDolmen gremito. Saranno di nuovo in campo mercoledì 1° maggio alle 18:30
L’operazione salvezza della Biotec Bisceglie comincia lunedì 29 con gara1 al PalaDolmen L’operazione salvezza della Biotec Bisceglie comincia lunedì 29 con gara1 al PalaDolmen I nerazzurri affrontano Vicenza nei playout. Ingresso gratuito sugli spalti e grande mobilitazione per sostenere la squadra di coach Origlio
Biotec main sponsor dei Lions Bisceglie per i playout Biotec main sponsor dei Lions Bisceglie per i playout L’azienda con sede a Molfetta sarà al fianco del team nerazzurro nella fase conclusiva della stagione
© 2001-2024 BisceglieViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BisceglieViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.