Azione di gioco fra Bisceglie e Siracusa. <span>Foto Bartolomeo Pasquale</span>
Azione di gioco fra Bisceglie e Siracusa. Foto Bartolomeo Pasquale
Calcio

Nessun gol fra Bisceglie e Siracusa ma la salvezza è dietro l'angolo

Le due squadre impattano zero a zero ma allungano sulla Paganese sconfitta a Cava de Tirreni

Un pareggio che è andato più che bene a Bisceglie e Siracusa, consce ormai di una salvezza assicurata in virtù del poker patito dal fanalino di coda Paganese a Cava dei Tirreni. Mister Rodolfo Vanoli ha confermato l'undici che ha ben impattato nella trasferta di Monopoli con il recupero di Triarico pronto a riprendere il proprio posto dal primo minuto nel 3-5-2 disposto dal tecnico varesino con Jovanovic accomodatosi in panchina; ancora out Zigrossi. Dall'altro canto ha fatto invece discutere la panchina di Catania e Tiscione, elementi di esperienza della compagine aretusea di Ezio Raciti. Curiosità per il ritorno tra i pali del "Gustavo Ventura" di Diamante Crispino, ex nerazzurro mai dimenticato dai precedenti tifosi.

Non è accaduto nulla di rilevante nei primi minuti di gara e per registrare la prima occasione da gol si è dovuto attendere il diciassettesimo con la fucilata rasoterra di Vazquez dai quindici metri, smanacciata da Cerofolini in angolo.

Una prima frazione contrassegnata dai fraseggi rapidi degli ospiti che spesso hanno disorientato la retroguardia biscegliese, lesta a spazzare i pericoli siciliani. Alla mezz'ora il risveglio degli stellati con la combinazione Risolo-Starita con l'attaccante ex Pro Piacenza che in progressione sotto rete si è fatto murare da Crispino. Sugli sviluppi del corner seguente la girata di Risolo ha trovato innanzi la deviazione di un attaccante nerazzurro, pescato in fuorigioco.

Al quarantesimo ultima ghiotta chance di una frazione senza scossoni con il cross basso di Daffara dal versante destro: pallone che ha attraversato l'area piccola davanti a Cerofolini senza subire alcun patema.

Si è ricominciata la ripresa con le stesse squadre del primo tempo. Determinato l'avvio dei viaggianti con il colpo di testa lieve di Federico Vazquez, lesto ad approfittare dell'uscita sbilenca di Cerofolini sugli sviluppi di un lungo traversone dalla sinistra. All'ora di gioco punizione di Vittorio Triarico dalla destra; il pallone è rimbalzato davanti a Longo che di petto ha provato a sorprendere Crispino, a sua volta attento sulla linea di porta.

Il primo avvicendamento è di marca nerazzurra con Giacomarro che è tornato in campo dopo un mese e mezzo in luogo di Parlati, mentre gli azzurri hanno risposto con un triplice cambio allo scopo di aumentare la pressione: Cognini per Vazquez, Catania per Talamo e Parisi per Souaré hanno provato a ravvivare la manovra aretusea pur senza pungere concretamente l'ordinata retroguardia stellata.

Nemmeno il cambio fra Luigi Cuppone, spesso fermato in fase di contropiede, e Jovanovic ha dato la giusta impronta in chiave offensiva con due formazioni che si sono date ad una strategia di puro contenimento accontentandosi di un pareggio che fa vedere la permanenza in serie C non più come un miraggio.

BISCEGLIE-SIRACUSA 0-0

Bisceglie (3-5-2): 1 Cerofolini, 3 Mastrilli, 5 Markic, 8 Parlati (dal 70° 23 Giacomarro), 10 Starita (dall'88° 7 Dellino), 11 Cuppone (dall'81° 20 Jovanovic), 15 Longo (dall'88° 2 Calandra), 18 Triarico, 19 Risolo, 24 Bangu, 28 Giron. Allenatore: Rodolfo Vanoli. A disposizione: 22 Vassallo, 4 Bottalico, 6 Maccarrone, 14 Camporeale, 16 Beghdadi, 17 Cuomo, 25 Casella.
Siracusa (4-4-2): 1 Crispino, 3 Fricano (dall'89° 2 Boncaldo), 6 Turati, 8 Palermo, 9 Vazquez (dal 73° 16 Cognini), 11 Talamo (dal 73° 10 Catania), 13 Daffara, 15 Di Sabatino, 25 Bruno, 26 Russini (dall'83° 5 Del Col), 30 Talla (dal 73° 4 Parisi). Allenatore: Ezio Raciti. A disposizione: 12 D'Alessandro, 16 Cognini, 19 Tiscione, 21 Tuninetti, 23 Rizzo.
Arbitro: Gino Garofalo di Torre del Greco.
Assistenti: Marco Carrelli di Campobasso, Veronica Martinelli di Seregno.
Note: spettatori 284, incasso 2701 euro. Ammoniti: Markic (63°). Calci d'angolo 1-2.
  • Bisceglie calcio
  • Serie C
  • Bisceglie-Siracusa
Altri contenuti a tema
Catanzaro eliminato, il Catania la spunta sul Potenza nei playoff di Serie C Catanzaro eliminato, il Catania la spunta sul Potenza nei playoff di Serie C Fuori la Viterbese. Il Trapani entra in gioco: otto squadre per due posti in B
Sportilia avanza, ora la finale playoff con Capurso Sportilia avanza, ora la finale playoff con Capurso La vincente della doppia sfida si giocherà la promozione in B2 con l'Adriatica Trani
Bisceglie-Paganese, l'appello di Nicola Canonico ai tifosi Bisceglie-Paganese, l'appello di Nicola Canonico ai tifosi Il patron nerazzurro chiama gli appassionati a raccolta
Sportilia, una finale playoff da conquistare Sportilia, una finale playoff da conquistare Sfida di ritorno col Fasano sul rettangolo del PalaDolmen
Bisceglie, Djoulou salta la gara di ritorno con la Paganese Bisceglie, Djoulou salta la gara di ritorno con la Paganese Due giornate di squalifica per l'attaccante nerazzurro. Gli avversari dovranno fare a meno di Dellafiore
Il Bisceglie si gioca tutto Il Bisceglie si gioca tutto Sabato al "Ventura" il ritorno del turno playout con la Paganese. Bisogna vincere per non retrocedere
Sportilia vince a Fasano e ipoteca la finale playoff Sportilia vince a Fasano e ipoteca la finale playoff Mercoledì il ritorno al PalaDolmen
Bisceglie, solo la vittoria per evitare la caduta in D Bisceglie, solo la vittoria per evitare la caduta in D Primo round alla Paganese che ora ha due risultati su tre a disposizione
© 2001-2019 BisceglieViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BisceglieViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.