L'ospedale di Molfetta
L'ospedale di Molfetta
Cronaca

Bufera assenteismo sull'ospedale di Molfetta: 30 indagati, in 12 agli arresti

Coinvolti dirigenti medici, personale paramedico e impiegati

È destinato inevitabilmente a far discutere, specie alla luce dell'altissima attenzione sulle ripercussioni del piano di riordino ospedaliero presentato dalla regione Puglia e approvato dal ministero della salute, quanto emerso nella mattinata di lunedì 8 luglio.

La Guardia di Finanza ha posto sotto indagine 30 persone tra dirigenti medici, personale paramedico, impiegati amministrativi, tecnici manutentori dell'ospedale "Don Tonino Bello" di Molfetta oltre che un soggetto esterno all'Asl Bari. Le accuse, a vario titolo, spaziano dalla truffa aggravata ai danni di ente pubblico alla falsità ideologica commessa da pubblico ufficiale, dall'abuso d'ufficio al peculato.

Secondo quanto ricostruito dalle Fiamme Gialle, i dipendenti, pur timbrando il cartellino d'ingresso, sarebbe risultati assenti durante l'orario di lavoro nel nosocomio molfettese. I finanzieri, al termine di complesse e articolate indagini, avrebbero scoperto un sistema di fraudolenta solidarietà per timbrare il cartellino e assentarsi dal lavoro durante l'orario di servizio.

Convocata per le 11:00 una conferenza stampa negli uffici della Procura della Repubblica di Trani, durante la quale saranno diffusi ulteriori dettagli in merito al caso che ha suscitato commenti, soprattutto a Bisceglie, in una fase di fortissime tensioni a seguito della decisione - contestatissima - di non concedere al "Vittorio Emanuele II" lo status di ospedale di primo livello e soprattutto di chiudere il punto nascita col reparto di ostetricia e ginecologia.
  • Regione Puglia
  • Molfetta
Altri contenuti a tema
Pioggia di assunzioni in sanità: previsti 2500 OSS e duemila tra medici e infermieri Pioggia di assunzioni in sanità: previsti 2500 OSS e duemila tra medici e infermieri Il primo concorso unico regionale da bandire sarà quello per l'assunzione infermieri
1 21 milioni per lo sport dalla regione. La presentazione a Bisceglie in una sala gremita 21 milioni per lo sport dalla regione. La presentazione a Bisceglie in una sala gremita Parterre nutrito, interessato e di altissimo livello a Palazzo Tupputi
Zes adriatica, Bisceglie ci prova Zes adriatica, Bisceglie ci prova Rappresentanti del comune alla riunione con l'assessore regionale Borraccino
Angarano in Commissione sanità: «Eliminare la chiusura del punto nascita e scongiurare quella di cardiologia a Bisceglie» Angarano in Commissione sanità: «Eliminare la chiusura del punto nascita e scongiurare quella di cardiologia a Bisceglie» Il sindaco in audizione: «Il nostro ospedale è cerniera tra territori vasti»
5 Stelle: «Stanchi delle bugie di Emiliano sull'ospedale di Bisceglie» 5 Stelle: «Stanchi delle bugie di Emiliano sull'ospedale di Bisceglie» I consiglieri regionali Galante e Conca: «Il ministero non c'entra nulla»
Fials Bat: «Necessario riclassificare l'ospedale di Bisceglie al primo livello» Fials Bat: «Necessario riclassificare l'ospedale di Bisceglie al primo livello» «L'offerta sanitaria della provincia deve essere potenziata»
Il Movimento 5 Stelle: «Ecco la verità sull'ospedale di Bisceglie» Il Movimento 5 Stelle: «Ecco la verità sull'ospedale di Bisceglie» Interviste alle parlamentari Galizia e Piarulli e al consigliere regionale Di Bari
Spina soddisfatto per la risoluzione positiva della questione punto nascita Spina soddisfatto per la risoluzione positiva della questione punto nascita «Ora lottiamo tutti uniti per ottenere il primo livello»
© 2001-2019 BisceglieViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BisceglieViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.