Solidarietà
Solidarietà
Scuola

I bambini del quarto circolo consegnano doni natalizi alla Caritas

Iniziativa inclusa nel progetto "I colori delle emozioni"

Li hanno scelti uno ad uno, tra quelli che riempiono gli scaffali dei grandi magazzini, facendo anche qualche rinuncia, i giocattoli che venerdì mattina gli alunni della 3H del plesso "Sergio Cosmai" del quarto circolo didattico, accompagnati dalle insegnanti Pedone, Leone e De Palma, hanno donato alla Caritas di Bisceglie.

I piccoli sono stati accolti dal responsabile della struttura e hanno visitato i luoghi di raccolta, dedicandosi al confezionamento dei doni con carte colorate a tema natalizio e bigliettini augurali. Un gesto di attenzione e di solidarietà, per prendere coscienza fin da piccoli che la povertà è vicina a noi, ha i volti di persone che ci vivono accanto, e abituarsi ad acquisire un senso forte di giustizia sociale.

Il valore educativo di questo gesto è stato programmato nell'ambito del progetto "I colori delle emozioni" promosso dall'istituto, col coinvolgimento di alcune classi prime, terze e quarte del plesso "Sergio Cosmai" e delle loro docenti, col sostegno della psicologa del comune di Bisceglie dottoressa Annamaria Bonasia e il supporto del dirigente scolastico Francesca Castellini.

«La sfida di questo progetto è educare alle emozioni, perché solo preparando i bambini a gestire correttamente la propria emotività, potranno usufruire di quel bagaglio interiore necessario per vivere al meglio, per relazionarsi con gli altri in modo equilibrato e sereno, acquisire la consapevolezza che la condivisione è la strada per crescere come adulti responsabili e attenti» hanno spiegato dal quarto circolo. «Spetta agli adulti di riferimento, ai genitori, ai nonni, ai docenti, riuscire a sottrarre i bambini a quell'analfabetismo emotivo che è alla base di tanti comportamenti dannosi che spesso viviamo».
    © 2001-2019 BisceglieViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
    BisceglieViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.