Farmaci
Farmaci
Attualità

«Impensabile spostarsi a Trani per ritirare medicinali di prima necessità»

Il Tribunale per i diritti del malato torna a chiedere la riapertura della farmacia dell'ospedale "Vittorio Emanuele II"

La sospensione del servizio di distribuzione dei medicinali alla farmacia interna dell'ospedale civile "Vittorio Emanuele II" ha privato Bisceglie di un approdo facile e pratico per le decine di utenti, specie i pazienti cronici, che usufruiscono anche da diversi anni della possibilità di recarsi nella struttura per ritirare farmaci essenziali e necessari a fronteggiare problematiche di salute talvolta gravi.

La criticità, dovuta soprattutto alla constatazione che non tutti i cittadini dispongono di mezzi propri per spostarsi verso la sede della vicina Trani, è stata sollevata ancora una volta dalla segreteria biscegliese del Tribunale per la tutela dei diritti del cittadino e del malato, guidata da Onofrio Caputi. Il referente territoriale ha sollevato diverse perplessità circa l'espletamento del servizio e forti preoccupazioni riguardo le conseguenze di quanto sta accadendo, in una lettera inviata al presidente della Regione Puglia Michele Emiliano, al Commissario Straordinario Asl Bt Alessandro Delle Donne, al direttore sanitario dell'azienda Vito Campanile, al presidente della Commissione regionale sanità Mauro Vizzino e al Sindaco di Bisceglie Angelantonio Angarano.

«Raccolgo notevoli lamentele anche a proposito della disorganizzazione dello sportello tranese, a causa della quale non è garantita l'indispensabile continuità nell'erogazione dei farmaci» ha osservato Caputi. «Diversi utenti segnalano che spesso, recandosi nella farmacia della sede di Trani, hanno dovuto prendere atto della mancanza di alcuni medicinali e sono stati perciò costretti a tornare in un'altra giornata» ha spiegato. «Non posso esimermi dal chiedere, per l'ennesima volta, il ripristino del servizio di distribuzione dei farmaci ai malati biscegliesi nella farmacia dell'ospedale "Vittorio Emanuele II". È impensabile che un cittadino, specie se malato, debba spostarsi di alcuni chilometri correndo il rischio di compiere un viaggio a vuoto».
  • ospedale Bisceglie
  • tribunale per i diritti del malato
Altri contenuti a tema
Covid in Puglia, attualmente positivi in crescita Covid in Puglia, attualmente positivi in crescita Oltre 8 mila casi e 4202 negativizzati registrati nelle ultime ore
Covid in Puglia, positivi ricoverati in calo nelle ultime ore Covid in Puglia, positivi ricoverati in calo nelle ultime ore Scendono a 61 i posti attualmente occupati nelle terapie intensive. Altri 15 decessi registrati
«Un grazie al personale degli ospedali di Bisceglie e Andria» «Un grazie al personale degli ospedali di Bisceglie e Andria» La testimonianza di Franco Sansonna, ex consigliere comunale andriese. Un invito alla massima fiducia nei confronti della sanità del territorio
Covid in Puglia, quasi 800 i positivi ricoverati Covid in Puglia, quasi 800 i positivi ricoverati Registrati 3471 nuovi casi nelle ultime ore
Una struttura da campo dell'Aeronautica per i tamponi drive through Una struttura da campo dell'Aeronautica per i tamponi drive through Sarà attiva nei prossimi giorni. Angarano: «Servizio utilissimo»
La Puglia entra in zona gialla: cosa cambia da lunedì La Puglia entra in zona gialla: cosa cambia da lunedì Preoccupano i dati sul sistema ospedaliero
Donazioni di sangue, riapre il centro di raccolta dell'ospedale Donazioni di sangue, riapre il centro di raccolta dell'ospedale La comunicazione diffusa dall'Avis
Covid in Puglia, boom di casi nelle ultime ore: oltre 12 mila Covid in Puglia, boom di casi nelle ultime ore: oltre 12 mila Superata quota 700 positivi ricoverati
© 2001-2022 BisceglieViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BisceglieViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.