Lo spettacolo Foto Vito Troilo" />
Lo spettacolo "La verità nascosta" al Garibaldi. Foto Vito Troilo
Spettacoli

L'uomo Aldo Moro nell'opera da camera "La verità nascosta"

Lunghi e scroscianti applausi dalla platea del Garibaldi per il baritono Stella, il coro cameristico del Conservatorio "Piccinni" e i musicisti

«Aldo Moro, uomo. Ha perdonato, affidandosi a Dio, anche per sopportare il grande dolore del distacco forzato dai suoi cari». Enzo Quarto, giornalista del Tgr Rai, ha riassunto con estrema precisione il significato intenso dei brani che egli stesso ha selezionato fra la lettere dalla prigionia che il grande statista ha scritto durante i tragici 55 giorni del 1978 nelle mani dei suoi rapitori. Parole rivolte soprattutto a sua moglie Eleonora, la «dolcissima Noretta» che ricorre di frequente nei quattro episodi dell'opera da camera non a caso intitolata "La verità nascosta", musicata dal compositore Biagio Putignano.

L'esecuzione di Lorenzo Putignano (pianoforte), Edoardo Parente (vibrafono e altre percussioni) e Niccolò Fino (marimba e temple blocks), diretti dal maestro Filippo Lattanzi, ha contribuito a creare il pathos di quelle fasi così drammatiche della storia d'Italia; la magistrale interpretazione del baritono Stefano Stella è risultata talmente coinvolgente da condurre idealmente lo spettatore all'interno del covo dei brigatisti (impersonati da Daniela Guercia e Gianluca Carrisi).

«Ucciso tre volte: per l'insufficiente protezione, per rifiuto della trattativa, per la politica inconcludente» ha intonato, in chiusura di spettacolo, il coro cameristico del Conservatorio "Niccolò Piccinni" di Bari, 12 giovani e talentuosi elementi coordinati dal maestro Emanuele Aymone. Rilettura ardita per forma e sostanza, "La verità nascosta" (già portata in scena il 9 maggio al "Paisiello" di Lecce) ha meritato i lunghi e scroscianti applausi dalla platea del Teatro Garibaldi. Un connubio perfetto tra la musica di qualità e un tema forte, trattato da quell'angolazione umana spesso trascurata in altre circostanze.
  • Teatro Garibaldi
  • garibaldi
  • Aldo Moro
  • La verità nascosta
Altri contenuti a tema
Galantino: «Ribadiamo il nostro impegno contro ogni forma di violenza» Galantino: «Ribadiamo il nostro impegno contro ogni forma di violenza» Il messaggio del parlamentare biscegliese in occasione della Giornata della memoria delle vittime del terrorismo e delle stragi
1 Bisceglie commemora Aldo Moro Bisceglie commemora Aldo Moro Manifestazioni sul corso del centro che porta il nome dello statista e in via Martiri di via Fani
Il Partito Democratico ricorda Aldo Moro a 41 anni dalla scomparsa Il Partito Democratico ricorda Aldo Moro a 41 anni dalla scomparsa «Vogliamo indicarlo alle future generazioni come esempio di rigore morale e politico»
Giovedì 9 commemorazione di Aldo Moro nel 41° anniversario della morte Giovedì 9 commemorazione di Aldo Moro nel 41° anniversario della morte Iniziative in via Aldo Moro e in via martiri di via Fani
Sharing Libero corpo pro con Albert Quesada Sharing Libero corpo pro con Albert Quesada Spettacolo del ballerino spagnolo con gli allievi del corso
Polemica social sull'uso del foyer del Teatro Garibaldi. Russo chiede chiarimenti Polemica social sull'uso del foyer del Teatro Garibaldi. Russo chiede chiarimenti Una foto mostra cibi e bevande all'interno della struttura
Qualcuno ha dimenticato la strage di via Fani Qualcuno ha dimenticato la strage di via Fani Nessuna iniziativa istituzionale per ricordare il 16 marzo. È la prima volta a Bisceglie
Partita l'iniziativa "Adotta una classe" Partita l'iniziativa "Adotta una classe" Pedone Ferramenta ha aderito all'appello lanciato dal Teatro Garibaldi
© 2001-2019 BisceglieViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BisceglieViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.