Peschereccio
Peschereccio
Economia e lavoro

Marinerie biscegliesi in stato d'agitazione contro le date del fermo biologico

Pescatori e armatori contestano la decisione del ministero

La modifica al calendario del fermo tecnico biologico della pesca nei compartimenti marittimi di Manfredonia e Bari costituirebbe, secondo gli armatori e i pescatori biscegliesi, un gravissimo danno per la già fragile economia di un settore da anni in difficoltà.

«Quelle date contrastano innanzitutto il corso naturale della biologia marina negli specchi d'acqua» hanno sottolineato gli esponenti delle marinerie di Bisceglie. Secondo lo schema di decreto trapelato a seguito di una riunione preliminare che si è svolta nei giorni scorsi presso il ministero delle politiche agricole, competente in materia, il fermo biologico avrebbe dovuto riguardare, in un unico periodo compreso tra il 30 luglio e il 9 settembre, tutto l'Adriatico da Trieste a Bari.

Il testo firmato venerdì pomeriggio dal ministro Gian Marco Centinaio riporta, al contrario, l'indicazione di tre fasi diverse per le coste orientali del paese: dal 30 luglio al 9 settembre esclusivamente per l'Adriatico settentrionale (da Trieste ad Ancona), dal 13 agosto al 23 settembre sul tratto da San Benedetto del Tronto a Termoli e dal 27 agosto al 7 ottobre per i compartimenti di Manfredonia e Bari, con quest'ultimo che comprende anche Bisceglie. I lavoratori e gli imprenditori del comparto, in continua sofferenza, sono pronti a proclamare lo stato di agitazione e non escludono ulteriori iniziative di protesta.
  • pesca
  • fermo biologico
Altri contenuti a tema
Temperature anomale, triplicato il numero dei cormorani Temperature anomale, triplicato il numero dei cormorani L'analisi di Coldiretti sugli effetti della presenza massiccia degli uccelli che mettono a repentaglio la conservazione della fauna ittica
Con "Pinuccio la pescheria" il mare è a metro zero Con "Pinuccio la pescheria" il mare è a metro zero Venerdì 18 novembre l'apertura dell'attività ricavata all'interno dell'ingrosso Pinuccio pesca srl
Fermo pesca sardine, negato l'anticipo: il rammarico delle marinerie biscegliesi Fermo pesca sardine, negato l'anticipo: il rammarico delle marinerie biscegliesi Il divieto scatterà il 1° novembre: «Ci saranno ripercussioni negative sulla produttività in una fase economica di profonda crisi»
"Miglio 0", Coldiretti promuove la pesca trasparente "Miglio 0", Coldiretti promuove la pesca trasparente L'80% del prodotto venduto in Italia giunge dall'estero ma spesso i consumatori non lo sanno
La Puglia a sostegno del comparto pesca: le nuove misure La Puglia a sostegno del comparto pesca: le nuove misure Previsti bandi per compensare i costi attuali
Crisi pesca: i sindaci di Bisceglie, Trani, Molfetta, Mola di Bari e Monopoli scrivono al Governo Crisi pesca: i sindaci di Bisceglie, Trani, Molfetta, Mola di Bari e Monopoli scrivono al Governo Chiesto un incontro al sottosegretario Battistoni
«Bene i 20 milioni già erogati, ma il caro carburante richiede misure ancora più incisive» «Bene i 20 milioni già erogati, ma il caro carburante richiede misure ancora più incisive» Il punto di vista della senatrice Piarulli sugli sviluppi della crisi del comparto pesca
Tre milioni di euro dalla Regione per il sostegno al comparto pesca Tre milioni di euro dalla Regione per il sostegno al comparto pesca L'obiettivo è sopperire al caro gasolio per consentire agli equipaggi di riprendere il mare al più presto
© 2001-2024 BisceglieViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BisceglieViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.