Nunzia Antonino e Marco Grossi in Schiaparelli life
Nunzia Antonino e Marco Grossi in Schiaparelli life
Spettacoli

Nunzia Antonino torna sul palco con "Schiaparelli life"

Cinque repliche in Puglia per lo spettacolo con la regìa di Carlo Bruni

Cinque repliche in Puglia per lo spettacolo "Schiapparelli life" con la biscegliese Nunzia Antonino e Marco Grossi, per la regìa di Carlo Bruni. Sabato 12 febbraio il primo appuntamento alla Cittadella delle arti di Molfetta, giovedì 17 la rappresentazione si sposterà al Teatro Rossini di Gioia del Colle mentre sabato 19 e domenica 20 sarò la volta del palco del Teatro Radar di Monopoli e sabato 12 marzo del Teatro comunale di Ceglie Messapica.

Risale al biennio 1953-54 la decisione di Elsa Schiaparelli, fra le più grandi stiliste di tutti i tempi, a poco più di sessant'anni, di concludere il proprio itinerario artistico e professionale pubblicando un'autobiografia che già nel titolo ne riassume l'intensità: Shocking life. Nata a Roma in una famiglia colta e ricca di talenti, protagonista fra le due guerre di quella rivoluzione del costume che avrebbe ispirato molte generazioni future, amica e collaboratrice di artisti come Dalì, Cocteau, Duchamps, Sartre, dopo aver vestito Katharine Hepburn, Lauren Bacall, Greta Garbo, Marlene Dietrich, Elsa decide che quel "nuovo" mondo non la riguarda più e lo lascia, ritirandosi a vita privata. Ed è questo "passaggio" che racconta Schiaparelli life, lo spettacolo che dopo il debutto al Napoli Teatro Festival e dopo la lunga forzata sospensione tornerà in Puglia. In scena Nunzia Antonino e Marco Grossi, diretti da Carlo Bruni. La formazione pugliese, sostenuta da due storiche strutture piemontesi, Casa degli Alfieri e Teatro di Dioniso, si avvale per questo lavoro del contributo della scrittrice Eleonora Mazzoni, per evocare la figura di un'artista che ha rifondato l'idea stessa di bellezza, invitando le donne a osare, a essere creative e uniche: ad allontanandosi dai condizionamenti esterni e ad avere coraggio. Di grande fascino e impatto emotivo, lo spettacolo è una preziosa occasione per conoscere la vita, le sorprendenti intuizioni, ma anche le fatiche e i dolori di una donna che ha saputo difendere sino alla fine la sua libertà.


Biglietti e informazioni su www.teatridibari.it e www.teatropubblicopugliese.it.
  • Carlo Bruni
  • Nunzia Antonino
Altri contenuti a tema
Fata: «Sistema Garibaldi è uno dei tristi esempi della politica fallimentare di Angarano» Fata: «Sistema Garibaldi è uno dei tristi esempi della politica fallimentare di Angarano» «Sconfortante registrare come il nostro teatro sia chiuso da quattro anni per lavori che si sarebbero dovuti concludere nella primavera del 2019»
Spina: «Solidarietà a Carlo Bruni per le parole pronunciate da Angarano» Spina: «Solidarietà a Carlo Bruni per le parole pronunciate da Angarano» «È possibile che la cultura a Bisceglie sia diventata lo scendiletto degli interessi economici di una coalizione?»
Da Carlo Bruni un nuovo durissimo attacco ad Angarano Da Carlo Bruni un nuovo durissimo attacco ad Angarano «Sono colpevole di aver lavorato per la crescita culturale della città»
Nunzia Antonino omaggia Mariateresa Di Lascia Nunzia Antonino omaggia Mariateresa Di Lascia Evento alle Vecchie Segherie Mastrototaro nell'ambito della rassegna Libridamare
"42 gradi, idee sostenibili": svelati gli ospiti della nuova edizione "42 gradi, idee sostenibili": svelati gli ospiti della nuova edizione La novità assoluta del festival sarà rappresentata da "La classe"
Nunzia Antonino pronta a un'altra struggente interpretazione di "Lenòr" Nunzia Antonino pronta a un'altra struggente interpretazione di "Lenòr" L'attrice biscegliese in scena al teatro comunale di Ruvo con l'apprezzato spettacolo per la regìa di Carlo Bruni
SistemaGaribaldi: «Se fossimo dei politici chiederemmo lo scioglimento dell'amministrazione» SistemaGaribaldi: «Se fossimo dei politici chiederemmo lo scioglimento dell'amministrazione» Lettera dello staff a Vito Troilo: «L'albero delle iniziative è sorretto dal tronco della stagione, segato il quale non ha più senso di esistere»
Il caso SistemaGaribaldi è una sconfitta per tutti Il caso SistemaGaribaldi è una sconfitta per tutti Una vicenda complicata tra ricostruzioni dell'accaduto, detti e non detti, accuse velate
© 2001-2022 BisceglieViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BisceglieViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.