Fp Cgil Bat
Fp Cgil Bat
Economia e lavoro

Oss precari Asl Bt chiedono la stabilizzazione, sit-in a Bari

Cgil Bat: «Oltre trenta lavoratori in queste condizioni ma il numero potrebbe salire nei prossimi giorni»

Martedì 22 febbraio, dalle ore 10, è in programma un sit in davanti alla sede del consiglio regionale e dell'assessorato alla sanità di via Gentile a Bari. Stabilizzazione: è ciò che chiedono i lavoratori precari della sanità (una trentina circa) che hanno prestato servizio nelle strutture dell'Asl Bt.

«Non c'è più tempo da perdere, né altro da attendere. La Regione Puglia e l'azienda sanitaria devono avviare le stabilizzazioni del personale precario della sanità, compresi gli Operatori sociosanitari che sono già in possesso dei requisiti previsti dalle normative» hanno spiegato il coordinatore sanità della Funzione Pubblica Cgil Bat Luigi Marzano, la segretaria Fp Cgil Asl Bt Rosa Matera e la segretaria generale Fp Cgil Bat Ileana Remini, promotori della manifestazione.

«Questi lavoratori, non solo Oss ma anche altre figure professionali, sono già rimasti a casa mentre altri potrebbero aggiungersi dato che stanno maturando gli identici requisiti senza che si intraveda, per loro, una prospettiva di stabilizzazione» hanno spiegato. «Il 28 febbraio scadrà un avviso pubblicato dalla Asl Bt per effettuare una ricognizione del personale che entro dicembre 2022 maturerà il requisito dei 36 mesi previsto dalla Legge Madia per la stabilizzazione» hanno aggiunto.

La Cgil ha chiesto l'approvazione definitiva del business plan della società in house Sanitaservice e la conseguente internalizzazione dei servizi di emergenza urgenza del 118, trasporto disabili, Cup, «in ottemperanza alla deliberazione di Giunta regionale pugliese n° 951/2020 nonché nel rispetto dell'intesa raggiunta tra sindacati e task force regionale (Comitato Sepac) per l'assunzione di 162 ausiliari in Sanitaservice, stante tra l'altro la situazione di carenza del personale e l'avvio delle procedure di reclutamento per il tramite dell'avviso pubblico scaduto il 7 dicembre del 2021 e considerata l'esigibilità dell'accordo regionale del 28 maggio del 2020 sulla premialità da Covid-19» hanno concluso Marzano, Matera e Remini.
  • Regione Puglia
  • Asl Bt
  • Cgil Bat
Altri contenuti a tema
Parto d'emergenza nel pronto soccorso di Bisceglie per una donna di Molfetta Parto d'emergenza nel pronto soccorso di Bisceglie per una donna di Molfetta Parto lampo per la 30enne. Decisiva la collaborazione del personale dell'Asl Bat
Dalla pubertà alla menopausa: open day sulla prevenzione femminile Dalla pubertà alla menopausa: open day sulla prevenzione femminile Mercoledì 19 giugno a Bisceglie
Giornata del sollievo: visite gratuite di terapia del dolore anche all'ospedale di Bisceglie Giornata del sollievo: visite gratuite di terapia del dolore anche all'ospedale di Bisceglie È necessario prenotare chiamando i servizi dei diversi comuni ai numeri di telefono indicati
Codice Rosa e sostegno alle donne vittime di violenza: convegno a Bisceglie Codice Rosa e sostegno alle donne vittime di violenza: convegno a Bisceglie Tanti i temi che verranno trattati nel corso della giornata di lavori
L’Ufficio Relazioni con il Pubblico della Asl Bt diventa digitale attivo h24 L’Ufficio Relazioni con il Pubblico della Asl Bt diventa digitale attivo h24 Il nuovo Urp digitale della Asl BT è ora un centro unico di contatto informatizzato che consente al cittadino di comunicare con la Asl attraverso diversi canali
Consiglio regionale: respinta la mozione di sfiducia nei confronti del presidente Emiliano Consiglio regionale: respinta la mozione di sfiducia nei confronti del presidente Emiliano La mozione di sfiducia era stata presentata dal centrodestra
Approvata la nuova ordinanza balneare: quando riapriranno gli stabilimenti in Puglia Approvata la nuova ordinanza balneare: quando riapriranno gli stabilimenti in Puglia La ripresa delle attività fissata al 1° giugno. Approvate anche una campagna anti-fumo e l'azione regionale per il finanziamento degli interventi di accessibilità
L’ospedale Vittorio Emanuele di Bisceglie tra i partecipanti a un'indagine sulla prevenzione vaccinale in gravidanza L’ospedale Vittorio Emanuele di Bisceglie tra i partecipanti a un'indagine sulla prevenzione vaccinale in gravidanza I risultati sono stati presentati al Senato mercoledì 10 aprile
© 2001-2024 BisceglieViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BisceglieViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.