Bar
Bar
Economia e lavoro

Rischio aumento costo del caffè, Fipe lancia l'allarme

Pubblicata l'indagine congiunturale sulla ristorazione commerciale: «Lo slancio positivo si è esaurito»

Clima di fiducia (di nuovo) in discesa. È quanto emerge dalle ultime osservazioni della Fipe, Federazione italiana pubblici esercizi, che evidenzia a livello nazionale un calo del sentiment del comparto della ristorazione commerciale. I riflettori sono in questo momento puntati sulle possibile conseguenze dei rincari energetici e sull'allarme dei consumatori sull'aumento del costo della tazzina di caffè al bar. Un rituale per gli italiani, ma anche un indice dell'economia del momento.

«Lo slancio positivo registrato nel terzo trimestre si è (bruscamente) esaurito - si legge nella nota diffusa dalla Fipe -. Il clima di fiducia torna sotto soglia 100 attestandosi a 83,8 mentre nello stesso periodo del 2019 era 91,7. Inopportuno il confronto con il 2020 quando le aziende erano per lo più chiuse. I giudizi verso le aspettative di breve termine non sono positivi né verso le performance economiche né verso le prospettive occupazionali. Indagine congiunturale sulla ristorazione commerciale».

I prezzi "corrono" solo nel delivery, secondo Fipe. «Nel 2021, dopo la flessione del 2020 (-0,2%), i prezzi al consumo sono cresciuti in media d'anno del +1,9%, facendo registrare l'aumento più sostenuto dal 2012 quando i prezzi aumentarono del 3,0%. La ripresa dell'inflazione nel 2021 è stata trainata dall'andamento dei prezzi degli Energetici (+14,1%). Al netto di questi beni, la crescita dei prezzi al consumo nel 2021 è la stessa registrata nell'anno precedente (+0,7%). L'inflazione acquisita per il 2022 (cioè la crescita media che si avrebbe nell'anno se i prezzi rimanessero stabili fino a dicembre) è pari a +1,8%. L'accelerazione dei prezzi a partire dal mese di luglio ha toccato il livello massimo nel mese di dicembre quando la variazione tendenziale (su dicembre dell'anno precedente) è stata del 3,9% per effetto principalmente dell'aumento dei prezzi dei Beni alimentari, di quelli dei Beni durevoli e dei Servizi ricreativi, culturali e per la cura della persona. I prezzi dei Beni energetici mantengono un profilo di crescita assai sostenuto (+29,1%).

In questo contesto di forte aumento dell'inflazione, la crescita dei prezzi nei servizi di ristorazione risulta moderata con un incremento su base annua del +1,9%, in linea con l'inflazione generale, e del +2,7% su base tendenziale, oltre un punto percentuale sotto il valore generale. Per il settore della ristorazione l'inflazione acquisita per il 2022 è pari a +1,3%. L'allarme lanciato in questi giorni circa un generalizzato e forte aumento dei prezzi dei servizi di ristorazione non risulta supportato da alcuna evidenza reale.

I dati dicono esattamente il contrario in particolare per quei prodotti di punta del canale bar come caffè espresso e cappuccino. Emerge, invece, una spinta significativa all'aumento dei prezzi del food delivery (tendenziale a +8,6%), probabilmente sostenuta dalla maggiore propensione ad utilizzare questa modalità di consumo da parte di quote crescenti di consumatori».
  • Regione Puglia
  • Bisceglie
Altri contenuti a tema
Consiglio regionale: respinta la mozione di sfiducia nei confronti del presidente Emiliano Consiglio regionale: respinta la mozione di sfiducia nei confronti del presidente Emiliano La mozione di sfiducia era stata presentata dal centrodestra
Approvata la nuova ordinanza balneare: quando riapriranno gli stabilimenti in Puglia Approvata la nuova ordinanza balneare: quando riapriranno gli stabilimenti in Puglia La ripresa delle attività fissata al 1° giugno. Approvate anche una campagna anti-fumo e l'azione regionale per il finanziamento degli interventi di accessibilità
La Regione Puglia lancia “PugliaXTe”, nuova app per i cittadini La Regione Puglia lancia “PugliaXTe”, nuova app per i cittadini L’app è disponibile per sistemi operativi Android e iOS. Si potranno consultare notizie, bandi, avvisi e concorsi
"Da che parte stiamo?", un convegno con Sandro Ruotolo "Da che parte stiamo?", un convegno con Sandro Ruotolo L'evento si terrà mercoledì 13 marzo alle 18:30, presso l'auditorium "Don Pierino Arcieri"
Medici e dirigenti sanitari della Asl Bt aderiscono allo sciopero del 5 Dicembre Medici e dirigenti sanitari della Asl Bt aderiscono allo sciopero del 5 Dicembre Federazione CIMO Fesmed e ANAAO Assomed: «Chiediamo rispetto per la nostra professione e per il nostro lavoro»
Villa Giulia, 15 bambini restano a casa Villa Giulia, 15 bambini restano a casa Una notizia improvvisa: «Un duro colpo per la comunità biscegliese»
Gli idonei nei concorsi regionali potranno essere assunti nei Comuni Gli idonei nei concorsi regionali potranno essere assunti nei Comuni Modificata dal consiglio regionale l'attuale legge regionale. Si potrà restare in servizio a tempo indeterminato
Approvato il riparto delle risorse per i buoni educativi per minori da 0 a 3 anni in Puglia Approvato il riparto delle risorse per i buoni educativi per minori da 0 a 3 anni in Puglia Il valore complessivo è di circa 50 milioni
© 2001-2024 BisceglieViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BisceglieViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.