Carabinieri (repertorio)
Carabinieri (repertorio)
Cronaca

Rubano un'auto con la tecnica del "Cavallo di ritorno", custodia cautelare in carcere per due andriesi

Un altro complice era già stato individuato

Annullando l'ordinanza emessa dal Giudice per le indagini preliminari di Trani, la Terza Sezione penale del Tribunale di Bari in funzione di Appello, ha accolto il ricorso presentato dal Pubblico Ministero della Procura della Repubblica di Trani, disponendo l'applicazione nei confronti di R.S. e S.L., entrambi andriesi pluripregiudicati, la misura cautelare della custodia in carcere.

I fatti risalgono al 27 maggio 2020, allorquando i due soggetti, unitamente a terzo complice, C.G., si impossessavano di un'autovettura Ford Fusion di proprietà di un anziano di Bisceglie, usando successivamente violenza e minaccia nei confronti dei familiari della vittima e chiedendogli di consegnare la somma di euro 1.500 per poter ottenere la restituzione del veicolo. Le indagini svolte nell'immediatezza dai Carabinieri di Bisceglie, permettevano di arrestare nella flagranza del reato di estorsione C.G., mentre i due complici approfittando della concitazione del momento riuscivano a dileguarsi.

I militari della locale Tenenza a seguito di minuziose indagini svolte con il costante coordinamento della Procura della Repubblica di Trani, erano riusciti a documentare attraverso attività tecnica e ulteriori accurati accertamenti, la responsabilità anche dei due soggetti datisi alla fuga, i quali avrebbero concorso nella illecita sottrazione dell'autovettura, avanzando richieste estorsive tese ad ottenere un lauto compenso in cambio della restituzione del bene alla vittima.

Il Giudice delle indagini preliminari, però, disattendeva la richiesta di misura cautelare della custodia in carcere avanzata dal Pubblico Ministero di Trani nei confronti dei due complici, avendo ritenuto inutilizzabili i risultati delle intercettazioni, in cui gli stessi venivano indicati dal C.G. come concorrenti nel reato. Il Tribunale di Bari in funzione di Appello, contrariamente a quanto stabilito dal Giudice per le indagini preliminari, ha accolto favorevolmente la tesi del Pubblico Ministero circa l'effettiva piena utilizzabilità delle intercettazioni nel delineare i gravi indizi di colpevolezza a carico dei due soggetti.

Allo stato quindi risulta confermata, in attesa di definitività, la misura cautelare della custodia in carcere a carico di R.S. e S.L. che dovranno rispondere del reato di estorsione.
  • Carabinieri Bisceglie
  • Procura di Trani
Altri contenuti a tema
Da Palo a Bisceglie, le vie dello spaccio dell'eroina Da Palo a Bisceglie, le vie dello spaccio dell'eroina L'operazione dei Carabinieri ha svelato l'attività di una rete di trafficanti di droga
Operazione antidroga in corso anche a Bisceglie Operazione antidroga in corso anche a Bisceglie Oltre 100 Carabinieri impegnati su larga scala
«Mi gira la testa», poi la perdita di conoscenza «Mi gira la testa», poi la perdita di conoscenza Operata quattro giorni prima a San Giovanni Rotondo per la sostituzione di una valvola aortica, la 46enne biscegliese Lucrezia Mastrodonato è deceduta il 27 novembre
Controlli dei Carabinieri sull'osservanza delle normative anti-Covid Controlli dei Carabinieri sull'osservanza delle normative anti-Covid 22 persone sanzionate per irregolarità del Green pass, un uomo denunciato: positivo al Covid, era tranquillamente in giro
Danno fuoco a due auto per vendetta, individuati dai Carabinieri Danno fuoco a due auto per vendetta, individuati dai Carabinieri Due persone ai domiciliari, altre tre sottoposte all'obbligo di dimora
Controlli dei Carabinieri sulla movida, 16 sanzioni tra Bisceglie e Trani Controlli dei Carabinieri sulla movida, 16 sanzioni tra Bisceglie e Trani 8 persone non rispettavano le norme anti-Covid, in merito all'uso delle mascherina e al possesso di green pass
L'anagrafe del Comune sarà collegata alla banca dati dei Carabinieri L'anagrafe del Comune sarà collegata alla banca dati dei Carabinieri Utilizzo finalizzato ad attività di controllo e indagine
Controlli di Polizia Locale e Carabinieri sulle bici elettriche Controlli di Polizia Locale e Carabinieri sulle bici elettriche Tre veicoli sono stati sequestrati: erano dotati di acceleratore
© 2001-2022 BisceglieViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BisceglieViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.