Carabinieri (repertorio)
Carabinieri (repertorio)
Cronaca

Rubano un'auto con la tecnica del "Cavallo di ritorno", custodia cautelare in carcere per due andriesi

Un altro complice era già stato individuato

Annullando l'ordinanza emessa dal Giudice per le indagini preliminari di Trani, la Terza Sezione penale del Tribunale di Bari in funzione di Appello, ha accolto il ricorso presentato dal Pubblico Ministero della Procura della Repubblica di Trani, disponendo l'applicazione nei confronti di R.S. e S.L., entrambi andriesi pluripregiudicati, la misura cautelare della custodia in carcere.

I fatti risalgono al 27 maggio 2020, allorquando i due soggetti, unitamente a terzo complice, C.G., si impossessavano di un'autovettura Ford Fusion di proprietà di un anziano di Bisceglie, usando successivamente violenza e minaccia nei confronti dei familiari della vittima e chiedendogli di consegnare la somma di euro 1.500 per poter ottenere la restituzione del veicolo. Le indagini svolte nell'immediatezza dai Carabinieri di Bisceglie, permettevano di arrestare nella flagranza del reato di estorsione C.G., mentre i due complici approfittando della concitazione del momento riuscivano a dileguarsi.

I militari della locale Tenenza a seguito di minuziose indagini svolte con il costante coordinamento della Procura della Repubblica di Trani, erano riusciti a documentare attraverso attività tecnica e ulteriori accurati accertamenti, la responsabilità anche dei due soggetti datisi alla fuga, i quali avrebbero concorso nella illecita sottrazione dell'autovettura, avanzando richieste estorsive tese ad ottenere un lauto compenso in cambio della restituzione del bene alla vittima.

Il Giudice delle indagini preliminari, però, disattendeva la richiesta di misura cautelare della custodia in carcere avanzata dal Pubblico Ministero di Trani nei confronti dei due complici, avendo ritenuto inutilizzabili i risultati delle intercettazioni, in cui gli stessi venivano indicati dal C.G. come concorrenti nel reato. Il Tribunale di Bari in funzione di Appello, contrariamente a quanto stabilito dal Giudice per le indagini preliminari, ha accolto favorevolmente la tesi del Pubblico Ministero circa l'effettiva piena utilizzabilità delle intercettazioni nel delineare i gravi indizi di colpevolezza a carico dei due soggetti.

Allo stato quindi risulta confermata, in attesa di definitività, la misura cautelare della custodia in carcere a carico di R.S. e S.L. che dovranno rispondere del reato di estorsione.
  • Carabinieri Bisceglie
  • Procura di Trani
Altri contenuti a tema
Movida di Ferragosto, il bilancio dei controlli dei Carabinieri Movida di Ferragosto, il bilancio dei controlli dei Carabinieri Rilevate diverse sanzioni al codice della strada
Incidente mortale sulla Bisceglie-Trani, la Procura apre un'inchiesta Incidente mortale sulla Bisceglie-Trani, la Procura apre un'inchiesta La 14enne Elisa Caressa ha perso la vita dopo essere stata investita
Furti nei supermercati, arrestato 44enne Furti nei supermercati, arrestato 44enne Il soggetto è stato individuato attraverso l'analisi dei filmati di videosorveglianza
"Cavallo di ritorno" ai danni di un anziano biscegliese, due arresti "Cavallo di ritorno" ai danni di un anziano biscegliese, due arresti Il provvedimento è stato confermato in Cassazione
Controlli del territorio nel weekend Controlli del territorio nel weekend I Carabinieri hanno sanzionato 6 persone
Nominato il medico legale che eseguirà l'autopsia sul corpo della piccola morta in ospedale Nominato il medico legale che eseguirà l'autopsia sul corpo della piccola morta in ospedale Sarà affiancato da un pediatra. Inchiesta in corso
Bambina di 9 anni morta in ospedale, aperta inchiesta a carico di ignoti Bambina di 9 anni morta in ospedale, aperta inchiesta a carico di ignoti Mercoledì sarà nominato lo specialista che effettuerà l'autopsia
Contrasto ai traffici nazionali e transfrontalieri di rifiuti, convegno con la partecipazione del procuratore Nitti Contrasto ai traffici nazionali e transfrontalieri di rifiuti, convegno con la partecipazione del procuratore Nitti Evento organizzato dal Consorzio nazionale Polieco nella sede della Legione Allievi delle Fiamme Gialle di Bari
© 2001-2022 BisceglieViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BisceglieViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.