Un Natale di emozioni all'istituto
Un Natale di emozioni all'istituto "Sergio Cosmai" di Bisceglie
Scuola

Un Natale di emozioni all'istituto "Sergio Cosmai"

Spettacolo conclusivo del progetto di teatro senza barriere

Uno spettacolo magico è andato in scena all'istituto "Sergio Cosmai" di Bisceglie venerdì 14 dicembre. I ragazzi "diversabili" della scuola hanno dedicato a studenti, insegnanti, genitori e parenti uno spettacolo natalizio straordinario e commovente. Si sono esibiti in balli e canti. Hanno deliziato tutti con la loro simpatia, purezza e unicità.

Lo spettacolo è stato il momento conclusivo del progetto "Il teatro delle emozioni", organizzato dalle insegnanti Sara Pasquale e Marilena Bruni, con l'intervento dell'esperto Marco De Fazio. Il progetto è stato realizzato nell'ambito delle attività di continuità con le scuole secondarie di primo grado, ed è consistito in un percorso di teatro senza barriere, diretto a tutti i diversamente abili e ad alcuni altri alunni delle scuole coinvolte. Per sei settimane, ogni venerdì, l'istituto "Cosmai" ha avuto il piacere e l'onore di ospitare alcuni alunni ed i loro insegnanti provenienti dalle due scuole medie di Bisceglie.

Due gli obiettivi principali del progetto: creare una dimensione che inducesse i ragazzi "ad uscire da sé per incontrare l'altro", esprimendosi liberamente attraverso il canto, il ballo, il mino, la manipolazione di sfere; orientare i ragazzi delle scuole medie verso una scelta più consapevole, consentendo loro di conoscere il "Cosmai" e alcuni suoi insegnanti.

«Non sappiamo se questi obiettivi siano stati pienamente raggiunti, sappiamo però con certezza che i ragazzi si sono espressi liberamente come raramente hanno occasione di fare. Questi ragazzi ci hanno dimostrato che se ci si prende cura di loro la loro felicità è un obiettivo sicuramente raggiungibile» hanno fatto sapere dall'istituto secondario superiore di via Gandhi. «L'evento è stato molto commovente e le forti emozioni erano nell'aria. Mentre sullo sfondo scorrevano le immagini delle prove - impegnative - i ragazzi sono riusciti a superare l'imbarazzo, la timidezza e le barriere che il mondo altro impone loro, e hanno insegnato a tutti una grande lezione di vita: non ci sono barriere se non quelle che noi stessi innalziamo. L'arte è per tutti e la scuola è il luogo par excellence in cui rendere possibile la magia. Non esistono differenze. La diversità è solo un altro modo per divertirsi».

Il progetto è stato sostenuto dal comune di Bisceglie, che ha messo a disposizione i mezzi per il trasferimento di alunni e docenti. I dirigenti scolastici Maria Sciancalepore, della secondaria di primo grado "Battisti-Ferraris" e Lucia Scarcelli, della scuola "Riccardo Monterisi", hanno aderito all'iniziativa. Presente allo spettacolo l'assessore comunale alla pubblica istruzione Vittoria Sasso

«Tutti hanno contribuito al successo di questo progetto: un esempio di sinergia tra scuole e tra le scuole e le istituzioni. Un esempio - ci auguriamo ripetibile - di comunità educante» hanno concluso i referenti dell'istituto "Cosmai", ringraziando il dirigente scolastico Donato Musci e il vicepreside Vincenzo Capurso.
    © 2001-2019 BisceglieViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
    BisceglieViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.