Il direttore sportivo della Lucchese Antonio Obbedio. <span>Foto Sport Avellino</span>
Il direttore sportivo della Lucchese Antonio Obbedio. Foto Sport Avellino
Calcio

Verso il playout Obbedio chiarisce: «Leggete prima i nostri documenti»

Dura risposta del DS della Lucchese alle parole del presidente stellato Canonico

Non è stata placida la reazione dei dirigenti della Lucchese all'indomani delle dichiarazioni del presidente nerazzurro Nicola Canonico durante il post partita fra Bisceglie e Paganese, con i primi usciti vittoriosi.

Parole al vetriolo quelle scagliate dal direttore sportivo delle pantere rossonere Antonio Obbedio nei confronti della stanza dei bottoni stellata, pronta a verificare la legittimità di questa seconda e decisiva fase playout della serie C.

Obbedio ha infatti dichiarato ai taccuini di Tuttoc.com: «Credo che Canonico con le sue parole sia stato irrispettoso, quando invece si dovrebbe portare rispetto a un gruppo che da cinque mesi non prende un euro e fargli i complimenti perché tutti stiamo anche svolgendo ruoli, come occuparsi del magazzino o del prato dello stadio, che esulano dalle mansioni per le quali eravamo stati chiamati. Oltre al danno la beffa, perché quello che abbiamo maturato negli ultimi mesi tra minutaggio e valorizzazioni, è stato bloccato per il pagamento della multa. Canonico ha ragione nel dire che le regole non possono essere stravolte a cinque giornate dalle fine, ma se le stesse regole fossero state rispettate e ci fosse stato un albo obbligatorio degli istituti di credito per l'emissione delle fidejussioni, noi non saremmo stati presi in estate ed anche nel giro degli ultimi mesi. È stata presa in giro un'intera tifoseria ledendo la dignità di tutti. Voglio ricordare a Canonico che, per quanto dica che potevamo fare i playoff, siamo una squadra che era stata costruita per salvarsi, con un budget che lui stesso può verificare in Lega: i documenti parlano chiaro se non è il più basso è tra i più bassi. Mi spiace molto che il presidente abbia detto che siamo già falliti , dovrebbe prima leggere le carte e non è mio compito mostrargliele».

Sulla partita: «Affrontiamo una squadra forte più di noi caratterialmente, con una base societaria molto solida e che ha fatto un ottimo mercato di riparazione rispetto a noi che abbiamo preso solo Di Nardo e ceduto cinque elementi importanti. Sarà la solita gara playout».

Con riferimento alle parole riportate dal direttore rossonero alla stampa, Lucchese e Bisceglie hanno già dato via ad un ipotetico calcio di inizio per una gara che metterà in palio la permanenza ed il prestigio di un campionato di spessore come quello di serie C.
  • Bisceglie Calcio 1913
  • Calcio Serie C
Altri contenuti a tema
Bisceglie, Montero non basta: al Monopoli il derby Bisceglie, Montero non basta: al Monopoli il derby Nerazzurri, in 10 dal primo tempo, superati 2-1 dai padroni di casa ora secondi in classifica
Bisceglie calcio, situazione sempre più complessa Bisceglie calcio, situazione sempre più complessa I dirigenti biscegliesi si dimettono dai rispettivi ruoli istituzionali
Bari di un'altra categoria: ai biancorossi il derby col Bisceglie Bari di un'altra categoria: ai biancorossi il derby col Bisceglie I nerazzurri ci provano in qualche occasione ma non riescono ad andare a segno
La sala stampa di Bisceglie-Bari, Vincenzo Vivarini La sala stampa di Bisceglie-Bari, Vincenzo Vivarini Il tecnico biancorosso: «Contento per il risultato ma c'è ancora da lavorare»
Bisceglie-Bari 0-3, il live score Bisceglie-Bari 0-3, il live score Rivivi con noi il primo storico derby tra nerazzurri e biancorossi
Bisceglie-Bari, appunti e note per passare alla storia Bisceglie-Bari, appunti e note per passare alla storia Analisi ed aspettative sull'atteso derby coi galletti
La sala stampa di Teramo-Bisceglie, Bruno Tedino La sala stampa di Teramo-Bisceglie, Bruno Tedino L'allenatore biancorosso soddisfatto della vittoria interna
Bisceglie-Virtus Francavilla 0-1, il live score Bisceglie-Virtus Francavilla 0-1, il live score Rivivi con noi la sfida del "Gustavo Ventura"
© 2001-2019 BisceglieViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BisceglieViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.