Lo staff della Youth Academy durante la conferenza di presentazione. <span>Foto Bartolomeo Pasquale</span>
Lo staff della Youth Academy durante la conferenza di presentazione. Foto Bartolomeo Pasquale
Calcio

Youth Academy Bisceglie. L'eterna giovinezza del calcio

Presentato il nuovo progetto calcistico all'Hotel Salsello

Mai nome può essere così azzeccato in un contesto quale quello dello sport, che con le sue dinamiche rende tutte le persone di ogni età mai vecchie di quanto lo si possa pensare. È l'eterna giovinezza, la forza che lo sport offre per poter crescere e per portare i più piccoli ad inserirsi con positività nei vari contesti sociali.

La YAB, ovvero Youth Academy Bisceglie, è stata così presentata sabato pomeriggio presso la sala conferenze dell'Hotel Salsello di Bisceglie davanti ad un pubblico curioso nello scoprire i dettagli di questa nuova fondazione. Più di una scuola calcio, la Youth Academy è un progetto che si incentra sul percorso personale dell'allievo il quale, supportato da uno staff tecnico giovane e di provata competenza nonché dalle figure convenzionate del nutrizionista, dell'osteopata e dello psicologo, riceverà un apprendimento mirato basato sui sani valori sportivi e morali in un contesto sicuro e familiare.

I corsi di calcio, aperti per maschietti e femminucce dai cinque ai dodici anni, verranno calendarizzati in tre lezioni a settimana rispettivamente da novanta e settantacinque minuti grazie alla collaborazione della Green corner Sporting Club Bisceglie che metterà a disposizione tutte le strutture.

Alla presentazione del progetto sono intervenuti il presidente dell'Accademia, il professor Carmine Rumma, nonché tre dei cinque componenti dello staff tecnico, ovvero i fratelli Luca e Antonio Rumma ed il difensore dell'Unione calcio Bisceglie Sergio Quercia. A loro si aggiungono altresì Bartolo Pellegrini e Daniele Cilli.

Il professor Rumma, visibilmente emozionato dell'incarico ricevuto, non vede l'ora di iniziare: «Seppur presidente resto sempre professore. Stare dall'altra parte del tavolo di conferenza, diversamente da quanto fatto fino a ieri, è sempre difficile e quello che mi ha spinto a realizzare il progetto Youth Academy è stato l'affetto e la vicinanza di tante persone come voi che oggi assistono al nostro battesimo. Abbiamo ritenuto che i tempi fossero maturi per costituire il tutto dopo le varie importanti esperienze intraprese in giro per la regione, e oltre, dai miei figli Antonio e Luca nonché da tutti gli altri ragazzi dello staff. L'obiettivo principale è fare sport e formazione, il talento nel calcio viene dopo. Noi speriamo di essere in particolare degli educatori fornendo passione, energia ed entusiasmo. Tutti i giorni a scuola cerco di dare principi sani e valori ed anche qui, nei pomeriggi che passeremo con i ragazzi, proveremo a smussare gli angoli umani di ogni allievo prima di farli diventare calciatori. Cosa mi aspetto dai miei figli? Che trasmettano e mettano a disposizione i principi ed i parametri educativi che io gli ho imposto da piccoli. Ora è arrivato il momento giusto per loro affinché possano trasmettere gli stessi ideali alle future generazioni che si avvicenderanno sui nostri campi».

Al prologo della serata l'assessore allo sport ed all'istruzione Vittoria Sasso, presente nell'occasione, ha preso la parola in merito al possibile effetto traino delle attività accademiche in favore della città dei Dolmen: «Sono felice ed onorata nell'essere qui. Lo sport è sempre in crescita sul territorio ed è così che nascono nuove realtà. Questo significa che coloro che realizzano il progetto credono in quello che si sta facendo e sono felice di lavorare per loro. Ciò vale tanto per quei bambini e ragazzi che non sanno cosa fare, vengono tirati via dalla strada ed iniziano un percorso formativo diverso perché oggi si vive in una società delicata. Avere delle persone competenti che possono indirizzarli in progetti di vita notevoli non può fare solo che bene per un futuro migliore. Auguro così a loro il più sentito in bocca al lupo».

Il nome della neonata società è ispirato alla Youth Academy Amsterdam, cantera dell'Ajax e fucina di talenti saliti alla ribalta del calcio continentale in occasione dell'ultima edizione della Champions League, chiudendo il percorso alle semifinali. I colori sociali saranno il giallo ed il rosso in onore del Benevento, città di origine della famiglia Rumma e squadra da loro sostenuta.

Infine tutto o staff YAB ha invitato gli interessati ad assistere alle quattro giornate di open day che si terranno nelle giornate del due, quattro, nove e undici Luglio presso il campo vecchio comunale "Francesco Di Liddo" allo scopo di prendere maggiore confidenza e conoscenza con il mondo Youth Academy.
  • Calcio
  • Youth academy Bisceglie
Altri contenuti a tema
Bisceglie, in ventiquattro per la partita più importante Bisceglie, in ventiquattro per la partita più importante Recupera Abonckelet per la sfida ai galletti di Vivarini
Bisceglie-Bari, sfida inedita in gare ufficiali Bisceglie-Bari, sfida inedita in gare ufficiali Solo amichevoli nei precedenti fra le due compagini, unica affermazione nerazzurra nel 2012
Il Bisceglie a Reggio Calabria, Vanoli: «Faremo la nostra partita» Il Bisceglie a Reggio Calabria, Vanoli: «Faremo la nostra partita» Il trainer nerazzurro fiducioso pur se consapevole del valore degli avversari
Lunedì la partita di calcio "Siamo tutti biscegliesi" al "Di Liddo" Lunedì la partita di calcio "Siamo tutti biscegliesi" al "Di Liddo" In campo gli amministratori comunali e gli ospiti delle strutture di accoglienza della città di Bisceglie
Bisceglie riabbraccia Aldo Papagni Bisceglie riabbraccia Aldo Papagni Presentato ufficialmente il nuovo direttore tecnico dell'Unione Calcio Bisceglie
1 Pastaio Maffei ancora al fianco del Lecce Calcio in Serie A Pastaio Maffei ancora al fianco del Lecce Calcio in Serie A L’azienda barlettana sarà sponsor dei giallorossi anche nel prossimo campionato
Playoff Serie C, avanzano Potenza, Virtus Francavilla e Reggina Playoff Serie C, avanzano Potenza, Virtus Francavilla e Reggina Escono di scena Rende, Casertana e Monopoli
Chiedi cos'era l'Edilspina Chiedi cos'era l'Edilspina Un ricordo di Pasquale Spina, scomparso a 78 anni
© 2001-2019 BisceglieViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BisceglieViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.