Duct Tape di Marco Neri per la sedicesima edizione di
Duct Tape di Marco Neri per la sedicesima edizione di "Avvistamenti"
Cultura

Avvistamenti, s'inaugura la mostra Duct Tape

Il progetto espositivo di Marco Neri, curato da Christian Caliandro, è stato pensato appositamente per la 16ª edizione della rassegna

Il Cineclub Canudo organizza la sedicesima edizione di Avvistamenti (non) è un Festival, diretta da Antonio Musci e Daniela Di Niso e realizzata con il sostegno dell'assessorato all'industria turistica e culturale della regione Puglia, la collaborazione di Apulia Film Commission e il patrocinio del comune di Bisceglie. Il progetto è stato finanziato per il triennio 2017-2019 nell'ambito dell'Avviso Pubblico per lo Spettacolo dal vivo e le residenze artistiche della regione Puglia.

Venerdì 18 maggio, alle ore 20:00, si terrà l'inaugurazione della mostra Duct Tape, un progetto espositivo di Marco Neri pensato per la sedicesima edizione di Avvistamenti e curato da Christian Caliandro. Il titolo della mostra personale di Marco Neri si riferisce al materiale con cui è realizzata la serie Giardini (2011): il duct tape, anche conosciuto come "scotch americano", nero - l'adesivo più potente in commercio.

La serie – concepita dieci anni dopo la partecipazione dell'artista alla 49° Biennale d'Arte del 2001 su invito del curatore Harald Szeemann - riproduce le facciate dei padiglioni nazionali ai Giardini della Biennale di Venezia. Ogni facciata, come una bandiera dell'arte contemporanea, è stata prima studiata e memorizzata su carta a mano libera, per poi essere trasferita e trasfigurata attraverso l'impiego del duct tape. Una sorta di 'pittura-non pittura', al servizio a sua volta di un ritratto architettonico.

«Questo materiale normalmente usato per tutt'altro, oltre ad essere di fatto segno, colore e materia piuttosto spessa, ha al suo interno anche la tela e per questo, mentre si strappa con una certa precisione e a permettere un discreto controllo della forma, oltre ad essere particolarmente resistente della tela fa trasparire la trama in superficie diventando paradossalmente molto 'pittorico' nella resa. In fondo la pittura in estrema sintesi e generalizzando, altro non è che colore e colla, su tela; e la sovrapposizione di segni produce materia, spessore, dando concretamente corpo all'immagine» ha spiegato l'artista.

Lo studio, al tempo stesso pop e raffinato, è una riflessione sul senso dell'arte contemporanea a partire dai suoi luoghi istituzionali e sul funzionamento della pittura. Accanto a questa grande serie, il progetto espositivo prevede una nuova serie in fieri, Costruire (2018): una sorta di work in progress, con una città di palazzi in costruzione, a metà tra architettura metafisica e natura morta. Acrilico e tempera su tavole di legno assemblate contribuiscono dunque a creare uno spazio urbano in costante trasformazione e evoluzione.

La mostra Duct Tape sarà visitabile presso Palazzo Tupputi fino al prossimo 22 giugno dal lunedì al venerdì fra le ore 18:00 e le 21:00, con ingresso libero. Per gruppi e scuole è prevista la possibilità di apertura, a seguito di prenotazione, dalle ore 10:00 alle 13:00. Per ulteriori informazioni: 340 2215793 – 340 6131760 - info@avvistamenti.it www.avvistamenti.it / www.palazzotupputi.it
  • palazzo tupputi
  • Avvistamenti
  • Duct Tape
  • Marco Neri
  • Christian Caliandro
Altri contenuti a tema
Elezioni, Casella: «Le realtà artistiche e culturali rappresentano un perno della crescita del territorio» Elezioni, Casella: «Le realtà artistiche e culturali rappresentano un perno della crescita del territorio» Il candidato sindaco ha partecipato all'inaugurazione dell'esposizione Duct Tape
Inaugurata a Palazzo Tupputi la mostra Duct Tape Inaugurata a Palazzo Tupputi la mostra Duct Tape Progetto espositivo di Marco Neri ideato per la 16ª edizione di Avvistamenti
"#quellavoltache - storie di molestie", le testimonianze degli abusi sulle donne in un libro "#quellavoltache - storie di molestie", le testimonianze degli abusi sulle donne in un libro Domenica mattina a Palazzo Tupputi conversazione con la curatrice del volume Anna Lanave
Tupputincontri: Gramsci e la questione meridionale Tupputincontri: Gramsci e la questione meridionale Un'analisi approfondita con la professoressa Durante e il professor Losapio
Serata all’insegna della storia a Palazzo Tupputi: "Antonio Gramsci e il meridione italiano nell’epoca risorgimentale" Serata all’insegna della storia a Palazzo Tupputi: "Antonio Gramsci e il meridione italiano nell’epoca risorgimentale" Mercoledi 9 presso il Laboratorio Urbano con la partecipazione della professoressa Lea Durante sarà affrontato il tema dell’Unità d’Italia e dei suoi riverberi nel sud
Master class di canto jazz e pop con Mario Rosini Master class di canto jazz e pop con Mario Rosini Il seminario si concluderà con un concerto dal vivo dell'artista a Palazzo Tupputi
Sedicesima edizione di "Avvistamenti", giovedì conferenza stampa di presentazione Sedicesima edizione di "Avvistamenti", giovedì conferenza stampa di presentazione Gli organizzatori Antonio Musci e Daniela Di Niso presenteranno il ricco e articolo programma della manifestazione
Teresa Antonacci racconta "Una storia imperfetta" Teresa Antonacci racconta "Una storia imperfetta" Venerdì a Palazzo Tupputi la presentazione del settimo libro dell'autrice barese
© 2001-2018 BisceglieViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BisceglieViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.