Francesco Boccia e Monsignor Giovanni Ricchiuti
Francesco Boccia e Monsignor Giovanni Ricchiuti
Politica

Boccia-Ricchiuti, colloquio telefonico: «Battaglia comune proteggere la salute»

Il ministro: «Dobbiamo evitare una terza ondata»

Lunga colloquio telefonico, nel pomeriggio di venerdì 27 novembre, tra il ministro per gli affari regionali e le autonomie Francesco Boccia e monsignor Giovanni Ricchiuti. I due biscegliesi, secondo quanto riferito dal componente del Governo in una nota stampa, si sono chiariti al fine di «scongiurare che parole pronunciate durante una riunione interna coi presidenti di Regione possano alimentare polemiche sterili su fantomatici orari delle messe di Natale».

Boccia ha rimarcato: «Siamo nel pieno della seconda ondata della pandemia, viaggiamo su una media di 800 morti al giorno, 50 mila nostri concittadini dall'inizio della pandemia non ci sono più. Dobbiamo evitare in tutti i modi che, allargando le maglie durante le settimane che abbiamo davanti, a gennaio si possa scatenare una terza ondata. La mia posizione resta sempre la stessa: massimo rigore e rispetto delle regole che insieme ci siamo dati. Il nodo era ed è il rispetto del coprifuoco in modo da tutelare il più possibile le reti sanitarie e alleggerire il peso che grava su medici, infermieri e operatori sanitari».

Quanto alla telefonata: «Con Monsignor Ricchiuti ci siamo ritrovati subito su un principio semplice quanto importante: la tutela della salute e la protezione della vita. E la Cei ha fatto un lavoro eccellente col Comitato tecnico scientifico sui protocolli di sicurezza per la celebrazione delle messe» ha sostenuto il ministro.

«Come si legge anche nel Vangelo di Marco 2.27 "Il sabato è stato fatto per l'uomo e non l'uomo per il sabato" e anche le regole si adeguano ai bisogni dell'uomo, a maggior ragione durante una pandemia che sta facendo milioni di vittime nel mondo» ha concluso Francesco Boccia.
  • Francesco Boccia
  • Monsignor Giovanni Ricchiuti
  • Covid
Speciale Coronavirus

Speciale Coronavirus

Tutti gli aggiornamenti

1613 contenuti
Altri contenuti a tema
115mila casi di positività in Puglia dall'inizio dell'emergenza 115mila casi di positività in Puglia dall'inizio dell'emergenza Ritmo di oltre mille nuovi contagi al giorno
Stop per un giorno alla didattica in presenza nel plesso "Ferraris" Stop per un giorno alla didattica in presenza nel plesso "Ferraris" Riscontrata la positività di un alunno
Più guariti che attualmente positivi in Puglia ma si registrano oltre 1000 nuovi casi Più guariti che attualmente positivi in Puglia ma si registrano oltre 1000 nuovi casi Scende molto lentamente il numero delle persone ricoverate negli ospedali del territorio
Cala notevolmente il numero degli attualmente positivi al Covid a Bisceglie Cala notevolmente il numero degli attualmente positivi al Covid a Bisceglie Angarano mette tutti in guardia: «Il dato resta ancora preoccupante»
Cala il numero degli attualmente positivi in Puglia Cala il numero degli attualmente positivi in Puglia 1275 i casi nelle ultime 24 ore
Promozione pugliese, i capitani: «Considerati l'ultima ruota del carro» Promozione pugliese, i capitani: «Considerati l'ultima ruota del carro» Tra i firmatari di una lettera anche Roberto Troilo del Don Uva Bisceglie
27mila dosi di vaccino Pfizer in arrivo in Puglia 27mila dosi di vaccino Pfizer in arrivo in Puglia Lopalco: «Le somministrazioni della fase 1 continuano nonostante qualche rallentamento»
Lopalco: «Vaccini a insegnanti e personale scolastico nella fase 2» Lopalco: «Vaccini a insegnanti e personale scolastico nella fase 2» Pronta una bozza della delibera regionale per un rientro in classe in sicurezza
© 2001-2021 BisceglieViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BisceglieViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.