acta srl
acta srl
Economia e lavoro

Call center, dal nuovo anno tutti a casa: licenziati i giovani dipendenti dell'Acta srl

L'azienda chiuderà i battenti. Non ha attivato la procedura di licenziamento collettivo

Per loro non sarà un Natale sereno, in quanto dall'1 gennaio dovranno sgomberare le scrivanie e tornare a casa. I giovani operatori dell'Acta srl, call center di Bisceglie, hanno perso il posto di lavoro.
Si tratta in gran parte di donne, con contratto di lavoro a tempo determinato.
Negli scorsi giorni hanno ricevuto a casa lettere di preavviso della cessazione del rapporto di lavoro. Causa: chiusura aziendale.

Nel merito della questione è intervenuta la Cgil, che per prima cosa ha fatto presente la mancata attivazione della procedura di licenziamento collettivo, obbligatoria ai sensi della legge 223, che prevede venga seguito un iter ben preciso: prima la comunicazione della volontà di licenziamento, da parte dell'azienda, alla direzione provinciale del lavoro e a tutte le associazioni sindacali, poi l'eventuale confronto bilaterale finalizzato a studiare eventuali misure alternative al licenziamento.

«Oltre a questo aspetto meramente procedurale – ha dichiarato Giuseppe Deleonardis, segretario generale Cgil Bat - già contestato all'azienda, avremmo altre questioni da sollevare: non ci convincono alcuni aspetti sulla gestione della subordinazione e della para-subordinazione. L'azienda fa parte di un network nazionale che ha commesse fino al 2019, quindi non capiamo bene il perché della chiusura. Abbiamo chiesto un incontro ma non abbiamo avuto alcuna risposta. Strana la coincidenza che questo accada dopo che una decina di lavoratori decidono di iscriversi alla Cgil».
  • Lavoro
  • call center
Altri contenuti a tema
Bisceglie piange la scomparsa di Cosimino Uva Bisceglie piange la scomparsa di Cosimino Uva Amato titolare del ristorante "Da Cosimino"
Patto per il lavoro e le politiche abitative, la soddisfazione del consigliere Losapio Patto per il lavoro e le politiche abitative, la soddisfazione del consigliere Losapio L'esponente di maggioranza: «Un'ottima dimostrazione di concertazione con le parti sociali»
Un monopattino con le ruote sgonfie Un monopattino con le ruote sgonfie Tre-quattro cosucce sul tema del lavoro
Percorso triennale di istruzione e formazione professionale con Prometeo Puglia Percorso triennale di istruzione e formazione professionale con Prometeo Puglia L'offerta formativa è riservata a ragazzi iscritti al primo anno delle superiori e non più frequentanti
Dipendenti del comune, avviate le procedure per la dichiarazione dello stato di agitazione Dipendenti del comune, avviate le procedure per la dichiarazione dello stato di agitazione Lo scorso 28 febbraio si è tenuta un'assemblea generale del personale
Reddito di cittadinanza, niente code ai Caf Reddito di cittadinanza, niente code ai Caf Situazione decisamente sotto controllo
Corso Enap per operatore della trasformazione agroalimentare Corso Enap per operatore della trasformazione agroalimentare Destinato a giovani con licenza media e con età inferiore ai 18 anni alla data di avvio dell'attività
Ex Casa Divina Provvidenza, Cisl e Uil: «Chiediamo nuovamente un incontro con Universo Salute» Ex Casa Divina Provvidenza, Cisl e Uil: «Chiediamo nuovamente un incontro con Universo Salute» I rappresentanti delle due sigle sindacali: «Ci auguriamo di ricevere notizie da parte della società»
© 2001-2019 BisceglieViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BisceglieViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.