Giuseppe Conte
Giuseppe Conte
Attualità

Conte attenua le restrizioni, ecco cosa sarà possibile fare dal 4 maggio

I provvedimenti annunciati dal presidente del consiglio

Elezioni Regionali 2020
Il presidente del consiglio dei ministri Giuseppe Conte ha annunciato, nella serata di domenica 26 aprile, una parziale attenuazione delle restrizioni imposte lo scorso 9 marzo riguardo gli spostamenti, le distanze interpersonali, gli esercizi commerciali e le attività produttive.

«Comincia per tutti la fase di convivenza col virus, consapevoli che la curva del contagio, in alcune aree del paese, potrebbe risalire. Dovremmo assumerci questo rischio con consapevolezza. Sarà fondamentale il comportamento responsabile di ciascuno di noi» ha spiegato il premier, chiedendo agli italiani di rispettare la precauzione della distanza di un metro rispetto alle altre persone e assicurando di aver predisposto un meccanismo per intervenire in caso di aggravamento della situazione.

Secondo quanto riferito dal capo del governo, a partire da lunedì 4 maggio e fino al 18 sono sarà possibile muoversi verso altri comuni, con un limite per gli spostamenti verso regioni diverse da quella in cui ci si trova a meno di comprovate esigenze lavorative, motivi di necessità e ragioni di salute. Concessa la possibilità di rientro nel luogo di domicilio o residenza per coloro i quali sono rimasti bloccati dal lockdown nelle città in cui studiano o lavorano.

Chiunque rilevi una temperatura pari o superiore a 37.5 gradi è obbligato a restare a casa.

Saranno ammessi gli incontri mirati con l'obiettivo di far visita a familiari più stretti (anche anziani, ma indossando la mascherina) e divieto di assembramento. Consentito l'accesso a parchi e giardini pubblici, a patto del mantenimento delle distanze con potere ai sindaci di chiudere le aree in caso di mancato rispetto delle misure.
Prevista anche la ripresa delle attività motoria, purché a debita distanza di un metro tra una persona e l'altra, mentre per quella sportiva saranno necessari due metri. Gli atleti professionisti e di interesse nazionale di discipline individuali potranno ricominciare ad allenarsi a porte chiuse.

Sarà possibile tornare a celebrare i funerali, ma con la presenza di massimo 15 persone, mentre le celebrazioni eucaristiche resteranno, per il momento, senza concorso di popolo.

Consentita, sempre dal 4 maggio, l'attività di ristorazione con asporto per bar e ristoranti, oltre al servizio a domicilio già ammesso. Bisognerà rispettare le distanze, gli accessi saranno contingentati uno per volta; non sarà possibile consumare cibi e bevande sul posto.
Sancita anche la riapertura della manifattura e del commercio all'ingrosso delle costruzioni.

Lunedì 18 maggio, invece, toccherà ad alcune attività di commercio al dettaglio, oltre a musei, mostre, biblioteche. Torneranno possibili anche gli allenamenti per gli atleti delle discipline sportive di squadra.

Dal 1 giugno dovrebbero essere consentite le riaperture di bar, ristorazione, parrucchieri, centri estetici e di cura della persona.

Scuole chiuse almeno fino a giugno. Si lavora per consentire gli esami di Stato in videoconferenza.

Il commissario all'emergenza Arcuri interverrà con un'apposita ordinanza per calmierare i prezzi delle mascherine chirurgiche (0.50 euro a pezzo) e dei dispositivi di protezione individuale. Previsto un intervento governativo di abbattimento dell'Iva.

«Le regioni dovranno fornirci dati aggiornati quotidianamente sull'andamento delle curve epidemiologiche. Il ministro della salute indicherà delle "soglie sentinella" sulla base dei parametri in possesso dell'Istituto superiore di sanità per intervenire in caso di necessità» ha concluso Conte.
  • scuola
  • commercio
  • Giuseppe Conte
  • Covid
Speciale Coronavirus

Speciale Coronavirus

Tutti gli aggiornamenti

1031 contenuti
Altri contenuti a tema
Coronavirus, nessun altro contagio in Puglia Coronavirus, nessun altro contagio in Puglia 110 le persone attualmente positive sul territorio regionale
Coronavirus, un caso positivo nella Bat Coronavirus, un caso positivo nella Bat Altri tre contagiati in Puglia nelle ultime ore
Doppia preferenza, l'iter e le incognite verso l'approvazione Doppia preferenza, l'iter e le incognite verso l'approvazione Discussione in commissione il 15 luglio, quindi il probabile voto in consiglio regionale (a scrutinio segreto)
Boccia su doppia preferenza alle regionali: «Riforma di civiltà» Boccia su doppia preferenza alle regionali: «Riforma di civiltà» Il ministro: «Sono sicuro che i consigli inadempienti agiranno in maniera responsabile»
Nicola Ambrosino - Le sènde... a le tèimbe du covid decennóve Nicola Ambrosino - Le sènde... a le tèimbe du covid decennóve L'appuntamento con la poesia in vernacolo
Coronavirus, tre nuovi contagi in Puglia Coronavirus, tre nuovi contagi in Puglia 2036 i test effettuati. Non si rilevano decessi
Coronavirus, un nuovo caso nella vicina Corato Coronavirus, un nuovo caso nella vicina Corato Lo hanno comunicato da Palazzo di Città
Coronavirus, nessun ulteriore contagio in Puglia Coronavirus, nessun ulteriore contagio in Puglia Non si sono registrati decessi nelle ultime ore. Scende ancora il dato degli attualmente positivi
© 2001-2020 BisceglieViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BisceglieViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.