Monumento a Papa Wojtyla in piazza Diaz
Monumento a Papa Wojtyla in piazza Diaz
Religioni

Inaugurato il monumento a San Giovanni Paolo II in piazza Diaz

Monopoli: «Papa Wojtyla continua a unire e ispirare»

Martedì 22 ottobre, in serata, è stato inaugurato il monumento raffigurante San Giovanni Paolo II in piazza Armando Diaz, a pochi passi dalla stazione ferroviaria di Bisceglie.

L'evento si è tenuto al termine di una fiaccolata con l'icona della Madonna giunta da Kalwaria, in Polonia. La statua, donata alla comunità biscegliese da Margherita e Maria Coletta, rispettivamente vedova e figlia del brigadiere dei Carabinieri Giuseppe Coletta rimasto ucciso in un attentato a Nassiriya, in Iraq, nel 2003, ha ricevuto la benedizione del vicario episcopale di Bisceglie monsignor Franco Lorusso. Presenti i membri delle diverse confraternite della città, il sindaco Angelantonio Angarano, alcuni componenti dell'amministrazione comunale e i rappresentanti dell'Arma dei Carabinieri.

L'associazione Giovanni Paolo II smorza i toni: «Papa Wojtyla continua a unire e ispirare»

Il professore Natalino Monopoli, fondatore dell'associazione Giovanni Paolo II, ha ringraziato «tutti coloro che con opera spontanea e volontaria hanno partecipato e reso possibile queste giornate» riferendosi a diverse iniziative intraprese nel ricordo del papa polacco. «Giovanni Paolo II continua a fare questo: unire e riunire. In questa direzione va anche la volontà dell'associazione di lasciare l'albero piantato da alcuni cittadini come segno di protesta nell'aiuola che ha ospitato il monumento: sarà un motivo in più per ricordare l'attenzione di Papa Wojtyla verso la natura» ha commentato Monopoli, rimarcando la figura di un pontefice «che ha costruito ponti andando al di là di preconcetti ideologici, politici, culturali e religiosi; un uomo inclusivo a cui la comunità biscegliese può continuare a ispirarsi».

Le iniziative

Dibattiti con la partecipazione di oltre 800 studenti di tutte le età, celebrazioni religiose e la grande solennità finale hanno caratterizzato i festeggiamenti in onore di San Giovanni Paolo II.

L'appuntamento che si rinnova annualmente nel mese di ottobre dal 2006, quest'anno ha dato inizio alle celebrazioni del centenario dalla nascita del papa polacco. Tema scelto: il rispetto dei diritti umani come segreto della vera pace, filo conduttore delle "Mattinate degli studenti" e del concorso a cui lavoreranno per tutto l'anno scolastico bambini, ragazzi e insegnanti. Presenti tre ospiti d'eccezione, gli artisti Daniela Poggi, Daniele Si Nasce e Edson D'Alessandro, che con le loro testimonianze hanno arricchito gli incontri studenteschi; veri momenti di pastorale giovanile li ha definiti l'Arcivescovo Monsignor Leonardo D'Ascenzo durante la messa solenne del 22 ottobre. Grande soddisfazione anche del neo rettore della Concattedrale don Giuseppe Abascià.

Il progetto "In cammino con Giovani Paolo II" proseguirà con altre iniziative. Dal 9 al 12 novembre è prevista la visita del sindaco di Wadowice a San Ferdinando di Puglia, la città che ha ospitato il riconoscimento Giovanni Paolo II a maggio 2019 e che per l'edizione 2020 prevede un parterre ricco di illustri testimonianze di impegno civile e sociale, tra cui quelle di Federico Zampaglione, Milena Miconi, Valentina Persia, Daniela Poggi. Tra le altre attività previste in accordo con la città polacca, scambi studenteschi e la realizzazione di un musical su Papa Giovanni Paolo II. I festeggiamenti termineranno a novembre 2020 con la visita dell'arcivescovo di Cracovia, Sua Eccellenza Monsignor Marek Jędraszewski.
  • piazza Diaz
Altri contenuti a tema
Di Leo sulla questione del monumento in piazza Diaz: «Una delibera deve essere sempre rispettata» Di Leo sulla questione del monumento in piazza Diaz: «Una delibera deve essere sempre rispettata» L'ex consigliere comunale: «Com'è possibile ignorarla e piantare una quercia senza autorizzazione nel cuore della notte?»
Spunta una quercia nel punto in cui dovrebbe essere eretto un monumento a San Giovanni Paolo II Spunta una quercia nel punto in cui dovrebbe essere eretto un monumento a San Giovanni Paolo II Ignote l'identità dei piantumatori e le loro ragioni, pur se potrebbe trattarsi di un'azione di protesta
© 2001-2021 BisceglieViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BisceglieViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.