Plesso don Tonino Bello
Plesso don Tonino Bello
Attualità

Plesso don Tonino Bello, nessuno spostamento

Prevale la linea dei genitori, contrari al trasferimento dei bambini a Salnitro

Le bambine e i bambini che frequentano il plesso "don Tonino Bello" del secondo circolo didattico non saranno trasferiti a Salnitro. È la sintesi di quanto emerso a seguito dell'incontro che si è svolto nel pomeriggio di lunedì 1 luglio all'edificio di via XXV aprile, con la partecipazione del sindaco di Bisceglie Angelantonio Angarano, del vicesindaco Angelo Consiglio, di alcuni assessori e consiglieri comunali oltre che del dirigente della ripartizione tecnica, l'architetto Giacomo Losapio, dei genitori e degli insegnanti della scuola, insieme al dirigente del secondo circolo professor Giuseppe Tedeschi.

«Abbiamo mantenuto la parola, dimostrando la nostra apertura al dialogo e al confronto» ha spiegato il primo cittadino. «Da un lato c'era il plesso nel quartiere Salnitro, completamente rinnovato, sicuro, funzionale, adeguato alle normative antisismiche e dotato di una mensa. Dall'altro un edificio scolastico che presenta criticità e carenze, più volte segnalate al comune dal dirigente e dagli stessi genitori. Tra loro una distanza non certo incolmabile. Il trasferimento non avrebbe cambiato nulla sulla composizione delle classi e dei docenti. Né tantomeno la decisione ha attinenza con il futuro piano di dimensionamento scolastico che, è bene precisarlo, è di competenza regionale e dipende dalla consistenza della popolazione scolastica» ha sottolineato Angarano.

Ha prevalso la linea dei genitori, contrari al trasferimento. «Rispettiamo e accogliamo la loro decisione, attestando, con i fatti, che da parte dell'amministrazione non ci fosse la volontà di imporre un diktat ma solo di chiarire eventuali disinformazioni e illustrare una soluzione, concepita non appena abbiamo avuto la certezza della disponibilità del plesso "Don Pasquale Uva", che reputiamo molto oculata, sensata e costruttiva, orientata al benessere e alla sicurezza dei bambini. Una visione condivisa anche dall'onorevole Galantino, che ringraziamo per la sensibilità mostrata, nell'esclusivo interesse pubblico. Accogliamo la richiesta di una scelta più "di cuore" che una più "fredda e razionale" e lavoreremo con maggiore attenzione con le comunità scolastiche per condividere percorsi futuri» ha concluso il sindaco.
  • Angelantonio Angarano
  • plesso don Tonino Bello
Altri contenuti a tema
Consiglio comunale, l'amministrazione ritira il punto sul piano triennale delle opere pubbliche Consiglio comunale, l'amministrazione ritira il punto sul piano triennale delle opere pubbliche Decisione comunicata dal sindaco Angelantonio Angarano
Riapertura mercato, Angarano: «Non sprechiamo l'opportunità» Riapertura mercato, Angarano: «Non sprechiamo l'opportunità» Due varchi di accesso, altrettanti in uscita. Previsto un presidio della Polizia Locale
«L'erba è alta oltre due metri». Pro Natura denuncia l'abbandono di Orto Schinosa «L'erba è alta oltre due metri». Pro Natura denuncia l'abbandono di Orto Schinosa L'allarme dell'associazione, molto critica con l'amministrazione comunale: «Mancano politiche per il verde»
Angarano commemora Falcone e ricorda ancora una volta Sergio Cosmai Angarano commemora Falcone e ricorda ancora una volta Sergio Cosmai Il sindaco ha osservato un minuto di raccoglimento davanti al drappo bianco esposto da un balcone del palazzo della Polizia Locale
L’imbarcazione storica "Yasemin Sultan" al porto turistico di Bisceglie L’imbarcazione storica "Yasemin Sultan" al porto turistico di Bisceglie L'attracco del prestigioso caicco di 22 metri è previsto sabato pomeriggio
Gelate marzo 2020, il Comune chiede lo stato di calamità naturale. Modulo da compilare per gli agricoltori Gelate marzo 2020, il Comune chiede lo stato di calamità naturale. Modulo da compilare per gli agricoltori Lettera del sindaco Angarano e dell'assessore Naglieri alla Regione
Spina rivendica i finanziamenti ottenuti dal Gal: «Angarano non ringrazia nemmeno» Spina rivendica i finanziamenti ottenuti dal Gal: «Angarano non ringrazia nemmeno» Prosegue la polemica sul mancato riconoscimento del lavoro lasciato in eredità dalle amministrazioni precedenti
2 800 mila euro per la riqualificazione della piazza del pesce, dei parchi e di via San Mercuro 800 mila euro per la riqualificazione della piazza del pesce, dei parchi e di via San Mercuro L'amministrazione illustra i progetti presentati dal Gal "Ponte Lama" e ammessi a finanziamento dalla Regione
© 2001-2020 BisceglieViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BisceglieViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.