L'attrice biscegliese Nunzia Antonino. <span>Foto Maurizio Agostinetto</span>
L'attrice biscegliese Nunzia Antonino. Foto Maurizio Agostinetto
Spettacoli

Prima nazionale di "Schiaparelli life" con l'attrice biscegliese Nunzia Antonino

Giovedì 28, ad Asti, il debutto dello spettacolo per la regìa di Carlo Bruni

Fra il 1953 e il '54, Elsa Schiaparelli, fra le più grandi stiliste di tutti i tempi, decide di concludere il proprio itinerario artistico e professionale, pubblicando un'autobiografia che già nel titolo ne riassume l'intensità: Shocking life. Italiana, nata a Roma in una famiglia colta e ricca di talenti, protagonista fra le due guerre di quella rivoluzione del costume che avrebbe ispirato molte generazioni future, amica e collaboratrice di artisti come Dalì, Cocteau, Aragon, Ray, Clair, Duchamps, Sartre, dopo aver vestito Katharine Hepburn, Lauren Bacall, Greta Garbo, Marlene Dietrich, Elsa decide che quel "nuovo" mondo non la riguarda più e lo lascia, ritirandosi a vita privata.

Su questo "passaggio" si fonda la messa in scena che giovedì 28 giugno, alle ore 22:00, debutterà ad Asti Teatro (Chiesa del Gesù), con la regia di Carlo Bruni e l'interpretazione di Nunzia Antonino e Marco Grossi. La formazione pugliese, sostenuta da due storiche strutture piemontesi, la Casa degli Alfieri e il Teatro di Dioniso, confermando una vocazione autorale, si avvale del contributo della scrittrice Eleonora Mazzoni, per evocare la figura dimenticata di una donna straordinaria con un'indagine emotiva sul distacco, tributo necessario ad ogni cambiamento. A supporto del lavoro: le immagini in movimento di Bea Mazzone, le luci di Tea Primiterra, la scena di Maurizio Agostinetto e la preziosa consulenza di due stilisti, storici della danza pugliesi: Luciano Lapadula e Vito Antonio Lerario.

Sul palco campeggiano un letto uccelliera e una valigia dentro cui entrerà tutto il passato da lasciare. Il primo, segnale non soltanto di uno stato d'animo, ma anche di quello scambio prezioso che la Schiaparelli ebbe con gli artisti del tempo e in particolare citazione evocativa del rapporto con Giacometti che realizzò, facendone una gabbia, proprio una delle vetrine del suo atelier.

Più vicina all'arte che all'artigianato, Elsa divenne famosa alla fine degli anni 20, sovvertendo molte delle regole che guidavano la moda e in generale le donne del tempo. Refrattaria alle convenzioni, più surrealista dei surrealisti, collaborò con artisti come Dalì, Cocteau, Aragon, Ray, Clair, Duchamps, Sartre; vestì stelle del cinema: da Katharine Hepburn a Lauren Bacall, da Marlene Dietrich a Mae West. E se di lei si ricorda soprattutto il famosissimo rosa shocking, non sarà difficile riconoscere nelle sue innumerevoli creazioni, la fonte ispiratrice di molti stilisti contemporanei. La moda era per lei un atto politico e così rievocarne la storia significa anche rimettere in gioco la sua straordinaria sfida.

Lo spettacolo "Schiaparelli life" è realizzato in collaborazione con Sistema Garibaldi e Linea d'Onda.
  • Linea d'onda
  • Carlo Bruni
  • Nunzia Antonino
  • Sistema Garibaldi
Altri contenuti a tema
La stagione dei ragazzi di SistemaGaribaldi alle Vecchie Segherie Mastrototaro La stagione dei ragazzi di SistemaGaribaldi alle Vecchie Segherie Mastrototaro Un programma ricco per i più piccoli e i giovanissimi
Presentata la quinta edizione de "Il tempo dei piccoli" Presentata la quinta edizione de "Il tempo dei piccoli" Ricco cartellone di eventi allestito da Sistema Garibaldi
Verso la quinta edizione de "Il tempo dei piccoli" Verso la quinta edizione de "Il tempo dei piccoli" Venerdì la presentazione in piazza Regina Margherita
Prospettiva Nevskij, quinta edizione alle porte Prospettiva Nevskij, quinta edizione alle porte Il focus di Sistema Garibaldi sulla danza contemporanea dal 3 al 5 maggio
La stagione di prosa di Sistema Garibaldi prosegue con Anfitrione La stagione di prosa di Sistema Garibaldi prosegue con Anfitrione In scena al Politeama lo spettacolo diretto da Teresa Ludovico
La Divina Commedia conquista il pubblico del Teatro Politeama La Divina Commedia conquista il pubblico del Teatro Politeama Grande successo per lo spettacolo inscenato dalla No gravity dance company
Danza, musica, canto: la Divina Commedia nella stagione di Sistema Garibaldi Danza, musica, canto: la Divina Commedia nella stagione di Sistema Garibaldi La No gravity dance company sul palco del Teatro Politeama
"Masculu e fìammina", il racconto di un uomo semplice alla madre che non c'è più "Masculu e fìammina", il racconto di un uomo semplice alla madre che non c'è più Saverio La Ruina sul palco delle Vecchie Segherie Mastrototaro per "Effetti collaterali"
© 2001-2019 BisceglieViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BisceglieViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.