Rurale
Rurale
Economia e lavoro

Via libera per 18mila braccianti extra-Ue

Il decreto riguarda ingressi di cittadini non comunitari per lavoro subordinato stagionale impegnati nei settori agricolo e turistico alberghiero

Via libera all'ingresso di 18mila lavoratori stagionali extracomunitari sul territorio italiano. Le domande telematiche potranno essere inviate fino al 31 dicembre utilizzando il sistema disponibile sul sito del ministero dell'interno.

«Il provvedimento è importante per il lavoro nelle campagne in autunno che è uno dei momenti più delicati dell'intera annata agraria, con le attività di raccolta in pieno svolgimento, e molte imprese che rischiano di trovarsi a ranghi ridotti i proprio nella fase più calda della vendemmia e della raccolta delle olive e della frutta» hanno fatto sapere da Coldiretti, rimarcando gli effetti del decreto flussi 2020 del Viminale, pubblicato in Gazzetta ufficiale, particolarmente rilevanti per combattere la carenza di lavoratori stagionali stranieri in agricoltura frenati anche dai vincoli alle frontiere e dalla quarantena.

«Un'opportunità che consentirà di garantire professionalità ed esperienza alle imprese agricole italiane grazie al coinvolgimento temporaneo spesso delle medesime persone che ogni anno attraversano il confine per un lavoro stagionale per poi tornare nel proprio Paese» ha osservato Coldiretti. «Un'esigenza che va accompagnata da misure per favorire l'accesso al lavoro degli italiani come l'introduzione di voucher semplificati per consentire anche a percettori di ammortizzatori sociali, studenti e pensionati italiani lo svolgimento dei lavori nelle campagne in un momento in cui tanti lavoratori sono in cassa integrazione e le fasce più deboli della popolazione sono in difficoltà».

Il decreto riguarda ingressi di cittadini non comunitari per lavoro subordinato stagionale impegnati nei settori agricolo e turistico alberghiero di Albania, Algeria, Bangladesh, Bosnia-Herzegovina, Corea (Repubblica di Corea), Costa d'Avorio, Egitto, El Salvador, Etiopia, Filippine, Gambia, Ghana, Giappone, India, Kosovo, Mali, Marocco, Mauritius, Moldova, Montenegro, Niger, Nigeria, Pakistan, Repubblica di Macedonia del Nord, Senegal, Serbia, Sri Lanka, Sudan, Tunisia, Ucraina.

L'importante novità fortemente sollecitata dalla Coldiretti è la previsione di 6000 unità di quote di ingresso riservate alle associazioni di categoria per i propri associati che si avvalgono per l'invio delle istanze delle associazioni stesse, a norma delle previsioni del primo comma dell'articolo 24 del testo unico immigrazione.

Il Decreto flussi è stato licenziato in occasione dell'annuncio della riduzione dei tempi di quarantena a dieci giorni, sulla base delle ultime evidenze scientifiche, particolarmente importante per i lavoratori provenienti dall'estero.

«Nel 2020 si sono praticamente ridotti di circa 1/3 i lavoratori stranieri nelle campagne italiane a causa dalle misure di sicurezza anti contagio, del lockdown e dai necessari vincoli posti alle frontiere ai braccianti dall'estero che ogni anno attraversano il confine per un lavoro stagionale per poi tornare nel proprio Paese. L'assenza dei lavoratori stranieri ha messo in grave difficoltà le campagne dove si è registrato un crollo record del 7% delle ore lavorate in agricoltura secondo gli ultimi dati divulgati dall'Istat relativi al secondo trimestre 2020» hanno concluso da Coldiretti.
  • agricoltura
Altri contenuti a tema
Gelate, Confagricoltura: «Gravi danni nell'agro biscegliese» Gelate, Confagricoltura: «Gravi danni nell'agro biscegliese» Il presidente Di Niso: «Si attivi l'iter per richiedere la calamità per gli ultimi avvenimenti meteorologici e il successo risarcimento»
Lavoratori agricoli in mobilitazione davanti alla Prefettura Lavoratori agricoli in mobilitazione davanti alla Prefettura Fai, Flai e Uila chiedono interventi in favore del comparto e sottolineano la contrarietà alla semplifcazione dell'uso dei voucher
50 alberi di melograno donati alla città 50 alberi di melograno donati alla città Lodevole gesto di un produttore agricolo. Angarano: «Continua ad aumentare il patrimonio verde»
Gelate 2018, l'associazione Restart lamenta i ritardi nell'arrivo dei fondi Gelate 2018, l'associazione Restart lamenta i ritardi nell'arrivo dei fondi Spagnoletti Zeuli: «Quanto dovremo attendere ancora?»
Riuso acque reflue, Caracciolo conferma: «Presto un impianto a Bisceglie» Riuso acque reflue, Caracciolo conferma: «Presto un impianto a Bisceglie» Il consigliere regionale ha presentato il via dei lavori per un'analoga infrastruttura a Margherita di Savoia
Bando per acquisto di macchinari, 2.8 milioni per le aziende agricole pugliesi Bando per acquisto di macchinari, 2.8 milioni per le aziende agricole pugliesi La deputata Galizia: «I nostri imprenditori non si lascino sfuggire l'opportunità»
Carburante agricolo, dal 7 gennaio si può fare richiesta Carburante agricolo, dal 7 gennaio si può fare richiesta A cura di Girolamo Cosmai, Responsabile Area Tecnica PAC-UMA Bisceglie
14 anni fa l'eliminazione del contributo di bonifica 14 anni fa l'eliminazione del contributo di bonifica Lo ricorda Francesco Spina, indiscusso artefice di quella battaglia: «Fu una grande vittoria per Bisceglie»
© 2001-2021 BisceglieViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BisceglieViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.