Casa
Casa
Attualità

«Vivo in un alloggio popolare assegnato ma senza acqua, luce e gas»

Lo sfogo di un cittadino biscegliese, invalido civile al 100%

«Sono un invalido civile al 100% e vivo con mia moglie e mia figlia in un appartamento popolare assegnatomi dal 21 dicembre 2020 senza l'allacciamento di acqua, luce e gas». Questo inciso sarebbe sufficiente a descrivere, in poche parole, la situazione in cui versano un cittadino biscegliese e la sua famiglia.

Parole scolpite come pietre: «Viviamo in un quartiere popolare, assieme ad altri assegnatari dalla stessa data e con le stesse necessità, in una condzione in cui è impossibile lavarsi, preparare da mangiare e soprattutto riscaldarsi» ha spiegato. «Abbiamo dovuto lasciare con urgenza e in tutta fretta le nostre vecchie abitazioni per trasferirci negli stabili assegnati dal Comune nel centro storico attraverso una graduatoria» ha aggiunto, riferendosi alla necessità di scongiurare il rischio che ancora una volta, come già accaduto, alcuni abusivi potessero introdursi negli appartamenti.

«La mia disavventura è iniziata nel 2016 quando partecipai al bando per alloggi di edilizia residenziale pubblica. Ho raggiunto, dopo tanti sacrifici e aspettative, il terzo posto in graduatoria con diritto alla scelta, anche se non è servito a niente». L'uomo sembra convinto di essere stato tratto in inganno, senza però specificare da chi. «Mi è stato detto che, per un nucleo familiare composto da tre persone, sarebbe toccata un'abitazione da 50 metri quadri in su. Pur di non rinunciare e perdere il diritto acquisito sono stato condizionato a scegliere il più grande dei tre appartamenti disponibili, da 55 mq, fra l'altro solo nel centro storico e non in zona ospedale ma soprattutto idoneo a un nucleo familiare di due persone, con una stanza e cucina, senza una stanzetta per mia figlia».

Il cittadino biscegliese ritiene «assurdo che nel bando al quale ho partecipato siano menzionate tre zone di cui due già pronte, fra cui quella dell'ospedale, che dispone di 13 comodi appartamenti. Perché è stata esclusa? Intanto, ci stiamo ancora sacrificando come delle bestie» ha concluso, chiedendo sia fatta luce sulla questione e definendosi vittima «di tutte queste ingiustizie e soprusi». Un chiarimento in merito da parte delle autorità competenti sarebbe opportuno.
  • case popolari
Altri contenuti a tema
«Non esiste un Sindaco, non esiste un'amministrazione comunale» «Non esiste un Sindaco, non esiste un'amministrazione comunale» Spina: «Fallite le politiche sociali e abitative della "Svolta", una vergogna senza limiti»
1 Sgombero concluso, Angarano: «Segnale forte di legalità» Sgombero concluso, Angarano: «Segnale forte di legalità» Il Sindaco: «La risposta dello Stato è stata netta e immediata»
1 Via Taranto, sgomberi in corso Via Taranto, sgomberi in corso Sul posto uomini e mezzi della Polizia di Stato, delle Fiamme Gialle, dei Carabinieri, della Guardia Costiera, dei Vigili del fuoco e della Polizia Locale
3 Ordinanza di sgombero per due appartamenti occupati in via Taranto Ordinanza di sgombero per due appartamenti occupati in via Taranto Gli abusivi avranno cinque giorni di tempo per andarsene a partire dall'avvenuta notifica del provvedimento
«Angarano dice sempre "Non è a me": il paziente muore mentre i medici discutono» «Angarano dice sempre "Non è a me": il paziente muore mentre i medici discutono» L'ex Sindaco Spina a muso duro
1 Gli inviati di "Fuori dal coro" non mollano e tornano ancora a Bisceglie Gli inviati di "Fuori dal coro" non mollano e tornano ancora a Bisceglie Mario Giordano perentorio: «Pronto a mandare anche cento giornalisti»
1 Casa occupata, "Fuori dal coro" di nuovo a Bisceglie Casa occupata, "Fuori dal coro" di nuovo a Bisceglie Una protagonista della vicenda: «Sono tutti abusivi». Angarano: «Siamo già al lavoro per capire quale percorso attuare»
Le telecamere di "Fuori dal coro" tornano a Bisceglie Le telecamere di "Fuori dal coro" tornano a Bisceglie La troupe in zona porto e a Palazzo San Domenico. Novità sul caso dell'appartamento occupato nella puntata di martedì prossimo
© 2001-2021 BisceglieViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BisceglieViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.