Beethoven
Beethoven
Viaggio nell'Infinita Bellezza

Beethoven, piano concerto n.4

Un'opera rivoluzionaria che va ascoltata

Quando ho iniziato ad interessarmi dei Concerti di Beethoven, avevo ancora nella mente il ricordo delle sinfonie.
Quella che mi aveva accompagnato durante gli anni della giovinezza è stata la Quinta.

La mia modesta conoscenza tecnica delle opere mi faceva molto spesso confondere la Sinfonia con il Concerto. Poi, dopo parecchi svarioni, ho realizzato che una sinfonia è una composizione per la sola orchestra sinfonica e che invece in un concerto il."canto" è del solista e l'orchestra accompagna. Il solista può essere un violino, un violoncello, un pianoforte..un altro strumento musicale.

Beethoven ci ha lasciato cinque Concerti per Pianoforte ed Orchestra, e sono tutti molto eseguiti, da sempre. Ogni generazione di pianisti si cimenta con loro, e tutte le generazioni di cultori ed estimatori di questa musica traggono ispirazioni dal suo ascolto. Quando questo particolare virus, quello della passione per la Musica, si è indovato nella mia amigdala ho iniziato a muovermi prima con cautela e poi più speditamente in questo mondo di " Infinita Bellezza" .
Anche con Beethoven gli addetti ai lavori hanno provato a mettere in relazione la composizione del genio di Bonn con avvenimenti del periodo. E di certo tra tutti quello della campagna napoleonica in Europa e delle conquiste di Napoleone è la storia più importante.
Dicono che, nonostante Beethoven fosse tedesco, la figura del grande condottiero francese lo avesse conquistato tanto che sembra che il Concerto N.5 sia dedicato ed ispirato dalla sua figura. Per questo il concerto n.5 è conosciuto come Imperatore.
Ora però, dopo aver ascoltato tutti e cinque i concerti di Beethoven, vorrei parlare di quello meno celebrato, ma che, sempre secondo la mia sensibilità, è il più completo: il Concerto N.4.
Ebbi modo di ascoltarlo per la prima volta in teatro e con un vero campione del pianoforte.
La capacità di trasmettere la potenza e la drammaticità espressiva di quella serata fu straordinaria.
Il pubblico numeroso era in trance per le vibrazioni degli archi, per il dialogo tra l'oboe e il pianoforte. I temi furono espressi con una dolcezza e con una passione da scuotere l'animo umano fino dal più profondo. Il coinvolgimento emotivo già sublimato nel primo movimento, in cui il " dolore" raggiunge l'acme del suo sentimento, si stempera in una condizione di estasi di bellezza che toglie letteralmente il respiro nel secondo movimento.

Il Genio beethoveniano ci ha lasciato capolavori immortali..e per sempre.
Pare che mentre esalava l'ultimo respiro Beethoven dicesse che la sua mente era continuamente bombardata di melodie di motivi ..di note...di Infinita Bellezza.

Buon ascolto
Social Video34 minutiBeethoven, Piano Concerto n. 4
  • Musica
  • Beethoven
  • Piano Concerto
  • pIano concerto n.4
Altri contenuti a tema
“Serotonina”, nuovo singolo della cantante biscegliese Havana La Noche “Serotonina”, nuovo singolo della cantante biscegliese Havana La Noche La musica come strumento per creare l’atmosfera perfetta
Sarah Di Pinto sfiora 15 mila visualizzazioni con la cover di "Shallow" Sarah Di Pinto sfiora 15 mila visualizzazioni con la cover di "Shallow" La giovane interprete biscegliese si è misurata col pezzo di Lady Gaga e Bradley Cooper
La terza sonata di Beethoven La terza sonata di Beethoven «Capace di suscitare un profondo turbamento e di evocare, una riflessione sulla vita, sulle sue aspettative, sul dolore, sull'amore, sulla morte»
1 Deca pubblica il suo nuovo singolo intitolato “Sento sento sento” Deca pubblica il suo nuovo singolo intitolato “Sento sento sento” Il cantautore biscegliese ritorna sulle scene con un tormentone estivo
Josuè Spark primo vincitore del contest on line Fat Groove Josuè Spark primo vincitore del contest on line Fat Groove L’improvvisazione come carta vincente per andare avanti
Il  giovane cantante biscegliese Matteo De Feudis intervistato per il Premio Mia Martini Il giovane cantante biscegliese Matteo De Feudis intervistato per il Premio Mia Martini La musica come trampolino di lancio per realizzare i propri sogni
Concorrente biscegliese all'evento "Ballando, cantando, sognando, vivendo" di Andria Concorrente biscegliese all'evento "Ballando, cantando, sognando, vivendo" di Andria Maria Pia Minerva si esibirà sabato 4 maggio
Il maestro Nico Arcieri suona in occasione della giornata mondiale dei Rom Il maestro Nico Arcieri suona in occasione della giornata mondiale dei Rom La musica come strumento di libertà e uguaglianza sociale
© 2001-2019 BisceglieViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BisceglieViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.