Aldo Moro
Aldo Moro
Cultura

Aldo Moro: un uomo, uno statista assassinato per il suo ruolo e le sue idee

L'ultimo lavoro di Gero Grassi presentato a Libri nel Borgo Antico

Durante la nona edizione di Libri nel Borgo Antico il centro storico di Bisceglie ha brillato di cultura e di storia.

Una manifestazione di straordinario interesse in cui è approdata, nella meravigliosa cornice della storica via Marconi, uno dei quattro progetti su Aldo Moro della regione Puglia, "Moro: martire laico", rivolto a comuni, biblioteche e associazioni culturali della nostra regione e che si svilupperà negli anni 2018, 2019, 2020. All'iniziativa aderisce l'Anci Puglia che ha provveduto alla stampa della seconda edizione del libro.

Il progetto è un omaggio alla memoria del grande Statista di Maglie e tende a tenere viva la memoria storica su uno dei periodi più tormentati della nostra democrazia.
Gero Grassi, promotore della Commissione d'inchiesta sulla strage di via Fani e sul rapimento e morte di Aldo Moro diffonde il pensiero giuridico, culturale e politico dello Statista e Professore Aldo Moro. Il libro è offerto ai comuni, alle associazioni culturali e alle biblioteche che organizzano la manifestazione.

Grassi ha presentato alla platea di via Marconi il suo libro "Aldo Moro: la verità negata", che racchiude il "viaggio della speranza e della verità", un percorso che la Commissione d'inchiesta Moro-2 ha cominciato nel 2013 e terminato con la fine della Legislatura del Parlamento.
Le tre relazioni della Commissione Moro 2, approvate dal Parlamento, lasciano un segnale chiaro nella storia della Repubblica. La verità sull'eccidio di via Fani è quella che emerge dalle indagini ed è suffragata da prove certe. Questo lavoro non risparmia nessuno, è svolto a 360 gradi. La verità sul rapimento, detenzione e morte di Aldo Moro induce a dire agli italiani che quello del Presidente Moro è un martirio laico per le sue qualità di statista e di cristiano.

Gero Grassi riporta meticolosamente nel suo libro tutte le novità prodotte dalla Commissione Moro-2 che restituiscono allo Statista un grande spessore politico ed intellettuale. Un lavoro certosino e lungo impegna dal 2013 Gero Grassi che in un tour interminabile gira l'Italia, tenendo manifestazioni presso Università, istituti scolastici, associazioni culturali, municipi e sedi del Partito Democratico e, sempre con tantissima partecipazione di pubblico e con tanta commozione ed emozione, portando a conoscenza fatti e prove, smentendo i racconti dei brigatisti e le sentenze emesse all'epoca da magistrati.

Parlare di Moro significa non solo parlare della storia d'Italia, ma anche guardare all'Europa ed al mondo della libertà.
Moro vive nel cuore degli italiani onesti, in quello delle persone umili, in quello di chi aspira alla verità.
Il libro "Moro: la verità negata" vuole tenere vivi gli insegnamenti Aldo Moro, sia come docente universitario appassionato ed amico dei giovani e sia come uomo delle istituzioni, rispettoso delle idee, ma nello stesso tempo rigoroso nell'affermare i valori della libertà, della giustizia, della solidarietà. È altresì una testimonianza del lavoro della Commissione di Inchiesta Moro-2.
La speranza è che ricordare l'operato dello Statista e Professore possa essere una valida occasione di riflessione per docenti, studenti, intellettuali e cittadini desiderosi di contribuire alla crescita democratica.

«Scrivo queste ultime righe del libro il giorno di Natale 2017. Dopodomani il libro va in stampa. Ripercorro con la mente quattro anni di lunghissimo e duro lavoro in tutta Italia… Tanti sacrifici, tante rinunce, tante emozioni, tanto lavoro. 550 manifestazioni sul tema "Chi e perché ha ucciso Aldo Moro"… Accolto sempre benissimo da amici del Partito Democratico, ma anche da tanti sindaci di altro schieramento e da uomini e donne in rappresentanza di associazioni culturali… Stupendo il ricordo delle tante scuole visitate e dei tantissimi giovani che mantengono un rapporto epistolare con me su Aldo Moro…Per Aldo Moro, il Paese, la verità e la giustizia ne è valsa la pena. E' stato bello. Grazie a tutti».
Aldo Moro non morirà mai, perché è la storia d'Italia.
  • Libri nel Borgo Antico
  • Gabriella Baldini
  • Centro Studi Aldo Moro
Altri contenuti a tema
Libri nel Borgo Antico, parte il reclutamento dei volontari per l'edizione del decennale Libri nel Borgo Antico, parte il reclutamento dei volontari per l'edizione del decennale Le modalità di iscrizione sono disponibili sul sito ufficiale della kermesse letteraria
"Io, medico", il racconto dell'esperienza professionale del dottor Spaccavento alle Vecchie Segherie "Io, medico", il racconto dell'esperienza professionale del dottor Spaccavento alle Vecchie Segherie Giovedì 30 maggio evento fuori cartellone di Libri nel Borgo Antico
L'associazione Borgo Antico: «Se i libri sono un rifiuto, a smaltirli ci pensiamo noi» L'associazione Borgo Antico: «Se i libri sono un rifiuto, a smaltirli ci pensiamo noi» Reazione perentoria degli organizzatori di Libri nel Borgo Antico all'apparizione di un 6x3 (poi parzialmente rimosso) a Corato
Libri nel Borgo Antico anche in Salento Libri nel Borgo Antico anche in Salento Le interviste agli autori partecipanti alla rassegna in onda su TeleRama. Tutte le indicazioni per seguire le trasmissioni
Riprende "Autunno libri" dell'associazione Borgo Antico Riprende "Autunno libri" dell'associazione Borgo Antico Primo appuntamento con Raffaello Mastrolonardo venerdì presso la libreria "Abbraccio alla vita"
"Cronache dal porto di Bisceglie" a Libri nel Borgo Antico "Cronache dal porto di Bisceglie" a Libri nel Borgo Antico Finalmente messo in luce uno dei luoghi più suggestivi e storici della Città del Dolmen
Libri nel borgo dei piccoli, quando la cultura parla la lingua dei bambini Libri nel borgo dei piccoli, quando la cultura parla la lingua dei bambini Grande successo per le iniziative condivise tra laboratori, letture e presentazioni
1 "Alle radici del caos italiano" Paolo Mieli mette sotto accusa la borghesia senza valori civici "Alle radici del caos italiano" Paolo Mieli mette sotto accusa la borghesia senza valori civici Nella splendida cornice di largo Castello a Bisceglie il giornalista ha raccontato l'Italia di ieri e di oggi, fra attualità e storia che si fondono in un intreccio inscindibile
© 2001-2019 BisceglieViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BisceglieViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.