Fp Cgil Bat
Fp Cgil Bat
Economia e lavoro

Cgil Bat: «Stabilizzare gli assistenti sociali»

I rappresentanti dell'organizzazione sindacale sottolineano le opportunità che la Legge di bilancio concede alle amministrazioni locali

Stabilizzare e assumere gli assistenti sociali. Richiesta chiara, quella della Funzione pubblica Cgil Bat.
«Siamo pronti ad attivarci presso gli ambiti sociali territoriali della nostra Provincia e presso i dieci Comuni che ne fanno parte per far sì che ogni amministrazione attivi tempestivamente i processi di stabilizzazione e di assunzione di assistenti sociali» hanno osservato Roberto Cannone e Ileana Remini, coordinatore Funzioni locali e segretaria provinciale dell'organizzazione sindacale. «La pandemia ha messo drammaticamente in luce le tante fragilità non solo individuali, ma collettive e gli assistenti sociali, con il loro importante ruolo, sono chiamati a essere parte attiva e generativa in un quadro fortemente instabile e con sviluppi incerti» hanno aggiunto.

«La Legge di nilancio rappresenta un'importante opportunità, prevedendo un potenziamento del sistema dei servizi sociali comunali che rafforza contestualmente gli interventi e i servizi di contrasto alla povertà nella prospettiva del raggiungimento di un livello essenziale delle prestazioni e dei servizi sociali definendo precisi rapporti tra assistenti sociali e popolazione residente.
Il ministero del lavoro, in una nota del 4 febbraio scorso, ha chiarito che i fondi stanziati nella legge di bilancio 2021 per l'assunzione di assistenti sociali ad opera degli enti locali non vanno considerati come un contributo una-tantum per l'anno corrente ma come un finanziamento stabile a copertura dei costi per ogni assistente sociale assunto a tempo indeterminato. La norma in questione, infatti, prevede il potenziamento del sistema dei servizi sociali comunali, gestiti in forma singola o associata, al fine di assicurare il raggiungimento dei livelli essenziali delle prestazioni. In particolare è previsto un contributo di 40 mila euro annui per ogni assistente sociale assunto a tempo indeterminato fino al raggiungimento del rapporto 1 a 5000 abitanti» hanno spiegato i due sindacalisti.

Fino al 31 dicembre 2023, le amministrazioni possono indire procedure concorsuali riservate, in misura non superiore al 50% dei posti disponibili, al personale non dirigenziale con qualifica di assistente sociale che possieda tutti i requisiti (all'art. 20, comma 2, del D. Lgs. n. 75 del 2017, la cosiddetta norma Madia) e ciò anche in deroga ai vincoli di contenimento della spesa di personale.

«Dopo anni di precariato, gli ambiti sociali e i Comuni potranno assumere a tempo indeterminato o stabilizzare quegli assistenti sociali che sono stati impiegati nel corso degli anni per il contrasto alla povertà» hanno sottolineato i referenti Fp Cgil Bat. «Un investimento sul servizio pubblico e su un sistema integrato di salute sul quale abbiamo sempre creduto e per la cui attuazione continueremo a confrontarci con le amministrazioni al fianco di questi lavoratori. Con questa norma il legislatore si propone di rafforzare gli interventi e i servizi sociali di contrasto alla povertà, il segretariato sociale, il servizio sociale professionale, i tirocini finalizzati all'inclusione sociale, all'autonomia delle persone e alla riabilitazione; il sostegno socio-educativo domiciliare o territoriale; l'assistenza domiciliare socio-assistenziale e i servizi di prossimità; il sostegno alla genitorialità e il servizio di mediazione familiare; il servizio di mediazione culturale; il servizio di pronto intervento sociale.

Siamo quindi davanti a un'opportunità storica per il territorio e per gli ambiti socio territoriali di incrementare l'occupazione e al contempo di incrementare il livello qualitativo e quantitativo dei servizi sociali, di cui c'è un grande bisogno in un contesto caratterizzato, come in ogni sede evidenziamo, da criticità demografiche, di invecchiamento della popolazione, solitudine e fragilità, dipendenze di varia natura. A questa opportunità e possibilità di avviare un forte investimento sul servizio pubblico e sulla riappropriazione della funzione pubblica di tutela del territorio ciascun Comune non può e non deve restare inerme e su questo vigileremo costantemente sull'operato delle amministrazioni» hanno concluso Remini e Cannone.
  • servizi sociali
  • Cgil Bat
Altri contenuti a tema
Percorsi di autonomia per i disabili, pubblicato l'avviso Percorsi di autonomia per i disabili, pubblicato l'avviso Il progetto dell'Ambito territoriale è rivolto ad un massimo di 12 persone. Previstoanche l'avvio di una co-abitazione a Bisceglie
L'impegno dell'Ambito territoriale contro la violenza sulle donne L'impegno dell'Ambito territoriale contro la violenza sulle donne Un convegno alle Vecchie Segherie sugli atti violenti verso le donne disabili. iniziative di informazione e sensibilizzazione a Bisceglie e Trani fino al 2 dicembre
Cgil Bat: «Accoglienza dei lavoratori agricoli migranti, i sindaci si attivino per trovare soluzioni» Cgil Bat: «Accoglienza dei lavoratori agricoli migranti, i sindaci si attivino per trovare soluzioni» Riglietti (Flai): «Abbiamo chiesto incontri sia ad Andria che a Barletta ma non abbiamo ricevuto risposte»
Valente esorta alla realizzazione delle comunità energetiche nella Bat Valente esorta alla realizzazione delle comunità energetiche nella Bat Il biscegliese, segretario provinciale della Cgil: «Gli amministratori del territorio dimostrino di saper essere classe dirigente»
Fp Cgil: «Servizio igiene urbana, troppe criticità irrisolte» Fp Cgil: «Servizio igiene urbana, troppe criticità irrisolte» Il segretario provinciale Papeo: «I lavoratori subiscono da anni le conseguenze di scelte aziendali inappropriate»
Assunzioni assistenti sociali, incontro chiarificatore fra Comune e Cgil Assunzioni assistenti sociali, incontro chiarificatore fra Comune e Cgil Angarano e Rigante: «Abbiamo condiviso che l'Ente è stato operativo»
Stabilizzazione degli assistenti sociali, Cgil Bat: «Prendiamo atto dell'inerzia di Angarano» Stabilizzazione degli assistenti sociali, Cgil Bat: «Prendiamo atto dell'inerzia di Angarano» Remini e Cannone: «A fine giugno alcune dipendenti resteranno senza lavoro. Evidentemente il Sindaco ha più a cuore il precariato e la disoccupazione»
Green link: «Sorpresi dal sit-in ma pronti a incontrare i sindacati» Green link: «Sorpresi dal sit-in ma pronti a incontrare i sindacati» L'azienda che gestisce il servizio di igiene urbana a Bisceglie motiva punto per punto il suo comportamento
© 2001-2022 BisceglieViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BisceglieViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.