Discoteca (repertorio)
Discoteca (repertorio)
Economia e lavoro

Discoteche ancora chiuse, Maggialetti: «Un affronto»

Il titolare del Df Disco di Bisceglie: «Siamo l'unica categoria ferma da ben 17 mesi. A breve presidio davanti a Palazzo Chigi»

Una vicenda incredibile, specie se si considera il tempo trascorso inutilmente. Il settore discoteca resta, al momento, l'unica tipologia di attività dell'intrattenimento e commerciale ancora ferma a 17 mesi dall'escalation della pandemia di Covid-19. Una situazione assurda da qualsiasi punto di vista la si voglia analizzare, al punto che gli imprenditori del comparto, stufi del disinteresse che la politica ha espresso non occupandosi della questione, hanno annunciato l'adozione di iniziative simboliche.

«Ci vergogniamo dell'indifferenza e della noncuranza dei politici di fronte al dramma che viviamo da 17 mesi: siamo l'unica categoria ad aver subìto uno stop così brutale e draconiano» ha commentato Roberto Maggialetti, titolare del Df Disco di Bisceglie. «Per questo motivo saremo a breve nella capitale per un presidio permanente davanti a Palazzo Chigi: rimarremo lì giorno e notte finché la politica non ci comunicherà la data della riapertura delle nostre attività» ha evidenziato.

«Non si capisce per quale motivo le discoteche debbano rimanere chiuse quando tutta Italia lavora, in qualsiasi settore, anche senza regola alcuna. Gli esempi sono di fronte a tutti. E sono continui. Questo comportamento è un affronto verso chi vorrebbe fare onestamente il proprio lavoro, ed invece è impossibilitato a farlo» ha tuonato l'imprenditore molfettese, rivolgendo un appello «a tutti gli amici, dipendenti, pr, dj, artisti e operatori del settore che, da settimane, ci chiamano, ogni giorno, per avere novità e una parola di conforto».

Il comparto discoteca è rimasto escluso, ancora una volta, dall'ordine del giorno delle riunioni del consiglio dei ministri: «Dobbiamo dedurre che per la politica 90 mila persone possono continuare a rimanere a casa, senza lavoro, dignità e neppure una risposta. A questo punto andremo a chiederle di persona, così conosceremo almeno le ragioni per cui dobbiamo morire» ha aggiunto Maggialetti.

L'impressione è che il settore sia stato dimenticato, oltre che demonizzato in alcune fasi, considerata la prolungata chiusura con brevi parentesi di riaperture caratterizzate da fortissime limitazioni: «I danni economici subiti sono molto gravi e i sostegni ricevuti dallo Stato appaiono decisamente insufficienti a comopensare gli impegni economici dovuti come gli affitti e i costi fissi delle utenze» ha rilevato il titolare della struttura biscegliese.

«I dipendenti stagionali a fine contratto non sono stati richiamati visto che i locali sono chiusi: si trattava, per il 90%, di studenti universitari che adesso sono tornati a fare gli studenti: i costi del mancato guadagno per quella tipologia di impeghi temporanei sono ricaduti sui loro genitori. Un dramma del quale nessuno si sta occupando» ha concluso Maggialetti.
  • Roberto Maggialetti
  • DF disco
  • Covid
Speciale Coronavirus

Speciale Coronavirus

Tutti gli aggiornamenti

2284 contenuti
Altri contenuti a tema
Meno dell'1% di casi positivi su oltre 20 mila tamponi in Puglia Meno dell'1% di casi positivi su oltre 20 mila tamponi in Puglia Nessun decesso nelle ultime ore
Covid in Puglia, dati ancora stabili su attualmente positivi e ospedalizzati Covid in Puglia, dati ancora stabili su attualmente positivi e ospedalizzati Il numero dei test effettuati salirà inevitabilmente a causa dell'entrata in vigore dell'obbligo di Green pass sui luoghi di lavoro
Vaccini anti-Covid, il 78% dei giovani nella Bat ha ricevuto almeno la prima dose Vaccini anti-Covid, il 78% dei giovani nella Bat ha ricevuto almeno la prima dose Il 75% dell'intera popolazione vaccinabile ha già completato il ciclo. Terze dosi in somministrazione per i pazienti fragili
Covid in Puglia, numeri in calo costante Covid in Puglia, numeri in calo costante 93 nuovi contagiati nelle ultime ore, 132 i guariti
Calo deciso del numero di attualmente positivi in Puglia Calo deciso del numero di attualmente positivi in Puglia Stabili i dati su ricoveri e terapie intensive
Vaccinazioni anti-Covid, Bisceglie mantiene il primato nella Bat Vaccinazioni anti-Covid, Bisceglie mantiene il primato nella Bat Prime dosi all'88%. Le prossime aperture del PalaCosmai per gli utenti che necessitano di completare il ciclo o che desiderano aderire alla campagna
Sette decessi per Covid in Puglia e nuovi ingressi nelle terapie intensive Sette decessi per Covid in Puglia e nuovi ingressi nelle terapie intensive Scende il numero degli attualmente positivi
Bollettino Covid Puglia, nessun decesso nelle ultime ore Bollettino Covid Puglia, nessun decesso nelle ultime ore Incidenza dei contagi sempre intorno all'1% del totale dei nuovi tamponi effettuati
© 2001-2021 BisceglieViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BisceglieViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.