Sottoscritto il protocollo d'intesa per il reintegro dei detenuti
Sottoscritto il protocollo d'intesa per il reintegro dei detenuti
Attualità

Firmato un protocollo d'intesa per il reinserimento di detenuti ed ex detenuti nel circuito lavorativo

L'assessore Rigante: «Con questi progetti si limita anche il rischio di recidiva, aumentando la sicurezza nella nostra città»

Un protocollo d'intesa per il reintegro dei detenuti ed ex detenuti e per promuovere percorsi socio-lavorativi a favorire coesione sociale è stato firmato dal comune di Bisceglie con l'ufficio interdistrettuale di Esecuzione Penale Esterna (Uepe) di Bari, l'ufficio del garante regionale dei diritti delle persone sottoposte a misure restrittive della libertà personale e la Caritas Diocesana di Trani-Barletta-Bisceglie.

Prima progettualità l'impiego di quattro persone nel lavoro agricolo

Le parti si sono impegnate all'elaborazione e gestione di progetti di inclusione sociale, nella costituzione di un tavolo permanente per promuovere formazione, avvio e accompagnamento al lavoro. La prima progettualità già condivisa, che troverà applicazione nei prossimi mesi, riguarda l'impiego di 4 persone per quattro mesi nel lavoro agricolo e stagionale ma l'impegno sarà costante affinché i progetti possano essere molteplici e diversificati.

Angarano: «Una seconda possibilità a persone e famiglie in difficoltà»

«Questo protocollo, uno dei pochi casi in Puglia, nasce dall'esigenza concreta fatta sul territorio. Molto spesso durante il ricevimento del pubblico abbiamo toccato con mano casi molto difficili di persone che necessitavano di un sostegno nel reinserimento socio-lavorativo dopo periodi di detenzione. La sinergia con l'Uepe, il garante e la Caritas ci consente di dare concretamente una seconda possibilità a persone e famiglie in difficoltà» ha dichiarato il sindaco di Bisceglie Angelantonio Angarano.

«Siamo orgogliosi che Bisceglie possa essere un laboratorio regionale e nazionale nel sostenere l'applicazione del principio costituzionale del fine rieducativo della pena. Con progetti di reinserimento socio-lavorativo di ex detenuti e di detenuti in misura alternativa alla reclusione, inoltre, si tende a limitare il rischio di recidiva, aumentando la sicurezza nella nostra città» ha aggiunto l'assessore al ramo Roberta Rigante.

Don Sarno della Caritas Trani-Barletta-Bisceglie: «Un segno di speranza a persone che hanno commesso degli errori»

«Abbiamo a cuore poter dare opportunità di lavoro o perlomeno di formazione nel corso di esperienze pratiche a persone che hanno difficoltà a essere inserite nel circuito lavorativo» ha sottolineato Piero Rossi, garante regionale dei diritti delle persone sottoposte a misure restrittive della libertà personale.

«Ci sono persone che hanno commesso certamente degli errori, che però ora hanno bisogno di opportunità per riscattarsi e dare un nuovo senso alla propria vita. Questo progetto è un segno di speranza dato innanzitutto a queste persone ma anche alla comunità civile» ha affermato don Raffaele Sarno, Direttore della Caritas di Trani-Barletta-Bisceglie.

«In Italia ci sono ormai 65mila persone che scontano la loro pena in comunità in alternativa alla detenzione, numero di gran lunga superiore a quello di persone che scontano la pena in carcere. Oggi creiamo una rete che possa supportare le prospettive di inclusione sociale, senza perdere di vista l'attenzione alle vittime e alla comunità che richiede tutela e difesa sociale» ha concluso Pietro Guastamacchia, direttore dell'Uepe Bari.
  • Comune di Bisceglie
  • Angelantonio Angarano
  • Roberta Rigante
Altri contenuti a tema
«Siamo a ottobre e il bilancio preventivo 2020 non è stato ancora approvato» «Siamo a ottobre e il bilancio preventivo 2020 non è stato ancora approvato» Spina: «Dovremo ricorrere alla presidenza della repubblica?»
Covid, riunione del Centro operativo comunale Covid, riunione del Centro operativo comunale Gli attualmente positivi a Bisceglie restano 48
Lavori in corso sulle facciate dell'edificio scolastico Lavori in corso sulle facciate dell'edificio scolastico Angarano elenca gli interventi in fase di realizzazione ma c'è chi storce il naso per la tempistica
«Sindaco, l'emergenza Covid non è finita. Faccia funzionare il Coc» «Sindaco, l'emergenza Covid non è finita. Faccia funzionare il Coc» Intervento del giornalista Vincenzo Arena
«Niente fondo del personale»: la Cgil porta il Comune in tribunale «Niente fondo del personale»: la Cgil porta il Comune in tribunale Ricorso dei sindacati davanti al Giudice del lavoro: «Gli accordi erano altri»
1 «Impedite la discussione e l'approvazione dei nostri emendamenti» «Impedite la discussione e l'approvazione dei nostri emendamenti» Dup, Spina attacca l'amministrazione al termine del consiglio comunale
1 Consiglio deserto, l'ira delle opposizioni Consiglio deserto, l'ira delle opposizioni Diversi consiglieri di minoranza tornano a invocare l'intervento del Prefetto per porre un freno a quella che ritengono un'inerzia amministrativa
Consiglio comunale aggiornato a lunedì in seconda convocazione Consiglio comunale aggiornato a lunedì in seconda convocazione Diverse le assenze nelle fila della maggioranza
© 2001-2020 BisceglieViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BisceglieViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.