Polizia di Stato
Polizia di Stato
Cronaca

Immobile e box intestati alla sorella di un narcotrafficante messi sotto sequestro dalla Polizia

Intervento effettuato su disposizione del Tribunale di Milano

È stato eseguito dagli agenti della Questura di Bari, nella giornata di lunedì, il sequestro disposto dal Tribunale di Milano di un immobile in via Taranto, a Bisceglie, intestato alla sorella del 47enne Francesco Massimiliano Cauchi.

L'uomo è ritenuto uno dei principali esponenti del narcotraffico milanese ed è stato condannato per aver importato dall'estero enormi quantitativi di droga, principalmente hashish.

L'intervento segue quello già effettuato lo scorso 20 luglio con cui – grazie agli approfondimenti patrimoniali della Divisione anticrimine del capoluogo lombardo – erano stati posti sotto sequestro, nel milanese, oltre 17 milioni di euro in contanti, rinvenuti nascosti in un'intercapedine muraria all'interno dell'abitazione di suo padre.

Le successive indagini sui familiari di Cauchi, definiti «pienamente consapevoli e coinvolti nelle sue attività delittuose» hanno accertato che sua sorella aveva stipulato alcune compravendite immobiliari contraendo dei mutui pagati con sospette iniezioni di liquidità in contanti – dai 3000 ai 5000 euro – sul suo conto corrente, somme del tutto ingiustificabili se raffrontate ai suoi normalissimi redditi di cassiera in un supermercato.

Il Tribunale ha perciò stabilito il sequestro dell'immobile biscegliese e del relativo box auto oltre che di un ulteriore box auto a Milano, beni tutti intestati alla donna e del valore complessivo di circa 500 mila euro.
A seguito di questo nuovo decreto di sequestro, in applicazione del Codice antimafia, spetterà ai destinatari del provvedimento dimostrare che l'appartamento e i due box sono stati acquisiti con risorse economiche lecite e dichiarate al fisco. In caso contrario il sequestro si tramuterà in confisca cosicché i beni, acquisiti definitivamente nel patrimonio dello Stato, potranno essere reimpiegati in finalità sociali nell'interesse della collettività.
  • Polizia di Stato
  • Milano
  • traffico di stupefacenti
  • traffico di droga
Altri contenuti a tema
Una calibro 7.65 a bordo dell'auto: due arresti della Polizia Una calibro 7.65 a bordo dell'auto: due arresti della Polizia Gli agenti del Commissariato di Corato hanno bloccato un 21enne e un 40enne
Denunciato falso prete, avrebbe raggirato anche sacerdoti biscegliesi Denunciato falso prete, avrebbe raggirato anche sacerdoti biscegliesi Un 20enne sarebbe riuscito a raccogliere oltre 100 mila euro in tutta Italia
"Truck & bus", campagna europea congiunta con la partecipazione della Polizia "Truck & bus", campagna europea congiunta con la partecipazione della Polizia Controlli ai mezzi pesanti sul nostro territorio
Santina Mennea alla guida del Commissariato di Polizia di Trani Santina Mennea alla guida del Commissariato di Polizia di Trani Dirigerà l'ufficio competente anche sul territorio biscegliese
Brindisini bloccati a Bisceglie con 1.2 kg di marijuana in auto Brindisini bloccati a Bisceglie con 1.2 kg di marijuana in auto Per loro si sono aperte le porte del carcere di Trani
Traffico di droga anche a Bisceglie, 7 condanne definitive Traffico di droga anche a Bisceglie, 7 condanne definitive Sentenza confermata in Cassazione
Polizia Stradale, al via la campagna europea "Alcohol & drugs" Polizia Stradale, al via la campagna europea "Alcohol & drugs" Dal 7 al 13 dicembre controlli mirati con precursori ed etilometri. I risultati saranno monitorati dal Gruppo operativo Roadpol
Bisceglie Femminile, vittoria pesantissima col Kick Off Bisceglie Femminile, vittoria pesantissima col Kick Off Grande prestazione delle nerazzurre in Lombardia. Decisiva la rete di Annese a tre minuti dal termine
© 2001-2021 BisceglieViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BisceglieViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.