Antonello Soldani
Antonello Soldani
Economia e lavoro

«Ineludibile lo slittamento dei versamenti»

Antonello Soldani, presidente dell'Odcec di Trani: «Enormi le difficoltà che i contribuenti stanno incontrando per far fronte alle scadenze ordinarie»

«Lo slittamento dei termini dei versamenti delle imposte e la necessità di porre un argine alla proliferazione degli adempimenti straordinari introdotti in questi mesi dal Governo per avere accesso alle diverse misure di sostegno disposte per contrastare l'emergenza economica, figlia di quella sanitaria, sono richieste ineludibili avanzate dai commercialisti italiani per evitare il tracollo della nostra economia. In particolare nei territori del Mezzogiorno che partono da posizioni di oggettivo svantaggio».

Non ha usato giri di parole Antonello Soldani, presidente dell'Ordine dei dottori commercialisti e degli esperti contabili di Trani, condividendo l'iniziativa del presidente nazionale Massimo Miani, che ha chiesto al Governo di disporre subito la proroga dei versamenti delle imposte risultanti dalle dichiarazioni dei redditi in scadenza il prossimo 20 agosto o, in via subordinata, l'introduzione di un meccanismo di esclusione dalle sanzioni per chi regolarizza, entro il 31 ottobre 2020, tutti i versamenti dovuti dallo scorso mese di marzo, anche relativamente ai principali tributi erariali come l'Iva, l'Irap e le imposte d'atto e non oggetto di sospensione.

«Non chiediamo certo cose irrealizzabili ma una boccata d'ossigeno a imprese e contribuenti che rischiano di pagare un prezzo troppo alto sull'altare delle misure restrittive assunte dal Governo nei mesi del lockdown. Sono mesi che chiediamo il rinvio dei versamenti al 30 settembre, data in cui vorremmo che venissero spostate anche le scadenze delle istanze relative sia al contributo a fondo perduto per chi ha il domicilio fiscale o la sede operativa nel territorio dei Comuni colpiti da eventi calamitosi, sia al bonus sanificazione in scadenza, rispettivamente, il 13 agosto e il 7 settembre» ha aggiunto Soldani.

«Con il Decreto agosto potrebbero essere trovate anche le coperture economiche per ottenere questo slittamento dei termini per i versamenti. In ballo ci sono altri 25 miliardi di euro che vanno ad aggiungersi ai precedenti 80 miliardi di euro già stanziati. Con questi soldi non sarà impossibile venire incontro alle enormi difficoltà che i contribuenti stanno incontrando per far fronte alle scadenze ordinarie che, a partire da quelle relative al mese di giugno, non sono state più sospese e devono essere quindi puntualmente rispettate come per i versamenti di Iva, ritenute, contributi previdenziali e premi assicurativi» ha rilevato.

«L'intervento è doveroso anche per l'impossibilità di rispettare i tempi concessi – ha sottolineato il presidente del Consiglio nazionale dei commercialisti Massimo Miani – a causa della mole di lavoro caduta sulle spalle dei commercialisti italiani che sono ancora alle prese, solo tenendo conto degli ultimi adempimenti in ordine di tempo, con le istanze per la richiesta del contributo a fondo perduto o con le comunicazioni relative al credito d'imposta per la sanificazione e l'acquisto di dispositivi di protezione».

Secondo Soldani «per completare il quadro dobbiamo anche rintuzzare le accuse infondate che vengono da una parte politica, con alcuni parlamentari che hanno provato a scaricare le responsabilità sulla nostra categoria professionale. Ebbene, vogliamo rassicurare questi deputati e senatori che le nostre richieste non sono un capriccio corporativo, non si tratta di una carenza organizzativa interna degli studi, non è qualcosa che avremmo scelto. Si tratta invece di una diretta conseguenza dell'attività politica del Governo sostenuto da quegli stessi deputati: in piena emergenza covid è stata emanata una quantità enorme di normative, buona parte delle quali hanno avuto molteplici ricadute su imprese e professionisti. È doveroso consentire ai commercialisti di svolgere la propria attività con la consueta e abituale diligenza professionale in un quadro di certezza normativa e interpretativa» ha concluso.
  • Antonello Soldani
  • tasse
  • Ordine commercialisti
Altri contenuti a tema
Riforma del fisco, i commercialisti: «Giusto l'approccio di Draghi, ora semplificazione» Riforma del fisco, i commercialisti: «Giusto l'approccio di Draghi, ora semplificazione» Soldani, presidente dell'Odcec di Trani, esprime apprezzamento per le linee guida del nuovo Governo
Convenzione tra Ordine commercialisti e Confcooperative per la promozione e lo sviluppo della cooperazione territoriale Convenzione tra Ordine commercialisti e Confcooperative per la promozione e lo sviluppo della cooperazione territoriale L'obiettivo è promuovere iniziative di studio, ricerca e formazione
Ordine dei commercialisti, si allungano i tempi per le nuove elezioni Ordine dei commercialisti, si allungano i tempi per le nuove elezioni Il Consiglio di Stato ha accolto i rilievi per garantire una maggiore presenza femminile all’interno degli organismi elettivi
Emendamento al Decreto ristori sul sovraindebitamento, la soddisfazione dei commercialisti Emendamento al Decreto ristori sul sovraindebitamento, la soddisfazione dei commercialisti Soldani: «Strumento utile nelle situazioni più critiche»
Scadenze fiscali, Soldani: «Proroga al 10 dicembre inutile e dannosa» Scadenze fiscali, Soldani: «Proroga al 10 dicembre inutile e dannosa» Il presidente dell'Odcec di Trani ritiene insoddisfacente lo slittamento di pochi giorni stabilito dal Governo
«Cialtronesca la proroga delle scadenze fiscali all'ultimo momento» «Cialtronesca la proroga delle scadenze fiscali all'ultimo momento» L'irritazione dei commercialisti nelle parole del presidente dell’Ordine di Trani, il biscegliese Antonello Soldani
Soldani: «Sciogliere urgentemente il nodo della malattia per i commercialisti» Soldani: «Sciogliere urgentemente il nodo della malattia per i commercialisti» Il biscegliese, presidente dell'Odcec di Trani, esorta i parlamentari del territorio a garantire la tutela della categoria nell'eventualità di contagi
«Urge una sanatoria per commercialisti e dipendenti in malattia da Covid» «Urge una sanatoria per commercialisti e dipendenti in malattia da Covid» La richiesta del biscegliese Antonello Soldani, presidente dell’Odcec di Trani
© 2001-2021 BisceglieViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BisceglieViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.