Sergio Cosmai
Sergio Cosmai
Attualità

Nelmodogiusto commemora l'anniversario della morte di Sergio Cosmai

«e punta il dito contro mafia e atteggiamenti dello stesso stampo

Era il pomeriggio del 12 marzo 1985 e il dottor Sergio Cosmai rientrava da Vibo Valentia, dove si era recato per servizio. Con la sua Fiat Cinquecento percorreva il tratto di strada, che oggi porta il suo nome, tra la casa circondariale di Cosenza e la scuola dove lo attendeva la figlia Rossella, quando un gruppo di criminali apriva il fuoco, ferendolo gravemente. Nonostante i soccorsi e i trasferimenti in più ospedali, il dottor Cosmai spirava il 13 marzo.

Sergio Cosmai era nato a Bisceglie il 10 gennaio 1949; laureato in giurisprudenza all'Università degli Studi di Bari, prestava servizio nell'amministrazione dal 1 marzo 1977. Aveva lavorato negli istituti penitenziari di Trani, Lecce, Palermo, Locri, Crotone e dal 1982 dirigeva l'istituto di Cosenza. Le persone che lo hanno conosciuto lo ricordano sempre con affetto e stima.

Le istituzioni e la stampa, ancora oggi, continuano ad affermare che l'uccisione del dottor Cosmai era stata ordinata dalla criminalità per "punire" un integerrimo funzionario dello Stato. Il 18 ottobre 2006 una brillante operazione dei Carabinieri di Cosenza ha assicurato alla giustizia 34 persone - alle quali sono stati contestati, a vario titolo e con diversi livelli di responsabilità, i reati di omicidio, sequestro di persona ed altro - e ha consentito di fare piena luce sull'assassinio di Cosmai, con l'individuazione dei responsabili dell'omicidio (la sentenza di condanna, divenuta poi definitiva, è intervenuta nel 2012).

Un servitore dello Stato, ucciso dalla 'ndrangheta nell'adempimento del suo dovere.
#Nelmodogiusto, oggi, si unisce al dolore della famiglia del dottor Cosmai e invita la cittadinanza tutta a ricordare quell'esempio e testimonianza encomiabile di senso della legalità, di giustizia e di assolvimento del proprio dovere che era ed è Sergio Cosmai. Un uomo che profondeva tali valori nella sua vita professionale, nella consapevolezza che, solo se perseguiti con tenacia, possono far crescere una comunità e il benessere morale ed economico della stessa.
  • Sergio Cosmai
  • Nelmodogiusto
Altri contenuti a tema
La Di Pinto Panifici alla prova Porto Sant’Elpidio. Scarica la fanzine Go Lions La Di Pinto Panifici alla prova Porto Sant’Elpidio. Scarica la fanzine Go Lions Gara delicata per il team di coach Gigi Marinelli, in piena lotta per il terzo posto. Iniziative per onorare la memoria di Sergio Cosmai
Francesco Spina ricorda Sergio Cosmai Francesco Spina ricorda Sergio Cosmai «Simbolo forte per la nostra comunità e le future generazione di coraggio nella lotta contro le mafie»
Un faro che si riaccende Un faro che si riaccende #sergiocosmaivive
Sindaco, assessori e consiglieri in un video per onorare la memoria di Sergio Cosmai Sindaco, assessori e consiglieri in un video per onorare la memoria di Sergio Cosmai Angarano: «Un messaggio chiaro e forte a nome della città. Ogni biscegliese ha il dovere di ricordare»
I Lions ricordano Sergio Cosmai I Lions ricordano Sergio Cosmai Ricorre il 34° anniversario del brutale assassinio del direttore del carcere di Cosenza. Il club nerazzurro in prima linea per onorarne la memoria e tramandarne l’esempio
"Sergio Cosmai vive", iniziativa del Presidio Libera con diverse società sportive "Sergio Cosmai vive", iniziativa del Presidio Libera con diverse società sportive I calciatori del Cosenza e dell'Unione Calcio, i cestisti dei Lions, le calcettiste del Bisceglie Femminile e le pallavoliste di Sportilia indosseranno magliette commemorative
Dalla memoria all'impegno. La testimonianza di Sergio Cosmai Dalla memoria all'impegno. La testimonianza di Sergio Cosmai Incontro alla "Battisti-Ferraris" con la professoressa Tiziana Palazzo, vedova del direttore del carcere di Cosenza ucciso nel 1985
Giuseppe Costanza all'istituto "Sergio Cosmai" Giuseppe Costanza all'istituto "Sergio Cosmai" L'autista del giudice Giovanni Falcone incontrerà gli studenti
© 2001-2019 BisceglieViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BisceglieViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.