Bisceglie, Ripalta
Bisceglie, Ripalta
Attualità

ProNatura e Libera il Futuro: «Su Maglia 165 avevamo ragione noi»

La Direzione Paesaggio del Ministero della Cultura ha riconosciuto in pieno la fondatezza dell'opposizione del gruppo alla lottizzazione

Nella conferenza stampa di mercoledì 28 febbraio, le associazioni Pro Natura e Libera il Futuro hanno richiamato l'attenzione di media e cittadini sulla spinosa questione della lottizzazione della maglia 165 nella zona di BiMarmi. Il loro intervento è stato supportato da una relazione della Direzione Paesaggio del Ministero della Cultura, che ha confermato le ragioni della loro opposizione attraverso una Valutazione Ambientale Strategica.

La vicenda

Tutto ha avuto inizio nel dicembre 2020, quando l'Associazione Ripalta Area Protetta e il consigliere comunale Vincenzo Amendolagine hanno impugnato con un Ricorso Straordinario al Presidente della Repubblica la delibera di giunta che approvava la lottizzazione della maglia 165 ad agosto 2020. Tra le molte ragioni del ricorso, si segnalavano difetti nell'istruttoria amministrativa, violazioni del Codice dei beni culturali e del paesaggio e violazioni del Piano Paesaggistico Territoriale.

La svolta è arrivata a febbraio 2023, quando la Direzione Paesaggio del Ministero della Cultura ha trasmesso al Consiglio di Stato, nel contesto del procedimento del ricorso straordinario al Presidente della Repubblica del 2020, una relazione istruttoria. In questa relazione, il Ministero ha chiesto al Consiglio di Stato di accogliere integralmente il ricorso. Va notato che, per predisporre questa relazione, il Ministero ha richiesto controdeduzioni a Regione Puglia, Comune e Soprintendenza ai Beni Archeologici Belle Arti e Paesaggio BAT. Di queste, solo Regione Puglia e Soprintendenza hanno risposto.

A settembre, il Consiglio di Stato ha dichiarato improcedibile il ricorso del 2020, nonostante la richiesta del Ministero della Cultura di accoglierlo, poiché era già stato trasposto al TAR.

Le proposte

Di fronte a questa situazione, Pro Natura e Libera il Futuro hanno delineato alcune proposte concrete:
  1. Invitare lottizzanti e Comune a riconsiderare le loro iniziative entro 30 giorni, fornendo loro i documenti e le relazioni.
  2. Sollecitare il Comune ad accelerare l'iter per l'approvazione del nuovo Piano Urbanistico Generale (PUG).
  3. In mancanza di risposte, inviare le memorie e gli allegati a Procura, Prefetto e al Ministero stesso.


«Nel merito il Ministero della Cultura ha dato ragione su tutta la linea alle nostre istanze riconoscendo la fondatezza delle doglianze su difetto o malgoverno di istruttoria nel procedimento amministrativo, sulle violazioni del Codice dei beni culturali e del paesaggio e violazioni del Piano Paesaggistico Territoriale - hanno spiegato dalle due associazioni -. Vogliamo che la costa di levante venga riqualificata ma con destinazione d'uso a parco costiero e strutture ludico ricettive ad alta sostenibilità» hanno aggiunto.
  • Pro Natura Bisceglie
  • maglia 165
  • Libera il futuro
Altri contenuti a tema
PUMS, Pro Natura Bisceglie: «Daremo il nostro contributo, ma si volti pagina» PUMS, Pro Natura Bisceglie: «Daremo il nostro contributo, ma si volti pagina» Riceviamo e pubblichiamo la nota dell'associazione
Libera il futuro, 400 segnalazioni in 6 mesi. Arena: «Emergenza rifiuti ormai insostenibile» Libera il futuro, 400 segnalazioni in 6 mesi. Arena: «Emergenza rifiuti ormai insostenibile» Sollecitato riscontro puntuale del Comune alle segnalazioni dei cittadini su Bisceglie Segnala #occhiaperti precedentemente inviate.
Libera il Futuro e Pro Natura: «Dopo pronuncia Ministero Cultura, Amministrazione e lottizzanti non possono far finta di niente» Libera il Futuro e Pro Natura: «Dopo pronuncia Ministero Cultura, Amministrazione e lottizzanti non possono far finta di niente» Le associazioni inviano una nota all'Amministrazione Angarano e agli uffici tecnici del Comune di Bisceglie: «Pronti ad agire in altre sedi, ma sollecitiamo soluzione diversa»
Presentato il patto di collaborazione per il “Giardino del sole” di fronte alla Bi Marmi Presentato il patto di collaborazione per il “Giardino del sole” di fronte alla Bi Marmi "Vorremmo intitolarlo a Renata Fonte". Appello a partecipare a cittadini, associazioni, terzo settore e imprese.
BiMarmi, Libera il futura e Pro Natura: «Il silenzio della politica» BiMarmi, Libera il futura e Pro Natura: «Il silenzio della politica» Amendolagine, Arena (Libera il Futuro) e Sasso (Pro Natura): «Il Comune impugni sentenza TAR e intanto si acceleri approvazione PUG»
Igiene urbana. Libera il futuro: «Giù la differenziata, rischiamo ecotassa» Igiene urbana. Libera il futuro: «Giù la differenziata, rischiamo ecotassa» Arena e Amendolagine hanno chiesto al Prefetto di intimare al Comune la risposta alle istanze di accesso che risultano inevase da mesi
Libera il Futuro e Pro Natura: «Se il consiglio comunale avesse approvato Pug e osservazioni integrate la partita al Tar sarebbe chiusa» Libera il Futuro e Pro Natura: «Se il consiglio comunale avesse approvato Pug e osservazioni integrate la partita al Tar sarebbe chiusa» Anche se il TAR confermasse sospensione c'è tempo fino a gennaio 2025 prima della cementificazione della costa di levante
Parco Lama S. Croce: AIAPP, Pro Natura e WWF inviano le osservazioni Parco Lama S. Croce: AIAPP, Pro Natura e WWF inviano le osservazioni Continua l’attività di supporto delle associazioni nel procedimento amministrativo per l’istituzione del Parco regionale di Lama di Croce
© 2001-2024 BisceglieViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BisceglieViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.