Studenti in marcia contro le mafie. <span>Foto Luca Ferrante</span>
Studenti in marcia contro le mafie. Foto Luca Ferrante
Attualità

Ricordo ed emozione, gli studenti rendono omaggio alle vittime innocenti di mafia

Giornata nel segno della memoria di Sergio Cosmai

Ricordo, dolore e lacrime. Tre delle parole principali che hanno caratterizzato la marcia promossa dall'associazione Libera, in occasione della 24esima edizione della giornata della Memoria per ricordare (e non solo) le vittime innocenti di mafia, nella mattinata di giovedì 21 marzo. Circa 1500 studenti del liceo scientifico "Leonardo da Vinci", degli istituti "Sergio Cosmai" e "Giacinto Dell'Olio" e della scuola media "Riccardo Monterisi" sono scesi in strada per rendere omaggio agli uomini, donne e bambini uccisi ingiustamente.

Il corteo, partito dalle ore 8:30 in via Gandhi, ha proseguito lungo via Cala dell'Arciprete, via Giuliani, via Veneziano, viale Calace, corso Umberto I, piazza Regina Margherita, via Marconi. Ultima tappa piazza Vittorio Emanuele II in cui sono state lette tutte le vittime innocenti e raccontate alcune loro storie. Grande tributo al biscegliese Sergio Cosmai, direttore del carcere di Cosenza assassinato dalla 'ndrangheta nel marzo 1985. Gli studenti e le studentesse hanno ricordato le tante vittime innocenti con cartelloni e striscioni significativi.

Prosegui la lettura dell'articolo sotto la gallery
53 fotoMarcia contro le mafie
Marcia contro le mafieMarcia contro le mafieMarcia contro le mafieMarcia contro le mafieMarcia contro le mafieMarcia contro le mafieMarcia contro le mafieMarcia contro le mafieMarcia contro le mafieMarcia contro le mafieMarcia contro le mafieMarcia contro le mafieMarcia contro le mafieMarcia contro le mafieMarcia contro le mafieMarcia contro le mafieMarcia contro le mafieMarcia contro le mafieMarcia contro le mafieMarcia contro le mafieMarcia contro le mafieMarcia contro le mafieMarcia contro le mafieMarcia contro le mafieMarcia contro le mafieMarcia contro le mafieMarcia contro le mafieMarcia contro le mafieMarcia contro le mafieMarcia contro le mafieMarcia contro le mafieMarcia contro le mafieMarcia contro le mafieMarcia contro le mafieMarcia contro le mafieMarcia contro le mafieMarcia contro le mafieMarcia contro le mafieMarcia contro le mafieMarcia contro le mafieMarcia contro le mafieMarcia contro le mafieMarcia contro le mafieMarcia contro le mafieMarcia contro le mafieMarcia contro le mafieMarcia contro le mafieMarcia contro le mafieMarcia contro le mafieMarcia contro le mafieMarcia contro le mafieMarcia contro le mafieMarcia contro le mafie
Durante la manifestazione l'intervento del sindaco di Bisceglie Angelantonio Angarano ha aperto la lettura delle toccanti storie di persone uccise dalla mafia,. La consigliera comunale e professoressa Loredana Bianco ha rimarcato il grande lavoro svolto dai ragazzi mentre il sacerdote del parroco "Madonna di Passavia" don Franco Lorusso ha voluto interrogar(si) ribadendo una domanda citata in un cartellone: «Voi da che parte state?». A chiudere l'evento la vedova del biscegliese Sergio Cosmai professoressa Tiziana Palazzo, che ha fatto emozionare con le parole in ricordo di suo marito e di tutte le vittime innocenti.

Emozione anche al Politeama Italia con il concerto intitolato "Musica e legalità" e organizzato dalla Fondazione Biagio Abbate, a cui hanno preso parte gli studenti delle scuole secondarie della città. All'iniziativa sono stati interpretati brani di celebri film dedicati al tema della lotta alla mafia, diretti dal maestro Benedetto Grillo.
  • Angelantonio Angarano
  • mafia
Altri contenuti a tema
Capurso: «Angarano come Salvini: usa i bambini per fare propaganda» Capurso: «Angarano come Salvini: usa i bambini per fare propaganda» Duro attacco del consigliere comunista al sindaco: «Per riavere una pavimentazione decente dobbiamo tutti preparare delle lettere con un disegnino?»
Allerta meteo gialla sul territorio biscegliese Allerta meteo gialla sul territorio biscegliese Il sindaco Angarano: «Monitoriamo la situazione attraverso il centro operativo comunale»
Un sottilissimo confine Un sottilissimo confine Il blog di Vito Troilo
Spina: «Angarano, le chiedi tu o le chiediamo noi le dimissioni di Roberta Rigante?» Spina: «Angarano, le chiedi tu o le chiediamo noi le dimissioni di Roberta Rigante?» L'ex primo cittadino: «Attendo le scuse da parte di chi ha offeso e additato di illegalità le graduatorie della mia amministrazione»
Angarano sullo striscione di contestazione alla giunta: «Strumentalizzazione fuori luogo» Angarano sullo striscione di contestazione alla giunta: «Strumentalizzazione fuori luogo» Il sindaco: «Chi critica con ingratitudine quest'amministrazione dovrebbe ricordare cosa succede in altre città»
Un albero per ogni alloggiamento di via Monte San Michele Un albero per ogni alloggiamento di via Monte San Michele Il desiderio degli alunni del primo circolo sarà esaudito mercoledì
Raccolta fondi per il recupero di un argano in legno Raccolta fondi per il recupero di un argano in legno Iniziativa promossa dall'associazione Iologico col supporto dell'amministrazione comunale
Marco Di Leo: «Bando Mise, un'opportunità da non perdere per Bisceglie» Marco Di Leo: «Bando Mise, un'opportunità da non perdere per Bisceglie» «L'amministrazione Angarano è a conoscenza di questi interventi?»
© 2001-2019 BisceglieViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BisceglieViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.