porto di Bisceglie
porto di Bisceglie
Attualità

Sfangamento porto: c’è il bando regionale

Entro il 30 aprile, il comune potrà richiedere i finanziamenti europei

Una priorità assoluta, da oltre dieci anni. Eppure lo sfangamento dei fondali del porto di Bisceglie, che consentirebbe di restituire l'accesso al porto a molte imbarcazioni, è ancora solo un punto dei programmi elettorali di tutti i candidati – sindaci e consiglieri – che si sono succeduti nel tempo.

Ora, però, oltre ad una normativa nuova e più semplice c'è anche il bando regionale, che toglierebbe l'onere di spesa al comune, per farlo ricadere sull'Unione Europea.

A disposizione dei porti pugliesi che non siano sede di autorità portuali ci sono 48 milioni di euro, che realtà marinare come Rodi, Peschici, Vieste, Mola, Castro, Barletta, Trani, Bisceglie, Monopoli, Tricase potranno richiedere non oltre il 30 aprile.
Entro il 30 di maggio sarà poi pubblicato un ulteriore avviso pubblico con il quale si procederà a valutare le istanze progettuali e, di conseguenza, ad ammettere a finanziamento gli interventi in linea con il bando.

«È necessario – dichiara in proposito l'assessore regionale alle infrastrutture Giovanni Giannini – che i Comuni si dotino, ove mancanti, dei piani regolatori ed inizino ad avviare le caratterizzazioni ambientali e la classificazione dei sedimenti dei propri porti individuando le possibili opzioni di gestione dei materiali secondo le modalità tecniche suggerite dal recente decreto ministeriale 173/2016.
Sono attività propedeutiche ed obbligatorie che rafforzano la convinzione che sviluppo economico e sostenibilità ambientale possono e, anzi, devono coesistere.
Tutte le amministrazioni che hanno la necessità di rifunzionalizzare le dotazioni infrastrutturali dei propri porti, ripristinare le originarie profondità di progetto e rilanciare il grande potenziale geografico, non devono perdere questa opportunità.

Oggi si parte dalla priorità del dragaggio dei fondali per poi concentrarsi, in una seconda fase, ad analizzare i problemi legati al potenziamento delle infrastrutture e delle attrezzature portuali, nonché alla costruzione, per i casi più eclatanti, di specifici sistemi di protezione tesi a mitigare le recidive situazioni di perdita di pescaggio dei porti».
  • Porto
  • Regione Puglia
  • bando
Altri contenuti a tema
Leo: «Garanzia giovani proseguirà anche nei mesi estivi» Leo: «Garanzia giovani proseguirà anche nei mesi estivi» L'assessore regionale conferma la proroga del programma
Tenetevi liberi il 20 settembre, si torna a scuola Tenetevi liberi il 20 settembre, si torna a scuola Ecco il calendario deciso dalla giunta pugliese
Sanità, venerdì pomeriggio Emiliano a Trani Sanità, venerdì pomeriggio Emiliano a Trani Incontro a proposito del futuro dell'ospedale "San Nicola Pellegrino"
Ultima tappa nella Bat del “viaggio” del Piano strategico del Turismo Puglia 365 Ultima tappa nella Bat del “viaggio” del Piano strategico del Turismo Puglia 365 Incontro presso la masseria didattica Barbera a Minervino Murge
Presentati i risultati del Programma Nazionale Esiti: migliora la sanità pugliese Presentati i risultati del Programma Nazionale Esiti: migliora la sanità pugliese Nell'area cardiologica ottima la performance per l'Ospedale di Bisceglie
Gli imprenditori ripuliscono il porto dai rifiuti: le reazioni della politica Gli imprenditori ripuliscono il porto dai rifiuti: le reazioni della politica Vittorio Fata ringrazia, il candidato sindaco Angarano esorta a una maggiore cura per l'ambiente
Rifiuti lungo le rive del porto, gli imprenditori di via La Spiaggia si rimboccano le maniche Rifiuti lungo le rive del porto, gli imprenditori di via La Spiaggia si rimboccano le maniche Campagna di sensibilizzazione per richiamare l'attenzione sulla necessità di una più accurata pulizia della zona
Buona amministrazione: nella Asl Bt l'indicatore di tempestività dei pagamenti è di soli 26 giorni Buona amministrazione: nella Asl Bt l'indicatore di tempestività dei pagamenti è di soli 26 giorni Realizzata un’ottima performance della quale la regione Puglia ha preso ad esempio
© 2001-2018 BisceglieViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BisceglieViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.