Operazioni di sgombero degli alloggi occupati abusivamente a Bisceglie
Operazioni di sgombero degli alloggi occupati abusivamente a Bisceglie
Attualità

Sgomberati quattro alloggi occupati abusivamente nel centro storico

Angarano: «Ripristinata la legalità». Il Sindaco lancia l'idea degli «stati generali del diritto alla casa»

Si sono concluse a Bisceglie, nel corso della giornata di venerdì 12 febbraio, le operazioni di sgombero di quattro alloggi di edilizia residenziale pubblica della città vecchia occupati abusivamente nelle scorse settimane. L'attività, coordinata dalla Prefettura, è stata effettuata in collaborazione tra Comune di Bisceglie, Questura di Bari, Polizia di Stato, Carabinieri, Guardia di Finanza, Vigili del Fuoco e Polizia Locale.

«L'attività di mediazione effettuata nei giorni scorsi, in sinergia con le Forze dell'ordine, dai servizi sociali professionali del Comune di Bisceglie, che hanno dialogato con gli occupanti offrendo loro soluzioni alternative - come l'opportunità di inserimento in strutture idonee di accoglienza - ha fatto sì che l'operazione si svolgesse in maniera efficiente, puntuale e, in gran parte dei casi, collaborativa» hanno rimarcato da Palazzo San Domenico.

«È stato posto un tassello importante per ripristinare la legalità e tutelare i diritti dei legittimi assegnatari degli alloggi di edilizia residenziale pubblica consegnati a fine dicembre dal Comune di Bisceglie dopo aver espletato il bando e pubblicato la relativa graduatoria definitiva» ha commentato Angelantonio Angarano, Sindaco di Bisceglie, ringraziando il Prefetto Valiante «per l'attenzione che sta riservando al nostro territorio e per la tempestività con la quale ha istituito una cabina di regia che consentisse di analizzare approfonditamente la vicenda e di valutare congiuntamente le contromisure» oltre che «il Questore di Bari Giuseppe Bisogno, il Comandante provinciale dei Carabinieri di Bari, Generale Fabio Cairo e il Comandante provinciale della Guardia di Finanza di Bari, Generale Roberto Pennoni, per aver garantito le fasi operative degli sgomberi».

Secondo quanto reso noto dal primo cittadino «i servizi sociali hanno lavorato fianco a fianco con le forze dell'ordine nell'approfondito e tenace ascolto e nella comprensione delle condizioni di vita delle famiglie coinvolte» e sarebbero stati costruiti «progetti individualizzati» tesi a «offrire soluzioni alternative a tutela delle persone interessate, specie dei minori e delle loro mamme».

Angarano ha rimarcato l'importanza di «ripristinare il diritto all'abitazione dei legittimi assegnatari, persone in difficoltà ed emergenza abitativa, diritto leso dalle occupazioni dei giorni scorsi. Quanto accaduto ci impone, però, d'altra parte, di chiamare a raccolta la comunità intorno a un tema, quello dell'emergenza abitativa, che si trascina da decenni nella nostra città e che merita una riflessione seria e trasversale. Stiamo per questo lavorando alla organizzazione degli stati generali del diritto alla casa, un momento di confronto e collaborazione al fine di trovare percorsi e soluzioni da intraprendere lungo la via del diritto alla abitazione».

L'amministrazione ha fatto sapere che nei prossimi giorni proseguiranno le operazioni finalizzate alla liberazione dei restanti alloggi occupati abusivamente, con l'impegno di tutte le forze in campo a continuare a perseguire la tutela dei diritti di tutti i soggetti coinvolti, specie i più fragili.
  • Comune di Bisceglie
  • centro storico
Altri contenuti a tema
1 Operaio stagionale del Comune investito da un'auto controsenso Operaio stagionale del Comune investito da un'auto controsenso Il messaggio di solidarietà del Sindaco Angarano a Mimì Di Benedetto, «esempio di professionalità, generosità e umiltà»
Una classe politica che non si rende conto della situazione Una classe politica che non si rende conto della situazione L'insulsa ed evitabile polemica sul ruolo del presidente del consiglio comunale stona nell'attuale quadro emergenziale
Positivo l'esito di appena il 6% dei test effettuati nelle ultime ore Positivo l'esito di appena il 6% dei test effettuati nelle ultime ore Scende ancora il numero delle persone alle preese con le conseguenze del contagio in Puglia
Si riduce lievemente il numero dei ricoverati per Covid negli ospedali pugliesi Si riduce lievemente il numero dei ricoverati per Covid negli ospedali pugliesi Oltre 1100 nuovi casi positivi nelle ultime ore
Primo maggio, Angarano: «Vicini a chi ha perso il lavoro» Primo maggio, Angarano: «Vicini a chi ha perso il lavoro» Commemorazione davanti al monumento dedicato a Giuseppe Di Vittorio
Le associazioni alle amministrazioni pubbliche: «Trattamenti anti-Xylella, si faccia presto» Le associazioni alle amministrazioni pubbliche: «Trattamenti anti-Xylella, si faccia presto» L'allarme di Aproli, Assoproli e Oliveti Terra di Bari
Sindaco e assessori di Andria si tagliano l'indennità, paragone inevitabile con Bisceglie Sindaco e assessori di Andria si tagliano l'indennità, paragone inevitabile con Bisceglie Gli oppositori di Angarano rimarcano la mancata applicazione, al momento, della promessa di restituzione della metà del compenso da primo cittadino
«Maestro di vita e di politica cui dobbiamo tanto» «Maestro di vita e di politica cui dobbiamo tanto» Il Sindaco Angarano e l'assessore Rigante rendono omaggio all'Onorevole Giovanni Bruni nel primo anniversario della scomparsa
© 2001-2021 BisceglieViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BisceglieViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.