Operatori sanitari
Operatori sanitari
Economia e lavoro

Vertenza Oss, Cgil Bat esorta l'intervento del Prefetto

Il segretario della Funzione pubblica Ilena Remini si è rivolto anche al presidente della Regione Emiliano

«La Asl Bt disattende le linee guida regionali non prorogando i contratti scaduti il 31 gennaio 2021 agli operatori socio sanitari precari storici e assunti nel corso della prima ondata Covid, sostituendoli con altro personale precario dalla graduatoria del concorsone regionale di Foggia». È un passaggio della lettera aperta con cui Ileana Remini, segretario generale Fp Cgil Bat, ha rivolto un appello al Prefetto Maurizio Valiante. L'organizzazione sindacale ha chiesto l'intervento della Prefettura affinché «vengano garantiti il diritto costituzionale alle cure migliori possibili, i livelli essenziali di assistenza e la tenuta sociale».

Il testo è stato inoltrato per conoscenza anche al presidente Michele Emiliano. La Cgil ha esortato gli organi regionali a «intervenire urgentemente per far ripristinare il corretto esercizio dell'attività amministrativa in ossequio alle linee guida impartite dal Dipartimento della salute pugliese, affinché non si continui a sconfinare in una sorta di esercizio di autonomia individuale avulsa dall'alveo delle regole acclarate da tutti gli attori sociali e istituzionali che compongono i tavoli di concertazione della Regione Puglia».

Secondo Remini «le linee guida regionali che disciplinano questa vertenza indicano chiaramente ai Direttori generali la possibilità di prorogare i contratti al personale precario. E infatti le Asl di Lecce e Taranto hanno prorogato i contratti ai precari Oss.
Il licenziamento con mancato rinnovo dei contratti 164 operatori nell'Asl Bt va ad acuire in modo drammatico l'insufficiente dotazione organica, tanto da mettere a rischio i livelli essenziali di assistenza, tanto da non permettere agli stessi operatori licenziati di poter beneficiare delle ferie residue, soprattutto in un momento particolarmente delicato, a causa di una emergenza sanitaria che rischia di portare al collasso l'intero sistema sanitario pubblico» ha aggiunto. «Se poi pensiamo alla variante inglese del Covid che, come comunicato da Emiliano, ha il 70% di velocità del contagio e di pericolosità rispetto a prima, appare evidente che il licenziamento dei precari sia avulso da qualsivoglia logica organizzativa e gestionale, in controtendenza con le linee guida nazionali e regionali e anacronistico rispetto ai modelli organizzativi rispondenti all'attuale complessa emergenza sanitaria. Il Direttore generale della Asl Bt, contro le direttive regionali, che prevedono di assumere dalla graduatoria del concorsone Oss di Foggia di assumere solo personale a tempo indeterminato per evitare di generare altro precariato nelle aziende sanitarie, sta inoltre reclutando in questi giorni personale dallo stesso concorsone, con contratti a tempo determinato di solo 4 mesi».

Il segretario provinciale Fp Cgil ha evidenziato: «In sostanza si sostituiscono precari formati da oltre un anno sul campo di battaglia, con altri precari che avrebbero invece diritto all'assunzione in quanto vincitori di concorso ed idonei. Pensavamo che l'emergenza pandemica avesse acceso un faro sulla necessità di rafforzare la sanità pubblica attraverso occupazione buona e stabile, evidentemente non tutti hanno la stessa percezione; anche la pandemia è diventata strumento per generare precarietà e contrapposizioni tra lavoratori».
  • Asl Bt
  • Prefettura Bat
  • Prefetto Bat
  • Cgil Fp
  • Alessandro Delle Donne
  • Cgil Bat
  • Maurizio Valiante
Altri contenuti a tema
Cala il dato degli attualmente positivi in Puglia Cala il dato degli attualmente positivi in Puglia Oltre 1500 guariti e 46 decessi nelle ultime 24 ore
Campagna vaccinale, ancora troppa confusione Campagna vaccinale, ancora troppa confusione Sospesa la possibilità di vaccinarsi "a sportello" ma ignari utenti, convocati nei giorni scorsi da un call center, si sono presentati comunque al PalaCosmai
Più guariti che nuovi casi nelle ultime ore in Puglia Più guariti che nuovi casi nelle ultime ore in Puglia Sono ancora oltre duemila i ricoverati negli ospedali
Lopalco: «Puglia in zona rossa per i contagi nel weekend di Pasqua» Lopalco: «Puglia in zona rossa per i contagi nel weekend di Pasqua» L'assessore alla sanità spiega l'andamento della curva in Puglia, sottolineando: «Il virus si controlla coi nostri comportamenti»
1 Il capo della Procura di Trani Renato Nitti: «La Bat rischia di diventare terra di nessuno» Il capo della Procura di Trani Renato Nitti: «La Bat rischia di diventare terra di nessuno» Le organizzazioni criminali avrebbero «scarsa considerazione della capacità di reazione delle istituzioni»
Covid, leggera salita del numero degli attualmente positivi a Bisceglie Covid, leggera salita del numero degli attualmente positivi a Bisceglie 8368 biscegliesi hanno già ricevuto almeno la prima dose vaccinale
Quasi 2200 positivi al Covid ricoverati negli ospedali pugliesi Quasi 2200 positivi al Covid ricoverati negli ospedali pugliesi Di questi, 283 occupano posti nelle terapie intensive
Vaccini, superate le 900mila somministrazioni in Puglia Vaccini, superate le 900mila somministrazioni in Puglia A Bisceglie 250 pazienti oncoematologici hanno ricevuto il siero
© 2001-2021 BisceglieViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BisceglieViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.