Whatsapp
Whatsapp
Attualità

WhatsApp rosa? Non cliccate, è un'applicazione pericolosa

La versione "fake" della famosa app di messaggistica è una truffa per catturare dati sensibili

Sta girando una nuova truffa su WhatsApp. La segnalazione arriva direttamente dalla Polizia di Stato, che attraverso l'account Facebook "Agente Lisa" informa quotidianamente gli utenti su vari argomenti di pubblico interesse, tra i quali anche la sicurezza sul web e soprattutto sui social.

«Vi arriva un link che vi invita a scaricare la nuova versione rosa (invece che il solito verde). Non cliccate. Se lo fate, installate un'applicazione che sparisce subito dal vostro schermo ma che rimane attiva e silente. Carpisce i vostri dati sensibili, la vostra rubrica. I truffatori, a quel punto, possono anche mandare messaggi ai vostri contatti, a vostro nome, dove con vari espedienti cercano di farsi mandare denaro o di rubare anche a loro i dati sensibili. Quindi mi raccomando: non cliccate sui link che vi arrivano via mail, via sms, via chat e siete a posto» è stato rimarcato.
  • truffa
Altri contenuti a tema
Truffe al servizio sanitario, perquisizioni dei Nas nella Bat Truffe al servizio sanitario, perquisizioni dei Nas nella Bat Sotto la lente d'ingrandimento aziende farmaceutiche e informatori scientifici, medici specialisti e di medicina generale
Truffe delle case vacanza, le linee guida della Polizia Postale Truffe delle case vacanza, le linee guida della Polizia Postale Raccomandazioni da seguire per scegliere in sicurezza
Truffe on line ai tempi del Coronavirus Truffe on line ai tempi del Coronavirus Malintenzionati sfruttano la situazione per mettere a segno raggiri tramite il phishing via mail o whatsapp
Coronavirus, dai finti tamponi alle autodichiarazioni tutti i pretesti per le truffe agli anziani Coronavirus, dai finti tamponi alle autodichiarazioni tutti i pretesti per le truffe agli anziani Diversi i tentativi di raggiri segnalati su tutto il territorio nazionale
Smascherata la truffa delle false cartelle esattoriali Smascherata la truffa delle false cartelle esattoriali Tre persone denunciate. Fra le vittime diversi automobilisti residenti nella Bat e nell'Area Metropolitana di Bari
Truffe via mail, casi registrati anche a Bisceglie Truffe via mail, casi registrati anche a Bisceglie Le autorità consigliano di non accettare alcuna richiesta di versamenti
Lyoness replica: «Nessuna pratica commerciale scorretta» Lyoness replica: «Nessuna pratica commerciale scorretta» «La nostra società impiega 75 persone in Italia e lavora in convenzione con 25 mila aziende. Presenteremo ricorso»
2 Truffa dei diamanti, casi anche a Bisceglie Truffa dei diamanti, casi anche a Bisceglie Le linee guida dell'Unione nazionale consumatori per difendersi dai raggiri
© 2001-2021 BisceglieViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BisceglieViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.